Rinotracheite nei gatti - trattamento domiciliare

Formazione

La rinotracheite felina presenta somiglianze con le malattie catarrali ed è difficile per il proprietario determinare da sé esattamente cosa ferisce l'animale. Pertanto, è importante avere un'idea dei sintomi e del trattamento della rinotracheite nei gatti. Se si sospetta questa malattia, è necessario mostrare il gatto al veterinario il più presto possibile, poiché la rinotracheite nella sua forma avanzata può trasformarsi in complicazioni irreversibili.

Natura della malattia

La rinotracheite felina appartiene al gruppo di malattie causate dal virus dell'herpes. Colpisce gli occhi, il naso, la gola e la trachea dell'animale. I gatti di qualsiasi età possono ottenere la rinotracheite, ma i giovani individui hanno maggiori probabilità di essere infetti. I gatti domestici che non sono in strada hanno il minor rischio di contrarre l'herpesvirus.

Dopo una malattia, il virus può rimanere nel corpo dell'animale domestico per un lungo periodo, senza alcun preavviso e trasformando l'animale in una portatrice nascosta. Sotto l'influenza di condizioni avverse, la malattia può ripresentarsi più volte. Si nota che con l'età la recidiva della malattia è più facilmente tollerabile e il proprietario potrebbe non capire che il gatto è malato.

Spesso la rinotracheite è associata a condizioni così pericolose come la leucemia e l'immunodeficienza nei gatti. Il virus dell'herpes felina è assolutamente sicuro per l'uomo e il cane e, viceversa, il virus non passa dall'uomo agli animali. La rinotracheite ha una diversa stagionalità: il picco di incidenza si verifica nel tardo autunno e in inverno. In questo momento, i vettori di herpesvirus di gatto sono i più pericolosi in termini di infettività.

Modi di infezione

A causa della sua alta infettività, il virus si sta rapidamente diffondendo in aree di grandi concentrazioni di gatti, ad esempio, nei vivai. Un gatto può ottenere la rinotracheite se entra in contatto con un animale malato. Pericolosi sono lo scarico dal naso, dalla bocca e dagli occhi del vettore del virus. Rimangono contagiosi fino a quando non sono completamente asciutti. Di solito questa volta non supera 1 giorno. Se un gatto malato e in salute ha un vassoio, ciotole o si leccano la pelliccia l'un l'altro, c'è un'alta probabilità di infezione.

Un gatto può contrarre un'infezione anche senza contatto diretto con un animale malato. Per l'infezione, è sufficiente il contatto con le secrezioni contenenti le particelle virali.

Spesso la rinotracheite colpisce i gattini, per la ragione che l'infezione passa dalla gatta incinta alla prole. Inoltre, le particelle virali possono essere trovate nello sperma di un gatto. Questo vale per gli individui malati come una forma acuta di rinotracheite e latenti.

I gatti che portano il virus possono sviluppare la rinotracheite se sono presenti determinati fattori, come lo stress. In questo caso, la malattia procede in forma lieve e di solito passa da sola dopo un po 'di tempo. La rinotracheite è più grave nei gatti che vivono in condizioni di stress, a freddo e in luoghi di grandi concentrazioni di gatti, così come nelle razze con musi appiattiti (persiani e altri). Se l'animale soffre già di una malattia infettiva, allora diventa più suscettibile al virus dell'herpes a causa di un'immunità indebolita.

I sintomi della malattia

La rinotracheite è caratterizzata da sintomi simili alla manifestazione di un comune raffreddore.

  • Da parte degli organi visivi, si osservano infiammazione ed espressione della cornea, congiuntivite sierosa e purulenta, cheratite e secrezione oculare. L'aspetto di quest'ultimo dipende dallo stadio della rinotracheite: da trasparente e liquido (nella fase iniziale) a denso purulento (allo stadio avanzato della malattia).
  • Dal tratto respiratorio superiore: rinite, starnuti, insufficienza respiratoria, polmonite. Se i bronchi sono coinvolti nel processo patologico, il gatto è preoccupato per una tosse persistente con espettorato e talvolta con vomito.
  • Dalla bocca: aumento della salivazione, piaghe sulla lingua.
  • La condizione generale della rinotracheite: gatto pigro, costantemente addormentato, il suo appetito si perde e la temperatura sale. Nella forma acuta della malattia, può raggiungere fino a 40 ° C.

Se il gatto è incinta, il virus può innescare un aborto spontaneo.

Ogni animale ha una reazione individuale al virus, quindi l'insieme e l'intensità dei sintomi saranno diversi. Alcuni animali soffrono di rinotracheite lieve, si preoccupano solo di starnuti e lacrimazione, che avvengono dopo 7-10 giorni. Altri sperimentano l'intera gamma di sintomi che non scompaiono entro poche settimane. Nei gatti con un forte sistema immunitario, i segni di rinotracheite saranno meno pronunciati.

Il periodo di incubazione va da 2 giorni a 2,5 settimane.

I sintomi della rinotracheite appaiono bruscamente, a cominciare da difficoltà nella respirazione nasale, starnuti e muco dal naso e dagli occhi. Questi ultimi diventano rossi e infiammati e il gatto cerca di tenerli chiusi.

Diagnosi di rinotracheite

Mettere la diagnosi corretta in questo caso non è facile. Oltre all'esame del gatto e allo studio dei sintomi, il veterinario effettuerà i seguenti esami:

  • lo studio delle secrezioni dalla bocca, dagli occhi e dal naso mediante PCR;
  • saggio immunoenzimatico;
  • urine e analisi del sangue come metodi diagnostici aggiuntivi, in quanto sono meno informativi rispetto ai metodi precedenti.

trattamento

Non puoi provare a curare un gatto dalla rinotracheite, sulla base delle raccomandazioni degli amici o del consiglio di un farmacista.

Il trattamento prescritto deve essere un veterinario, basato sulle caratteristiche di un particolare gatto, sulla gravità della malattia, sulla presenza di calore e sulla disidratazione. Con il giusto trattamento, le condizioni dell'animale miglioreranno in una settimana.

È impossibile eliminare completamente il virus dell'herpesca e, sotto l'influenza di fattori negativi, i sintomi della rinotracheite possono riprendere.

I seguenti farmaci sono inclusi nel regime di trattamento:

  • I farmaci antivirali influenzano direttamente il patogeno della rinotracheite.
  • Antibiotici. Con l'inefficacia di questo gruppo di farmaci nella lotta contro i virus, vengono utilizzati per prevenire infezioni secondarie e trattare condizioni concomitanti causate da batteri.
  • Gocce agli occhi e al naso (Tsiprovet, Lacricon).
  • Esaltatori di immunità (Immunofan, Gamavit, Vitafel).
  • I complessi vitaminici sono prescritti se il gatto durante la malattia si rifiuta di mangiare e si indebolisce.

Se le condizioni del gatto sono aggravate dall'infiammazione dei polmoni o dei bronchi, possono essere necessari farmaci per via endovenosa e procedure aggiuntive.

Il trattamento della rinotracheite nei gatti a domicilio dovrebbe essere completato con cure speciali:

  • È necessario pulire regolarmente gli occhi dell'animale, poiché la scarica tende a indurirsi formando croste.
  • Per irrigare i passaggi nasali, come con la loro congestione, il gatto avrà difficoltà a respirare ea mangiare.
  • Inalazione per facilitare la respirazione nasale. Per fare questo, posiziona il gatto vicino alla vasca da bagno piena di acqua calda, e lascia che respiri con l'aria inumidita con vapore per 10-15 minuti. Questa procedura è raccomandata 3-4 volte al giorno.
  • Controlla che l'animale non dimentichi i pasti e l'acqua.
  • Con scarso appetito, è necessario introdurre i piatti con un odore che attrae i gatti, ad esempio il pesce. Un veterinario può prescrivere uno stimolante dell'appetito.
  • Non consentire ai gatti infetti di contattare altri animali domestici.

