Malattie degli occhi nei gatti: tipi e metodi di trattamento delle patologie

Salute

"Gli occhi sono uno specchio dell'anima", questa citazione è nota a quasi tutti. Non è noto se i gatti ce l'abbiano, ma tutti sanno per certo che è possibile determinare lo stato di salute dell'animale. E anche un allevatore completamente inesperto non sarà in grado di identificare molte malattie degli occhi nei gatti, poiché i loro segni sono estremamente caratteristici. Ma non tutti gli amanti dei gatti conoscono le varietà di queste patologie. Questo articolo tratterà alcuni aspetti di un argomento molto esteso.

Patologie infettive

Le malattie infettive degli occhi nei gatti sono abbastanza comuni e diffuse. Possono essere causati da virus, batteri, funghi. Le infezioni possono essere singole o bilaterali. In alcuni casi, non tutto il bulbo oculare è interessato, ma solo alcune delle sue parti. Quindi, prima di te la loro classificazione più semplice:

  • Se la cavità congiuntivale è interessata, la malattia viene chiamata congiuntivite.
  • Nel caso in cui la coroide venga colpita, si verifica uveite.
  • La blefarite è una malattia infiammatoria delle palpebre.
  • L'orzo è una malattia molto, molto sgradevole, la cui essenza risiede nell'infiammazione della ghiandola sebacea o del follicolo delle ciglia.
  • La cheratite è anche chiamata infiammazione della cornea.

Le malattie possono apparire da sole o come risultato di qualche tipo di malattia infettiva. Uno dei disturbi di gatto più comuni è la congiuntivite. Più velocemente si identificano i segni di queste patologie, maggiori sono le probabilità di un esito felice.

Sintomi generali

In generale, il proprietario medio di un gatto non ha bisogno di capire i sintomi di ciascuna malattia descritta sopra, ma i segni più caratteristici valgono ancora la pena conoscere:

  • Rossore e gonfiore - garanzia quasi al 100% di infiammazione.
  • Strabismo (il glaucoma inizia spesso).
  • Lo scarico dagli occhi è un sintomo allarmante. E non è affatto necessario che il pus possa filtrare dall'occhio, poiché il flusso costante della secrezione acquosa indica anche una reazione infiammatoria grave.
  • Pain. A volte il gatto ulula, semplicemente toccando la palpebra con la zampa.
  • Se il gatto si gratta e si strofina costantemente le palpebre, allora non c'è niente di buono in questo.
  • Al mattino potrebbe essere che il tuo animale domestico non possa aprire gli occhi. In questo caso, le palpebre saldamente "afferrano" il pus essiccato.
  • Fotosensibilità (avversione alla luce intensa).
  • Qualsiasi annebbiamento corneale, "pellicola bianca", suggerisce la possibilità di glaucoma o cheratite.

Informazioni diagnostiche generali

Nella maggior parte dei casi, una diagnosi più o meno affidabile può essere fatta a casa, sulla base di segni clinici visibili. Ma è ancora meglio assicurare e applicare metodi diagnostici più accurati:

  • Semina sbavature su terreni nutrienti. Quindi è possibile identificare con precisione un agente patogeno specifico e prescrivere l'unico trattamento appropriato.
  • Utilizzare gocce contenenti fluoresceina sodica. Questo è un pigmento speciale. Quando una fonte di debole radiazione UV viene diretta nell'occhio, a cui questo farmaco è stato precedentemente rilasciato, tutte le ulcere, ferite minori e altri difetti sono chiaramente evidenziati. A volte anche alcuni microrganismi "brillano".

Tecniche terapeutiche

In primo luogo, si deve dire sull'assoluta inammissibilità del trattamento degli occhi di gatto con farmaci originariamente destinati all'uomo. Se osservi almeno alcuni dei sintomi descritti nell'articolo, assicurati di contattare il veterinario. La terapia più spesso include quanto segue:

  • Unguento con antibiotici (tetraciclina).
  • Farmaci antifungini per il trattamento di micosi.
  • Unguenti o gocce con effetto antivirale.
  • Un regolare risciacquo degli occhi, se un abbondante essudato incolla costantemente le palpebre insieme.