Complicazioni della rinotracheite

Con un trattamento adeguato, la prognosi è favorevole. La probabilità di morte negli adulti è bassa, ma è presente nei gattini. In rari casi, possono verificarsi complicazioni sotto forma di ulcere persistenti o cicatrici sulla cornea, secchezza degli occhi e infiammazione dei seni paranasali. Lo sviluppo di complicanze della rinotracheite può essere evitato se un trattamento completo viene avviato nel tempo.

Prevenzione della rinotracheite

Il modo più efficace per proteggere un gatto dall'essere infetto da herpesvirus è la vaccinazione. Sebbene l'innesto non garantisca al cento per cento che l'animale non si ammalerà, è in grado di alleviare significativamente i sintomi della rinotracheite se l'animale viene infettato. Per mantenere il risultato della vaccinazione viene effettuata ogni anno, e se il gatto è ad alto rischio, è necessario vaccinarlo fino a 3 volte l'anno.

Un animale può essere vaccinato in due modi: mediante iniezione (usando un ago) e intranasale (instillazione nel naso). Inoltre, le vaccinazioni sono suddivise in monovalenti (anticorpi contro un agente patogeno sono prodotti) e polivalenti (protezione contro diverse malattie).

Il vaccino inizia ad agire già 4 giorni dopo l'iniezione e il gatto diventa portatore del virus che può infettare gli altri. Ma dopo 2 giorni, questo effetto negativo scompare.

Inoltre, come misura preventiva dovresti:

  • Non permettere il contatto di un animale malato con uno sano.
  • Dopo aver toccato un gatto infetto, lavarsi immediatamente le mani con sapone e strofinare con una soluzione alcolica.
  • Se le secrezioni contenenti il ​​virus sono su oggetti felini, pulirle con un disinfettante. Questo porterà immediatamente alla morte dell'infezione. I giocattoli e le stoviglie possono essere conservati per 5 minuti in una soluzione di candeggina e i rifiuti possono essere lavati in acqua calda con sapone o polvere.

Poiché l'immunità alla rinotracheite di gatto viene prodotta solo per un breve periodo, l'animale recuperato richiede maggiore attenzione. Per evitare il ripetersi della malattia, è prima di tutto necessario proteggere il gatto da fattori provocatori come l'ipotermia, la malnutrizione, l'umidità e lo stress.

Quest'ultimo in un animale può essere provocato dal seguente:

  • delocalizzazione;
  • la comparsa di estranei;
  • cambiare la tua routine di vita;
  • intervento chirurgico;
  • forti rumori.

È anche importante tenere d'occhio la salute del gatto, poiché la rinotracheite lieve può passare inosservata e diventare cronica.

Virus del tratto respiratorio superiore - rinotracheite nei gatti: sintomi e trattamento

Se il gatto tratta i raffreddori con antibiotici, i sintomi compaiono ancora e ancora e il proprietario non capisce perché il gatto starnutisce e tossisce spesso, quindi l'animale può avere la rinotracheite. Questa malattia ha sintomi simili ai raffreddori, tuttavia, la natura virale della rinotracheite infettiva suggerisce un regime di trattamento più complesso. È noto che una malattia virale è difficile da curare - gli antibiotici danno effetto solo a breve termine e temporaneamente eliminano i sintomi. Anche i cicli ripetuti di trattamento non sono efficaci - a causa della prescrizione di farmaci dello stesso gruppo, i gatti diventano additivi e resistenti agli antibiotici.

Tuttavia, il virus della rinotracheite nei gatti può essere curato con successo con una combinazione di terapie opportunamente selezionate. Pertanto, i proprietari di animali con sospetta infezione del gatto delle infezioni del tratto respiratorio superiore dovrebbero cercare aiuto in una clinica veterinaria e iniziare il trattamento il più presto possibile. Puoi leggere sul farmaco Gamavit per i gatti.

I sintomi della malattia

La rinotracheite virale nei gatti, i cui sintomi e trattamento saranno trattati in questa recensione, è una malattia contagiosa che è spesso influenzata dagli animali domestici con accesso al territorio aperto e agli animali senzatetto. La malattia non è mortale e rappresenta una seria minaccia per i giovani gattini, i gatti anziani e gli animali domestici con malattie croniche - il sistema immunitario di tali animali è indebolito e il corpo non può sopportare attacchi di virus e batteri.

Allo stesso tempo, i proprietari di gatti adulti sani non sono nemmeno assicurati che il loro animale possa essere infettato dalla malattia. Per diagnosticare una malattia nelle sue fasi iniziali e ridurre al minimo il rischio di complicanze, è necessario conoscere i sintomi.

I sintomi della malattia hanno il seguente carattere:

  • il gatto non mangia nulla;
  • manifesta letargia e apatia;
  • si osserva l'infiammazione dei seni e delle mucose degli occhi;
  • la presenza di scariche insolite dal naso;
  • per un lungo periodo di tempo, il gatto tossisce e starnutisce;
  • gli occhi degli animali domestici appaiono malsani; possono comparire ulcere sulla cornea;
  • il gatto sta respirando a fatica;
  • Inoltre, l'animale domestico potrebbe aver aumentato la salivazione e la sonnolenza.

Lo sviluppo dei sintomi della malattia negli animali infetti dal virus, manifestati entro due giorni dall'infezione. Tuttavia, in alcuni casi, i sintomi della malattia non si manifestano e il proprietario non può sospettare che l'animale abbia bisogno di un trattamento complesso della rinotracheite nei gatti il ​​cui schema è scelto individualmente dal veterinario. I sintomi possono avere una gravità diversa. Le caratteristiche della loro manifestazione sono influenzate dall'età del gatto e dallo stato generale di salute dell'animale.

Il pericolo del virus per l'uomo

Quando il proprietario dell'animale si accorge che il gatto ha un occhio o due occhi lacrimanti, sta respirando affannosamente e tossisce, quindi pensa innanzitutto alla sicurezza dei membri della sua famiglia e dei suoi. Il proprietario può prendere varie misure per evitare di essere infettato da un gatto. Ma non dovresti andare nel panico: l'affermazione che la rinotracheite nei gatti è pericolosa per l'uomo non è affidabile. La malattia può essere trasmessa da animale domestico a animale domestico, quindi se il gatto starnutisce e gli occhi acquosi, allora è meglio isolarlo da altri individui.

Diagnosi di rinotracheite

Quando contatta la clinica, il veterinario prescriverà una serie di test, il cui scopo è determinare la presenza di ceppi batterici. I campioni per lo studio sono presi tramite un tampone nasale o orale. Non appena la diagnosi è confermata, il veterinario prescriverà farmaci per il trattamento delle infezioni batteriche. Se il gatto starnutisce piuttosto che trattato a casa, te lo dirà anche il veterinario.

Oltre al trattamento tradizionale, il veterinario dirà al proprietario le condizioni speciali di conservazione degli animali malati che necessitano di cure extra per un rapido recupero.

Dopo che la rinotracheite è stata diagnosticata nei gatti, il trattamento domiciliare dovrebbe includere le seguenti misure:

  1. mantenere il gatto caldo (freddo e correnti d'aria possono causare complicazioni);
  2. restrizione dell'accesso all'animale alla strada e ad altri gatti;
  3. frequenti lavaggi di ciotole per cibo e acqua;
  4. disinfezione dell'habitat del gatto con speciali soluzioni disinfettanti.

Al fine di prevenire la rinotracheite, dovrebbe essere usata la vaccinazione. Un veterinario può raccomandare diverse opzioni di vaccino che proteggono i gatti da virus e batteri. Nonostante l'elevata efficacia della vaccinazione, gli animali vaccinati hanno ancora la possibilità di ammalarsi, quindi i proprietari devono comunque rimanere vigili e prestare attenzione ai sintomi allarmanti e alla salute generale del gatto.

Trattamento della rinotracheite nei gatti

Se un gatto domestico starnutisce e gli occhi acquosi, cosa fare in questi casi è noto solo ai "proprietari di gatti" professionali. Le restanti categorie di proprietari di animali domestici guardano l'animale con disorientamento e non riescono a capire perché il gatto stia tossendo e ciò che causa lacrime agli occhi e congestione nasale. Pertanto, l'auto-trattamento di un animale domestico con medicinali è fuori questione.

Se la rinotracheite viene diagnosticata nei gatti, il trattamento prevede l'uso di un'ampia gamma di azioni per combattere l'infezione. L'animale può essere prescritto antibiotici, terapia intensiva di supporto, trasfusione di sangue e terapia infusionale. L'alimentazione forzata può essere necessaria perché un gatto indebolito non mangia né beve: può morire per grave esaurimento o disidratazione.

Recensione veterinaria

Nella pratica veterinaria, vari farmaci vengono usati per trattare la rinotracheite - antivirali, antibiotici, gocce per ridurre le secrezioni nasali, farmaci per trattare le infezioni oculari. Lo scopo del farmaco è fatto prendendo in considerazione le caratteristiche del decorso della malattia in un animale, lo stato generale della sua salute, così come la presenza di sintomi clinici. Anche il regime di dosaggio e dosaggio dei farmaci è individuale.

Baytril

Il farmaco antimicrobico Baytril per gatti è un antibiotico ad azione rapida ed efficace. È prodotto in Germania, quindi il farmaco soddisfa gli standard di qualità europei e ha un costo piuttosto elevato. I veterinari possono consigliare di sostituire Baytril con analoghi più economici, in cui l'enrofloxacina agisce come sostanza attiva. Il farmaco ha un forte effetto e una serie di controindicazioni, quindi il suo uso dovrebbe essere preso in modo molto responsabile e attento.

anandin

La rinotracheite può colpire gli organi della vista e l'unico modo per preservare la salute degli occhi di un gatto è la nomina di gocce speciali.

Questo può Anandin farmaco per gatti il ​​cui prezzo è basso ed è disponibile per una vasta gamma di consumatori. Si tratta di 150-200 rubli. Quando si può prescrivere anche la secrezione nasale di Anandin per i gatti, le gocce nasali devono essere instillate in un animale domestico secondo le istruzioni per la preparazione.

maksidin

I colliri di Maxidine per gatti vengono assegnati agli animali come agente immunomodulante. Il farmaco può essere usato a casa, perché se si seguono le istruzioni, il suo uso non causerà effetti collaterali. Il farmaco Maxidine per gatti, il cui prezzo è di circa 350-400 rubli per confezione, è prescritto per rinite, congiuntivite e cheratocongiuntivite.

Roncoleukin

Medicina veterinaria Roncoleukin per gatti è un immunomodulatore ad ampio spettro. Non è consigliabile utilizzarlo senza la raccomandazione di un veterinario, perché se il dosaggio non è corretto, il farmaco aggraverà le condizioni dell'animale. Roncoleukin è prescritto per la diagnosi di altre malattie dell'occhio e di malattie respiratorie. Inoltre, il farmaco può essere prescritto dopo il trattamento principale della rinotracheite - aiuterà il gatto a guadagnare forza e ripristinare l'immunità dopo aver assunto potenti farmaci.

Gamapren

Il farmaco Gamapren per gatti, il cui prezzo è 400-500 rubli per 5 mg, è usato per trattare la rinotracheite infettiva in combinazione con altri medicinali veterinari. Le proprietà farmacologiche del farmaco veterinario sono rappresentate dall'azione antivirale. Il corso medio di trattamento della rinotracheite con un farmaco è di circa dieci giorni. Il riutilizzo è nominato non prima di due settimane.

tilosina

Il farmaco veterinario Tylosin per gatti è un antibiotico che viene utilizzato per le iniezioni. Durante le malattie virali, la tilosina viene trattata con infezioni secondarie. Viene anche usato per trattare mastite, polmonite, bronchite e dissenteria. Il dosaggio del farmaco dipende dal peso corporeo dell'animale e il suo effetto terapeutico persiste per tutto il giorno. Il medicinale deve essere applicato con attenzione agli animali che hanno una sensibilità individuale alla tilosina.

La combinazione di strategie di trattamento consentirà la completa eliminazione dei sintomi e la cura dell'animale. Per ridurre al minimo il rischio ripetuto di infezione, è necessario vaccinare l'animale in modo tempestivo, per proteggerlo dal contatto con gatti senzatetto e infetti, nonché per fornire al vostro animale domestico un'assistenza di qualità. Gatti che, attraverso una corretta alimentazione, hanno acquisito una forte immunità, raramente sono infetti da malattie e hanno una migliore qualità della vita. Leggi di cibo per gatti eukanuba di alta qualità.

Rinotracheite virale nei gatti, sintomi e trattamento a casa

Le infezioni da herpes sono pericolose perché sono in grado di persistere nel corpo di un animale per decenni senza mostrarsi. La via più comune di infezione è aerogenica, così come il contatto diretto con le secrezioni dal naso, dagli occhi o dalla bocca di un animale malato. Nei casi gravi della malattia sono possibili complicazioni: meningoencefalite, cheratite, epatite, pancreatite. L'ulcerazione delle membrane mucose porta a gengiviti, stomatiti e danni ai tessuti necrotici. A causa della disidratazione e dell'aggiunta di un'infezione secondaria, la morte è possibile.

La fonte del virus dell'herpes è costituita da gatti malati o portatori del virus. Il virus FHV-1 in tali gatti persiste a lungo nei gangli e nei neuroni e nel tratto respiratorio viene rilevato per 50 giorni dopo il recupero. In situazioni di stress, con ipotermia, riducendo la resistenza generale del corpo (anche durante la gravidanza, dopo la sterilizzazione o la castrazione), il patogeno viene attivato e inizia a moltiplicarsi nei linfociti. I sintomi di una malattia respiratoria lieve compaiono, che durano fino a 2 settimane, in rari casi diventano cronici.

La malattia è diffusa nel mondo, si verifica nel 50-75% dei gatti di tutte le razze e di tutte le età, ma più spesso gattini e giovani gatti fino a 1 anno vengono infettati. Il virus è isolato da animali di età compresa tra 6 e 12 mesi nel 60% dei casi, da 1 a 5 anni - nel 20% dei casi. La prevalenza del virus della rinotracheite è stagionale, con un picco in primavera e in autunno. La fase di incubazione dell'herpes dura fino a 10 giorni. Il recupero può avvenire in 10-14 giorni.

Il decorso cronico della malattia è complicato da atonia intestinale, stitichezza, bronchite, polmonite, infiammazione della cornea, che porta a un deterioramento della vista, danni al sistema nervoso. La maggior parte degli animali che hanno sofferto di rinotracheite acuta diventano portatori del virus. I gatti a lungo possono rilasciare il virus con latte, urina e feci - per un anno e mezzo.