Ora che abbiamo descritto le basi, ha senso descrivere in modo più dettagliato alcune malattie degli occhi nei gatti (la più comune).

congiuntivite

Come abbiamo detto, la cosiddetta infiammazione congiuntivale. I sintomi principali sono l'escrezione di grandi quantità di essudato, e questo può essere sia deflussi idrici relativamente innocui che pus. La terapia, in definitiva, consiste nell'eliminare la microflora patogena che causa il processo infiammatorio. Ma non solo gli agenti infettivi possono esserne responsabili.

In molti casi, questa malattia è causata dal virus herpes del gatto. Poiché questa infezione è incurabile (il patogeno rimane nel corpo per sempre), l'infiammazione degli occhi in tali animali può verificarsi dopo uno stress più o meno grave. Ma non dimenticare che la causa della congiuntivite potrebbe essere un'allergia o addirittura la clamidia. Vorrei anche notare una statistica interessante: molti veterinari praticanti sostengono che i gatti di razza sono più inclini a questa malattia. Qual è la ragione, è difficile da dire.

uveite

La membrana vascolare fornisce nutrienti e ossigeno a tutti i tessuti e le cellule del bulbo oculare. La sua infiammazione è chiamata uveite. Questa non è solo una patologia estremamente dolorosa che colpisce gravemente le condizioni generali dell'animale. Se la malattia non viene curata, quasi certamente porterà alla cecità totale o parziale del tuo animale. Ci sono molte ragioni per questa patologia, eccone alcune:

  • Malattie autoimmuni
  • Tumori di eziologia benigna o maligna.
  • Lesioni.
  • Disordini metabolici
  • Infezioni di eziologia sconosciuta.
  • Toxoplasmosi.
  • la malattia di rickettsiosi.

Infine, vari virus sono una causa abbastanza comune di uveite. Ad esempio, questi includono l'agente eziologico della leucemia felina, l'immunodeficienza felina e persino la peritonite infettiva. Quindi questa malattia può essere un formidabile precursore di pericolose patologie che portano non alla cecità, ma alla morte! A proposito, i sintomi principali sono i seguenti:

  • Pain.
  • Gli occhi dei gatti diventano così rossi che sembrano conigli albini.
  • Strabismo.
  • L'alunno "si restringe" fortemente, o ottiene una forma irregolare e vaga.
  • Il bulbo oculare può gonfiarsi gravemente.
  • Gli occhi non sono solo rossi, ma anche opachi, un cambiamento significativo nel colore dell'iride.

Di conseguenza, la terapia dipende sia dalle manifestazioni della malattia che dalle sue cause. Le gocce vengono applicate agli occhi per ridurre l'infiammazione e la medicina del dolore viene prescritta per via orale. A seconda dell'eziologia, all'animale vengono somministrati antibiotici, altri farmaci antimicrobici o antifungini. In alcuni casi, l'uso di corticosteroidi. Se esiste un rischio reale di sviluppare il glaucoma, il veterinario può raccomandare la rimozione chirurgica dell'occhio.

blefarite

Come abbiamo già scritto, la blefarite è chiamata infiammazione delle palpebre. Va ricordato che in questo caso si tratta piuttosto della loro superficie interna (congiuntiva palpebrale) piuttosto che esterna. Ecco i segni che indicano la presenza della malattia:

  • Pelle squamosa e squamosa intorno agli occhi.
  • Il prurito è così forte che il gatto pettina intensamente queste zone, inoltre graffia e irrita la pelle.
  • Scarico dagli occhi, che può essere acquoso, viscido o purulento.
  • Gonfiore e ispessimento dei tessuti, la terza palpebra può apparire nell'angolo dell'occhio.
  • La comparsa di zone completamente glabre sulle palpebre, dove la pelle è molto fragile, viene facilmente strappata con la minima pressione.
  • Perdita di capelli sulle palpebre stesse e nelle aree "di confine".
  • La pelle affetta da blefarite spesso "sfuma", perdendo il pigmento.
  • La formazione di papule multiple (nella foto).
  • La formazione di pustole.
  • Ptosi, cioè l'omissione della palpebra superiore.