Con lesioni ulcerative della mucosa orale e della polmonite, le morti sono possibili. Tra gli animali adulti, il tasso di mortalità è basso. Molto spesso, piccoli gattini e animali con un sistema immunitario indebolito muoiono quando diventano disidratati e ricollegano un'infezione secondaria. Acquisito a causa della malattia, l'immunità del gatto è di breve durata fino a 3 mesi. Nel 36% dei casi di malattie respiratorie, la rinotracheite virale si verifica in concomitanza con la calcivirosi.

In gatti gravidi con rinotracheite si verificano aborti spontanei. I gattini appena nati possono ottenere un'immunità debole con il latte materno. Un cranio di un gatto malato è spesso nato morto o malato (deformità congenite, gattini senza capelli).

La malattia è caratteristica solo per i rappresentanti della famiglia dei gatti e non è pericolosa per cani e persone.

Salendo sui tessuti mucosi del naso e della bocca, il virus dell'herpes entra nelle cellule, si moltiplica e causa la loro morte. Inizia l'infiammazione, compaiono piccole aree di necrosi che crescono nel tempo. Attaccandosi alla superficie dei leucociti, i virus entrano nel flusso sanguigno e si diffondono in tutto il corpo, causando il deterioramento generale e la febbre. Negli animali gravidi, il patogeno virale infetta l'utero, penetra nella placenta nel cervello fetale, causando anomalie congenite.

I sintomi della rinotracheite infettiva sono molto simili ai raffreddori.


Una caratteristica specifica è l'abbondante scarico dal naso e dagli occhi, che dovrebbe avvisare il proprietario del gatto, poiché ciò potrebbe indicare lo sviluppo della rinotracheite. Nei gatti compaiono i seguenti sintomi della malattia:

  • mancanza e respiro veloce;
  • raucedine e fischio mentre si respira e starnutisce;
  • tosse;
  • starnuti parossistici, naso che cola;
  • scarico chiaro, viscido o purulento dalla cavità nasale, dagli occhi e dalla vagina; queste secrezioni capelli molto sporchi sul viso e giogaia;
  • accumulo di pus nella gola;
  • alta temperatura corporea (fino a 40 gradi);
  • stato febbrile;
  • una forte diminuzione dell'appetito per diversi giorni;
  • sbavando;
  • sonnolenza e letargia;
  • un aumento dei linfonodi faringei e sottomandibolari;
  • infiammazione delle mucose degli occhi e delle palpebre;
  • gonfiore delle mucose;
  • fioritura bianca sul naso;
  • difficoltà a deglutire cibo e acqua;
  • ulcere sulla cornea degli occhi, lingua, mucosa nasale, labbra e pelle.

Il virus colpisce gli animali in modo diverso, alcuni dei suddetti sintomi potrebbero essere assenti. I gatti più anziani hanno una migliore rinotracheite, principalmente solo rinite.

I sintomi clinici dipendono dal grado della malattia: acuta, subacuta o cronica. La forma acuta più comune di rinotracheite.

Nel corso acuto della malattia nei primi giorni, la temperatura dei gatti aumenta, quindi compaiono congiuntivite e rinite. Scarica dal naso e dagli occhi - dapprima trasparente e liquido, poi mucoso, purulento, a volte mescolato con il sangue.


Quando si preme nella zona della laringe o della trachea, c'è un forte dolore. In alcuni casi, il tratto digestivo dell'animale è danneggiato, iniziano il vomito e la diarrea. Ci sono contrazioni involontarie dei muscoli degli occhi, che portano alla chiusura delle palpebre. C'è un restringimento della fessura palpebrale, le palpebre sono incollate insieme con il pus grigio.

Per la diagnosi e la diagnosi differenziale rinotracheite da altre malattie con sintomi simili (kaltsiviroz, picornavirus infezione clamidia, reovirus, micoplasmi) tamponi sono presi dalle membrane mucose della bocca, il naso e gli occhi per immunofluorescenza e analisi PCR, che portano a antigeni identificati al virus dell'herpes o al suo DNA. Gli esami del sangue per la rinotracheite non sono informativi.


L'esame al microscopio di raschiature determina l'accumulo di elementi di cellule con impurità di sangue e linfa, necrosi puntuale, inclusioni intracellulari.

L'infezione da Calcivirus è caratterizzata dal fatto che i gatti hanno una rinite e un'infiammazione degli occhi meno pronunciate (senza ulcerazioni), ma spesso sono presenti stomatite e polmonite. La clamidia è spesso accompagnata da congiuntivite unilaterale.

L'esame dell'animale rivela anche l'infiammazione della trachea, delle tonsille e dei bronchi, e in alcuni casi dei polmoni.

Non ci sono farmaci antivirali specifici per combattere l'herpes. L'agente eziologico della rinotracheite nei gatti viene inattivato a temperatura elevata, pertanto gli animali devono fornire un ambiente caldo a casa ed evitare l'ipotermia. Devi dar loro dell'acqua calda. La temperatura a 39,5 gradi non ha bisogno di abbattere.

I gatti malati devono essere isolati dalla salute. Periodicamente è necessario effettuare il trattamento dei locali e dei prodotti di cura (letti, ciotole, ecc.) Con detergenti e disinfettanti.

I risultati positivi sono forniti solo da un regime di trattamento completo volto ad alleviare i sintomi, sostenere l'immunità e la forza dell'animale, controllare il consumo di cibo e acqua e prevenire l'aderenza di infezioni secondarie.

Se un animale rifiuta di mangiare per 3 giorni, è necessario alimentarlo con la forza, poiché la lunga fame porta alla lipidosi del fegato (accumulo di grasso in esso). Se possibile, è necessario fornire al gatto alimenti ad alto contenuto calorico e preparazioni vitaminiche (Gamavit). La preferenza dovrebbe essere data al risparmio di cibo: liquido, pesce bollito e carne, latte caldo, cereali.

La prevenzione della disidratazione viene effettuata utilizzando soluzioni di disidratazione allo 0,9% di cloruro di sodio e al 5% di glucosio; Ringer e Ringer-Locke, che possono essere acquistati in farmacia. Se il gatto si rifiuta completamente di bere, utilizzare una miscela di soluzione di glucosio e cloruro di sodio, 1 parte di ciascun componente, in una dose giornaliera di 80-130 ml.

L'efficacia del trattamento dell'infezione da herpes dipende dall'immunità generale del gatto. I farmaci sotto forma di iniezioni sono più efficaci, ma ci sono anche farmaci per la somministrazione attraverso la cavità orale dell'animale. Immunomodulatori e immunostimolanti sono utilizzati per stimolare la risposta immunitaria antivirale:

  • Imunofan, iniezione intramuscolare, sottocutanea, 1 ml a giorni alterni, solo 4-5 iniezioni.
  • Fosprenil, a 0,5 ml / kg per via intramuscolare, una volta al giorno, per 10 giorni.
  • Roncoleukin, per via sottocutanea, per via endovenosa, 1 iniezione al giorno, 10.000-20.000 UI per 1 kg di peso, il corso generale - 3 somministrazioni.
  • Salmozan, per via intramuscolare, sottocutanea o attraverso la bocca, gattini da 0,5 ml, 1 ml di animali adulti.
  • Feliferon, per via intramuscolare, 400.000 IU, l'iniezione viene effettuata una volta al giorno, il corso generale - 5-7 colpi.
  • Cycloferon, per via intramuscolare, sottocutanea o endovenosa, il dosaggio per animali di peso compreso tra 2 e 5 kg - 0,2 ml / kg.
  • Kamedon, per via intramuscolare, una volta al giorno, il dosaggio per gli animali fino a un anno è 0,16 ml / kg, più vecchio di un anno è 0,12 ml / kg. Corso completo - 5-7 giorni.
  • Soluzione allo 0,4% di Maxidina, per via intramuscolare a 0,5 ml al mattino e alla sera, la durata del corso è di 3-5 giorni.
  • Anandin, per via intramuscolare, 20 mg / kg 1 volta al giorno, la durata del trattamento è di 3-6 giorni.
  • Forvet, per via sottocutanea, per via endovenosa, 1 ml per ogni 5 kg di massa; un'iniezione viene somministrata una volta al giorno, la durata totale della terapia è di una settimana. Nei casi più gravi - un doppio ciclo di 5 giorni con un intervallo settimanale.
  • Immunoglobulin Vitafel, una volta, per via sottocutanea, il dosaggio per gatti di peso fino a 10 kg è 1 ml, più di 10 kg - 2 fiale in volume di 1 ml con un intervallo di 24 ore.
  • Gamavitforte. Se non è possibile effettuare iniezioni intramuscolari, questo farmaco può sostituire il precedente per il trattamento domiciliare. Contiene un doppio set di nutrienti rispetto a Gamavit. Il dosaggio del farmaco è 0,5 ml per chilogrammo di peso del gatto, mattina e sera. La durata totale dell'ammissione - 10 giorni.

Come componente della terapia complessa, vengono utilizzati farmaci antivirali di azione sistemica:

  • Aciclovir, 3 mg / kg, tre volte al giorno, un ciclo di trattamento - una settimana. Il farmaco ha un effetto immunostimolante, ma ha anche un effetto collaterale indesiderabile - tossicità per l'organismo dei gatti.
  • Famciclovir alla dose di 40-90 mg per chilogrammo di peso animale, per via orale, assunto ogni 8 ore.
  • Lisina, per via orale, a 500 mg due volte al giorno.
  • Hamapren, per via orale, il dosaggio per gatti di peso fino a 2 kg è 0,5 ml, oltre 2 kg è 1 ml, il corso della somministrazione è di 5-10 giorni, nel caso di una grave rinotracheite, il corso viene ripetuto, ma non meno di due settimane più tardi.

Gli antibiotici non influenzano i virus, ma le infezioni batteriche secondarie spesso si uniscono alla rinotracheite, pertanto, è necessario trattare con farmaci antibatterici di spettro generale:

  • Flemoxin, per via orale, 12-22 mg / kg, due dosi al giorno, durata del corso 7-10 giorni.
  • Sumamed (azitromicina), per via orale, 5-15 mg / kg di peso del gatto, due volte al giorno dopo 12 ore, in un corso di 5 giorni. Il farmaco deve essere somministrato un'ora prima dei pasti o 2 ore dopo. Nei casi più gravi, il trattamento è esteso a 2 settimane. Il vantaggio del farmaco è la sua bassa tossicità, così come l'introduzione attraverso la bocca dell'animale.
  • Antibiotici cefalosporine - Cefazolina (per via intramuscolare, per via endovenosa, 5-10 mg / kg, ciclo di 5-14 giorni), Ceftriaxone (per via intramuscolare, gatti fino a 2 kg - 0,5 ml, più di 2 kg - 1 ml, una volta al giorno, pieno corso di 1-2 settimane), Cefotaxime (per via intramuscolare, 20 mg / kg, due dosi al giorno, ciclo completo di 7-10 giorni).
  • Penicilline semisintetiche - Sinulox (compresse - per via orale, soluzione - per via intramuscolare e sottocutanea, 12,5 mg / kg, due volte al giorno, per 1 settimana), Amoxicillina (il dosaggio è lo stesso).
  • Tilosina, per via intramuscolare, 0,1-0,2 ml / kg, una volta al giorno, la durata del trattamento è di 3 giorni.

Poiché l'assunzione di antibiotici può essere accompagnata da reazioni allergiche, si raccomanda di somministrare gli antistaminici animali: Claritin, Loratadin, Cetrin. La compressa deve essere divisa in 6-8 parti, frantumata, mescolata con acqua e annaffiata da un cucchiaio o introdotta in bocca attraverso una siringa senza ago.

Ogni giorno è necessario eseguire procedure igieniche per la pulizia del naso e degli occhi con antisettici speciali.


Gli unguenti antimicrobici oftalmici e le gocce contenenti corticosteroidi non devono essere utilizzati poiché predispongono a un'ulcera.

Il trattamento dell'occhio viene effettuato con farmaci:

  • Tobrex, due gocce nell'occhio colpito ogni 4 ore.
  • Anandin, 2-4 gocce per palpebra inferiore, 2 volte al giorno.
  • L'unguento per un occhio alla tetraciclina con un percento deve essere posto nella palpebra inferiore del gatto 3-5 volte al giorno. Applicare l'unguento al 3% sulle palpebre o applicare come medicazioni.
  • Vitafel immunoglobulina, 1-2 gocce nell'occhio, 3 volte al giorno.
  • Gocce di Levomitsetinovye - 2 gocce in ogni occhio, 3-4 volte al giorno.
  • Collirio Keretsid, Idurvan sulla base della chemioterapia 5-iodo-2-deossiuridina viene utilizzato per il trattamento delle lesioni ulcerative. Sono sepolti in 2-4 gocce, 4-6 volte al giorno.
  • 0,5% pomata oftalmica L'aciclovir viene applicato sull'occhio danneggiato almeno 5 volte al giorno.

Il trattamento delle cavità orale e nasale viene eseguito come segue:

  • In presenza di ulcere, la superficie del cavo orale viene lubrificata per la disinfezione con Iodinolo, clorexidina, per la guarigione - gel di Actovegin, Solcoseryl.
  • Anandin nasale e collirio, 2-4 gocce nei passaggi nasali, 3-5 volte al giorno. Anandin unguento è usato per trattare le lesioni ulcerative della pelle.
  • Immunoglobulina Vitafel - 3 gocce in entrambe le narici, 3 volte al giorno.
  • La dissoluzione delle secrezioni mucose spesse può essere eseguita per inalazione con un nebulizzatore a ultrasuoni, aggiungendo Fluimucil in forma liquida alla soluzione salina.

Se la temperatura corporea dell'animale è superiore a 39,5 gradi, vengono utilizzati farmaci antipiretici: Ketofen in compresse, Iksikom sotto forma di sospensione.

Il paracetamolo non può essere somministrato a causa della sua elevata tossicità per gli animali.

Nei gatti non vaccinati, la rinotracheite è molto più difficile, l'infezione si verifica in quasi il 100% dei casi quando è in contatto con un individuo infetto. I gattini dovrebbero iniziare a vaccinare con 8 settimane dopo la loro nascita. La rivaccinazione viene eseguita dopo 2 settimane, quindi una volta all'anno. L'immunità all'agente causativo della rinotracheite virale viene prodotta 14 giorni dopo la seconda vaccinazione.

I vaccini più moderni e complessi comprendono il siero contro la rinotracheite: NobivakTriket, Leukorifelin, Quadricat, Pyurvax, Felovax, Vitafel-S, Multifel-3, Multifel-4, Globfel. Quando si utilizzano farmaci importati si forma un'immunità di qualità superiore.

La rinotracheite nei gatti è una malattia acuta altamente infettiva caratterizzata da infiammazione degli occhi e degli organi respiratori. La prevenzione generale della rinotracheite di gatto consiste nell'osservare gli standard sanitari e igienici per il mantenimento degli animali, una dieta fortificata a pieno titolo, una regolare deeliminitizzazione, evitare il contatto con animali senzatetto e la somministrazione di sieri per sviluppare un'immunità specifica.

Rinotracheite nei gatti: primi segni, regime di trattamento e misure preventive

Ogni persona ha familiarità con il freddo. Starnuti, tosse, naso che cola, occhi lacrimosi - abbastanza piacevoli! E ancora meno contento quando il virus viene raccolto dai nostri fratelli minori. La rinotracheite virale nei gatti è una malattia pericolosa che richiede un trattamento immediato quando vengono rilevati i primi sintomi. Il proprietario non dovrebbe sperare che tutto vada da solo. A differenza del comune raffreddore, è una malattia insidiosa e pericolosa, dopo la quale sono possibili gravi complicazioni. Quali sono i segni della rinotracheite in un gatto, che tipo di malattia è e come trattarla, se il vaccino aiuta - guardiamolo. E impariamo come trattare questa malattia in un gatto in stato di gravidanza.

Maggiori informazioni sulla malattia

L'agente eziologico di questa malattia è il virus FHV-1 (herpes felino). Questo virus è pericoloso per l'uomo? Va notato immediatamente che no. L'animale domestico non può infettare completamente il proprietario, ma da altri animali sani. Anche da un gatto in stato di gravidanza, il virus può andare ai gattini. Le conseguenze della rinotracheite per i bambini sono molto tristi - tutta la prole può morire. Pertanto, è così importante sapere come un gatto può ottenere la rinotracheite e come trattarla.

Modi per trasmettere il virus

La rinotracheite infettiva nei gatti è una malattia molto facilmente trasmissibile. Per fare questo, un animale malato non ha nemmeno bisogno di contattare persone sane. Il virus viene escreto nelle urine, nella saliva, nelle lacrime e in altri liquidi animali. Un gatto in gravidanza - con latte. È in grado per lungo tempo di essere preservato nell'ambiente, trasmesso attraverso l'aria; il proprietario può indossarlo su vestiti o scarpe. Pertanto, anche se il gatto non cammina e non è mai per la strada, rimane a rischio e ha bisogno di una vaccinazione profilattica.

I principali modi in cui un virus può andare ad un animale sano:

  • Contatto fisico diretto con un gatto malato.
  • Utilizzare un vassoio della toilette.
  • Cibo da una ciotola
  • Giocattoli comuni

Inoltre, un animale che ha avuto questa malattia è stato anche il suo vettore per qualche tempo. Pertanto, non dovrebbe essere in contatto con altri animali sani.

A rischio sono gli animali con un'immunità debole, i gattini, in quanto le loro funzioni protettive non sono ancora completamente formate, animali con malattie croniche. Lo stress costante, la cattiva alimentazione, l'ipotermia e le cattive condizioni aumentano il rischio di infezione.

Ci sono anche casi in cui la rinotracheite cronica è stata diagnosticata in un animale. La malattia divenne cronica e si manifestò nel corso degli anni.

Alcuni fatti su questa malattia.

Ogni proprietario di gatto o gatto ha bisogno di conoscere i fatti di base su questa malattia. In primo luogo, un gatto in stato di gravidanza, infettato dal virus dell'herpes, infetta i gattini nel grembo materno. In secondo luogo, è molto pericoloso se il virus va agli occhi. Il trattamento in questo caso dovrebbe iniziare immediatamente, altrimenti il ​​gatto potrebbe perdere la vista. In terzo luogo, se la rinotracheite viene diagnosticata in un animale, è necessario effettuare una seria disinfezione a casa. È necessario elaborare tutto ciò a cui l'animale ha accesso: pavimenti, tappeti, coperte, mobili.

Come si manifesta la rinotracheite?

In alcuni gatti, i sintomi possono praticamente non manifestarsi, tali animali possono essere gli elementi portatori di vita del virus e infettare gli altri. Se l'animale ha una buona immunità, la malattia può anche manifestarsi inattiva: lieve malessere, secrezioni minori dalle mucose degli occhi e del naso, rifiuto del cibo. Le escrezioni sono segni visibili. Su Internet, è possibile vedere le foto di gatti con rinotracheite e confrontare il loro aspetto con il vostro animale domestico.

Molto spesso, la rinotracheite infettiva nei gatti si verifica in modo marcato. I sintomi principali sono:

  • starnuti e tosse;
  • scarico dal naso e dagli occhi. All'inizio, un naso che cola può essere lieve, ma progredisce rapidamente, e in pochi giorni la scarica diventa purulenta;
  • infiammazione delle mucose (vedi foto);
  • sbavando e mancanza di respiro;
  • incapacità di respirare attraverso il naso;
  • respiro affannoso mentre si respira;
  • alta temperatura;
  • ulcere sulla lingua (come appaiono - vedi foto);
  • apatia e letargia;
  • mal di gola e, di conseguenza, rifiuto di mangiare.

Un gatto in stato di gravidanza con il virus FHV-1 è a rischio di aborto o nascita di prole morta. Se il periodo di gestazione è breve, i gattini potrebbero non nascere affatto - il feto si dissolve a causa dell'azione del virus.

La malattia si sviluppa rapidamente. Il periodo di incubazione dura da tre giorni a una settimana. In questo momento, ci sono già sintomi luminosi evidenti (vedi foto) e un netto deterioramento della salute.

Ci sono tre forme principali della malattia: acuta, subacuta e cronica. In forma acuta, tutti i segni si sviluppano rapidamente. La temperatura aumenta bruscamente, appaiono scariche purulente, diventa difficile per l'animale respirare. Se la rinotracheite virale nei gatti è acuta, compaiono complicanze gravi come la polmonite o la bronchite. Il virus può anche influenzare il sistema nervoso dell'animale, si noterà con tali segni caratteristici: tremori muscolari, contrazioni degli arti. Con la sconfitta del virus del tratto gastrointestinale compaiono complicazioni sotto forma di stitichezza. Pertanto, è importante diagnosticare la rinotracheite nei gatti in tempo e iniziare a prendere i farmaci necessari.

La forma subacuta è caratterizzata da una rotta meno pronunciata. Può apparire solo una parte dei segni.

La malattia può trasformarsi in rinotracheite cronica quando il trattamento termina precocemente. Ad esempio, i segni scomparvero e il proprietario smise di somministrare i farmaci necessari all'animale. La ricaduta di una malattia non trattata può verificarsi successivamente se compaiono fattori avversi.

In assenza di un trattamento adeguato, la rinotracheite da herpes nei gatti può portare a immunodeficienza o leucemia, che è una malattia mortale. È anche possibile la comparsa di cheratite, ulcerazione della cornea oculare, malattie del sistema nervoso. Pertanto, è importante che il proprietario sappia come trattare la malattia.

Caratteristiche del trattamento della rinotracheite nei gatti

Come trattare una malattia così pericolosa? È possibile il trattamento domiciliare? Queste domande chiedono a tutti i proprietari di animali domestici. Non appena il periodo di incubazione è terminato e compaiono i primi sintomi della malattia (vedi foto), l'animale deve essere immediatamente mostrato a uno specialista. La diagnosi di rinotracheite virale nei gatti può essere effettuata solo da un veterinario dopo che sono stati eseguiti tutti i test necessari - di solito un tampone dalla bocca. Egli prescrive anche il trattamento e prescrive i farmaci necessari, gli antibiotici.

La diagnosi accurata dell'herpes è possibile solo effettuando test speciali. Ci sono due metodi principali: immunoassay enzimatico (IMA) e il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR). Grazie a questi test, un antigene virale può essere rilevato nel corpo dell'animale. È importante che il medico sia impegnato nella diagnosi e che non sia il proprietario stesso a diagnosticare il suo animale domestico. Poiché la rinotracheite può essere simile ad altre malattie. Secondo il quadro clinico con questo virus sono simili, ad esempio, clamidia, reovirus, ecc.

Il trattamento dura almeno una settimana. Le previsioni sono favorevoli. La mortalità per questa malattia è bassa. A rischio solo i gattini per i quali questo virus è molto pericoloso. Se mancano i sintomi e il trattamento non viene avviato in tempo, una cucciolata intera può morire.

In nessun caso è impossibile automedicare! Solo un veterinario dovrebbe prescrivere un regime di trattamento e farmaci necessari.

Di solito il trattamento è complesso e comprende antibiotici, farmaci anti-infiammatori e antipiretici, immunomodulatori. Si consiglia di somministrare le vitamine degli animali mediante iniezione intramuscolare, prescritte anche gocce nasali. Il trattamento domiciliare include il trattamento delle membrane mucose con unguenti speciali. Quali gocce nasali danno un gatto con rinotracheite? I farmaci principali oggi sono Maxidine o Anandin.

Gli antibiotici che sono prescritti per questa malattia sono amoxicillina, lozival. Inoltre, il medico può prescrivere un corso terapeutico del ciclofone della droga. Sono richiesti immunomodulatori. Ad esempio, fosprenil, immunofan, ribotan. Alcuni farmaci possono causare una reazione allergica, quindi il veterinario può anche prescrivere antistaminici.

Il trattamento del virus include una dieta per animali domestici. Il cibo dovrebbe essere in uno stato semi-liquido, dovrebbe essere dato in piccole porzioni. Inoltre, l'animale dovrebbe sempre stare in piedi su una ciotola di acqua tiepida. Al fine di prevenire le conseguenze della rinotracheite nei gatti, l'animale deve essere sottoposto a tutti i preparativi in ​​tempo e tenuto in una stanza pulita, calda e asciutta, senza correnti d'aria.

Se ci sono altri animali nella casa, l'animale malato deve essere isolato da loro e la stanza deve essere trattata. Preparati per il trattamento: una soluzione di fenolo, formalina (due per cento). È importante capire che, sopravvissuto con un virus, un animale rilascerà un virus pericoloso per almeno un altro anno, se non per il resto della sua vita. Pertanto, se ci sono diversi gatti a casa, è meglio avere una vaccinazione contro la rinotracheite in anticipo.

Il trattamento della rinotracheite nei gatti è il seguente:

  • L'animale ha accesso a una fonte di calore, poiché il virus è sensibile alla temperatura. Se il gatto non supera i 39,6 gradi, non gli possono essere somministrati farmaci antipiretici.
  • Il compito principale è quello di sostenere il corpo e prevenire il verificarsi di altre malattie. Gli antibiotici ad ampio spettro e gli immunostimolanti sono prescritti agli animali. Amoxicillina e ciclofone - i principali mezzi che sono prescritti per questa malattia.
  • Se l'animale si rifiuta di mangiare e acqua, è necessario impegnarsi nella prevenzione della disidratazione. Per fare questo, utilizzare soluzioni di glucosio, Ringer-Locke. Gli animali domestici sostengono l'introduzione del siero della vitamina sottocutaneo.
  • Ogni giorno, l'animale ha bisogno di pulire i suoi occhi con una speciale lozione antisettica, gocce di gocciolamento nel naso.
  • Avendo notato i primi segni di rinotracheite, il gatto deve essere isolato e il suo movimento intorno all'appartamento dovrebbe essere ridotto. L'isolamento deve essere mantenuto per il periodo di trattamento.

Misure preventive

Abbiamo esaminato i sintomi e il trattamento di questo virus. Ma è possibile prevenire lo sviluppo della malattia nel tuo animale domestico? La prevenzione è solo una vaccinazione fatta in tempo. Il vaccino per la rinotracheite, che viene iniettato nei gatti, è di due tipi: vivo e inattivato. Il primo ha effetto quattro giorni dopo la vaccinazione. Inoltre, nella prima settimana, i gatti diventano portatori di questo virus, quindi è auspicabile proteggerli dagli altri animali. Inoltre, quando si vaccina con un vaccino vivo, è possibile la manifestazione di reazioni post-vaccinazione.

Quando la vaccinazione con un vaccino inattivo richiede la rivaccinazione dopo 3 settimane. Ma l'effetto di tale vaccino persiste per tutto l'anno.

Multifel-4 è un vaccino contro la rinotracheite e altre malattie. Lei vaccina piccoli gattini, ripetendo la rivaccinazione dopo 3 settimane. I gatti adulti vengono vaccinati ogni anno. Il vaccino contro la rinotracheite deve essere somministrato a tutti i gatti: sia camminando per strada sia stando seduti a casa (c'è il rischio di prendere il virus da, ad esempio, scarpe umane).

Le conseguenze della rinotracheite e del decorso della malattia possono essere gravi, quindi è importante prendere tutte le misure preventive. Oltre alla vaccinazione annuale, il gatto deve essere adeguatamente mantenuto. Non dovrebbe essere super raffreddamento, essere nelle bozze. L'animale deve mangiare bene, nella dieta è necessario includere vitamine e minerali. È importante proteggere l'animale dallo stress, che può minare la sua immunità.

Rinotracheite del gattino - sintomi, trattamento e prevenzione

Rinotracheite nei gattini provoca un forte processo infiammatorio della mucosa nasale e della trachea. La patologia è considerata abbastanza pericolosa e, se non trattata, può essere fatale. È importante sapere come si verificano rinotracheite, sintomi e metodi di trattamento.

Come si verifica l'infezione?

Quasi tutti i gattini soffrono di rinotracheite, indipendentemente dalla loro età o razza. L'incidenza è elevata e il tasso di mortalità raggiunge quasi il 20%. Se un animale ha avuto questa malattia, sviluppa un'immunità duratura e ha ripetutamente manifestato la malattia. I suoi piccoli gattini sono i più difficili da sopportare.

Fai attenzione! La rinotracheite virale può verificarsi in tutti i gattini. Inoltre, se l'animale domestico arriva costantemente in casa e non esce per strada, non garantisce il 100% che l'infezione non si verifichi. Ma in questi casi non succede così spesso.

L'infezione si verifica spesso attraverso goccioline trasportate dall'aria. Esistono i seguenti metodi di infezione:

  • attraverso il contatto diretto con un animale infetto;
  • l'uso di oggetti di un gattino infetto - un vassoio, una ciotola per il cibo;
  • durante l'accoppiamento con un animale malato;
  • i gattini vengono spesso infettati da un gatto infetto;
  • la rinotracheite può essere trasportata da insetti che sono stati precedentemente in contatto con un gattino infetto;
  • l'infezione può verificarsi durante le esposizioni di gatto. In questi luoghi c'è un'alta probabilità di infezione;
  • qualche volta un organismo patogeno virale può portare un ospite su vestiti, scarpe.

diagnostica

Stabilire che l'animale domestico abbia la rinotracheite. La diagnosi deve essere effettuata da un esperto veterinario esperto. Al fine di stabilire una diagnosi accurata, il medico deve condurre una serie di studi:

  • sicuro di prendere colpi dallo strato mucoso della bocca, naso, occhi. Questo è necessario per l'analisi di immunofluorescenza;
  • Gli studi sulla PCR vengono eseguiti. Questa diagnosi consente di identificare gli antigeni del virus dell'herpes e del DNA;
  • a volte viene eseguito un esame del sangue, ma fornisce poche informazioni.

Rinotracheite in un gattino - sintomi e trattamento

Il trattamento della rinotracheite in un gattino è piuttosto complicato e lungo. Sfortunatamente, non esistono medicinali speciali progettati per eliminare le infezioni da herpes.

Il trattamento e i sintomi della rinotracheite sono condizioni importanti su cui prestare attenzione. Innanzitutto, dovresti studiare attentamente i sintomi di questa malattia. Aiuteranno a determinare in tempo la presenza della malattia nell'animale domestico e a condurre la terapia medica necessaria.

La rinotracheite è considerata una malattia virale e pertanto sintomi specifici non caratteristici lo accompagnano. Aiuteranno a riconoscere rapidamente la presenza della malattia in un gattino. Quando vengono identificati, vale la pena contattare immediatamente un veterinario, altrimenti gravi complicazioni possono sorgere con la salute dell'animale.

Con la rinotracheite, si verificano i seguenti sintomi:

  1. Il primo segno di questa malattia è starnutire;
  2. Selezione dagli occhi e dal naso. Nella fase iniziale, hanno un aspetto trasparente, quindi dopo un po 'acquisiscono una struttura purulenta;
  3. Aumento della temperatura;
  4. L'animale diventa pigro, assonnato;
  5. Il gattino non vuole mangiare il solito cibo, ha completamente perso l'appetito;
  6. La manifestazione di gonfiore delle mucose;
  7. Aumento della salivazione
  8. Molte ulcere appaiono sulla superficie dello strato mucoso;
  9. Manifestazioni parossistiche di tosse;
  10. Mal di gola Questo sintomo può essere visto sul comportamento dell'animale domestico. Ad esempio, quando un gattino non può usare miscele di mangime, ma allo stesso tempo si siede di fronte a una ciotola. Può anche mangiare o bere un po ', ma deglutisce abbastanza duramente, mentre tira la testa di lato.

Trattamento domiciliare

Il trattamento domiciliare deve essere eseguito nel rispetto delle seguenti raccomandazioni:

  • solitamente l'agente patogeno cessa di svilupparsi a temperature elevate, per questo motivo è necessario fornire calore per l'animale;
  • l'ipotermia dovrebbe essere evitata;
  • l'acqua è consigliata solo con acqua tiepida;
  • se l'animale ha una temperatura fino a 39,5 gradi, non dovresti abbatterlo;
  • gli animali infetti dovrebbero essere isolati da animali sani;
  • periodicamente è necessario effettuare la lavorazione della stanza e dei luoghi di custodia degli animali. Durante la lavorazione di letti, ciotole, vassoio, è necessario utilizzare detergenti e disinfettanti;
  • se l'animale non vuole mangiare cibo per tre giorni, allora deve essere alimentato con la forza. Il fatto è che il digiuno prolungato porta alla lipidosi del fegato, cioè all'accumulo di grasso in esso;
  • il mangime deve essere somministrato per i cuccioli con contenuto calorico elevato. Inoltre, alla dieta dovrebbero essere aggiunti preparati vitaminici;
  • per l'alimentazione, si consiglia di utilizzare alimenti parsimoniosi: alimenti liquidi, bolliti di pesce, carne, latte caldo, cereali;
  • necessariamente richiesto per prevenire la disidratazione. Per questo vale la pena usare soluzioni di disidratazione allo 0,9% di cloruro di sodio e al 5% di glucosio. Il più efficace include Ringer e Ringer-Locke. Questi farmaci possono essere acquistati in farmacia;
  • se l'animale domestico non vuole bere acqua, è necessario applicare una miscela di soluzione di glucosio e cloruro di sodio. Prendi 1 parte di ogni soluzione, mentre la dose giornaliera dovrebbe essere di 80-130 ml.

Terapia farmacologica

Il regime di trattamento della rinotracheite comporta l'uso di un gran numero di medicinali, senza i quali l'animale da solo non può far fronte a questo disturbo. Ma per prescrivere tutti i farmaci deve essere uno specialista veterinario dopo aver condotto uno studio diagnostico appropriato.

Fai attenzione! Non usare droghe per i gattini da soli. Il dosaggio e il regime prescritti dal medico. Inoltre, assicurarsi di esaminare attentamente le controindicazioni e i sintomi avversi.

Si raccomanda di trattare la rinotracheite in un gattino con l'aiuto di immunostimolanti e immunomodulatori. I seguenti sono tra i farmaci efficaci in questo gruppo:

  • Immunofan. Questo strumento viene utilizzato sotto forma di somministrazione intramuscolare o sottocutanea. Si fa a giorni alterni, per l'intero periodo della terapia medica 4-5 iniezioni sono fatte;
  • Tsikloferon. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare, sottocutanea, per via endovenosa. La dose è calcolata in base al peso dell'animale;
  • Anandin. Introdotto per via intramuscolare. Il periodo di applicazione è 3-6 giorni.

Oltre agli immunostimolanti si consigliano antibiotici e gocce:

  • Flemoksin. Viene assunto per via orale per 7-10 giorni;
  • Sumamed (azithromycin). Il farmaco viene preso due volte al giorno in una dose, a seconda del peso dell'animale. Il corso di prendere 5 giorni;
  • i preparati a base di cefalosporina (Cefazolin, Ceftriaxone) sono somministrati per via intramuscolare;
  • tra le gocce, Tobrex, Anandin, Levomitsetin hanno un buon effetto;
  • L'unguento tetraciclina dell'occhio è altamente efficace.

Per il trattamento delle ulcere, è possibile utilizzare i seguenti strumenti:

  • agenti con azione antisettica - Iodinolo, clorexidina;
  • per accelerare la guarigione - gel di Actovegin, Solcoseryl;
  • Per l'eliminazione delle ulcere nel naso, puoi seppellire le gocce di Vitafel-immunoglobulina, Anandin.

Scopri di più sui sintomi, la diagnosi, il trattamento e la rinotracheite infettiva profilaktiki negli animali.

effetti

Se, nell'individuare i primi segni di malattia, l'ospite non ha iniziato un trattamento tempestivo, allora potrebbero apparire possibili complicanze della rinotracheite nei gattini. Le pericolose conseguenze di questa malattia sono le seguenti:

  1. Spesso si manifestano bronchiti, infiammazione polmonare (polmonite);
  2. C'è un forte danno al sistema nervoso. Questa condizione può essere accompagnata da andatura rigida, tremori muscolari, spasmi degli arti;
  3. Possono verificarsi danni al tratto gastrointestinale - stitichezza, debolezza intestinale, diarrea, diarrea;
  4. La manifestazione di processi infettivi secondari regolari;
  5. Lo sviluppo della leucemia, immunodeficienza virale. In questi casi, la mortalità è al 100%.

Ulteriori informazioni sul trattamento e la profilazione della rinotracheite nei gatti in età adulta.

prevenzione

La rinotracheite è considerata una malattia pericolosa, può portare a gravi complicazioni, che spesso portano alla morte dell'animale. In questo caso, un'infezione virale può ripresentarsi più di una volta. Per questo motivo, è necessario proteggere il tuo animale da una malattia pericolosa, per questo è necessario osservare importanti misure preventive:

  • la vaccinazione è richiesta ogni anno;
  • È necessario evitare situazioni stressanti che possono portare a una diminuzione del sistema immunitario dell'animale;
  • regolari esami veterinari dell'animale;
  • È assolutamente necessario condurre una terapia antielmintica di volta in volta, che aiuterà a eliminare i parassiti interni. Sono i vermi e altri tipi di vermi che portano a una forte diminuzione dell'immunità dell'animale;
  • è necessario monitorare la purezza del vassoio e delle ciotole per animali domestici;
  • È necessario impedire il contatto di gattini con animali di strada.

Se tutti i consigli e le misure preventive vengono seguiti correttamente, si può evitare l'infezione dell'animale con rinotracheite. Se, tuttavia, questo disturbo non può essere evitato, allora vale la pena contattare il veterinario nella fase iniziale. Vale la pena ricordare che la malattia può causare gravi complicanze, quindi il trattamento dovrebbe iniziare in una fase precoce.