La strategia terapeutica dipenderà dalla causa radice immediata della malattia. Se non è stato possibile identificarlo, viene utilizzato un approccio sintomatico al trattamento. Ad esempio, gli impacchi caldi, che si applicano per 10-15 minuti diverse volte al giorno, si sono raccomandati bene. L'essudato escreto può essere rimosso con soluzione salina sterile. Certamente, allo stesso tempo vengono prescritti antibiotici e altri agenti antimicrobici.

Sfortunatamente, il trattamento conservativo non aiuta in tutti i casi. Quindi, se un tumore (anche se è benigno) ha contribuito allo sviluppo della blefarite, è urgentemente necessario rimuoverlo. Nel caso in cui la malattia sia di origine virale (herpes), gli agenti antivirali vengono utilizzati sotto forma di gocce e altre manifestazioni sono trattate solo sintomaticamente. L'infiammazione dell'eziologia allergica è trattata con entrambi gli antistaminici e ricorrono alla nomina di immunosoppressori.

cheratite

Questo è il processo di infiammazione, irritazione e gonfiore della cornea. Poiché allo stesso tempo i tessuti dell'organo interessato sono disidratati, la malattia viene spesso chiamata "occhio secco". Finora, alcune cause della cheratite non sono state studiate nella misura adeguata, ma la patologia può certamente essere provocata da:

  • Virus dell'herpes felino
  • Chlamydia.
  • Corpo estraneo che ferisce la cornea.
  • Lesioni agli occhi
  • Infezioni locali o comuni.

È diviso in diversi tipi contemporaneamente:

  • Cheratite ulcerosa Il più delle volte si sviluppa sullo sfondo di danni meccanici alla cornea, c'è una spina.
  • La cheratite degenerativa cronica è più comune tra alcune razze (ad esempio, i gatti siamesi). Quindi, in alcuni casi è possibile parlare di predisposizione ereditaria.
  • Cheratite eosinofila Un tratto caratteristico è la tonalità rosata della cornea, che risulta essere ricoperta da un film biancastro. Queste malattie degli occhi sono particolarmente pericolose nei gattini, che, se appaiono, possono rimanere ciechi.

La cheratite può essere sconfitta solo se è stata rilevata in fasi sufficientemente precoci. Come trattare questa malattia? Nei casi più tipici, vengono usati antibiotici ad ampio spettro e farmaci antivirali. A volte aiuta a migliorare il sistema immunitario. Se la cheratite è comparsa sullo sfondo dell'herpes felino, questa tecnica potrebbe non funzionare. In questo caso, la malattia progredisce gradualmente, possono comparire ulcere profonde sulla cornea. Solo la terapia di mantenimento può più o meno preservare la qualità della vita. Tutto è completamente lo stesso con gli stadi avanzati della malattia.

orzo

Questa malattia degli occhi nei gatti è rara, ma in caso di problemi, causa molto. I segni sono piuttosto caratteristici: dapprima il gatto strofina continuamente l'occhio, la palpebra si gonfia leggermente, e poi un grande "brufolo" è chiaramente visibile su di esso. L'orzo dovrebbe essere trattato chirurgicamente. Per prima cosa, aspettano fino a quando appare il centro di suppurazione, quindi viene aperto e l'essudato accumulato viene completamente rimosso. Si consiglia di lavare l'occhio più spesso, è consentito utilizzare preparati ormonali che aiutano a liberarsi rapidamente dei sintomi di infiammazione e gonfiore.

Malattie degli occhi nei gatti

Cosa fare se un gatto o un gatto ha un occhio dolorante, gonfio e acquoso? Molti hanno immediatamente segnalato un animale domestico al veterinario. Questa decisione è l'unica giusta, dal momento che un prurito banale e l'inizio della dimissione possono diventare l'araldo di malattie come la blefarite e il glaucoma. Anche la congiuntivite non coniugata porta a serie complicazioni. Questo articolo ti aiuterà a capire se portare un animale da un dottore.

Foto da un sito: porodakoshki.ru

Il dolore negli occhi di un gattino o di un animale adulto e la menomazione visiva sono un problema comune. Spesso ciò è dovuto non solo alla mancanza di adeguata cura da parte del proprietario, ma anche alla predisposizione ereditaria.

Le cause di questa o di quella malattia oftalmologica sono molte:

  • penetrazione nel corpo di un'infezione da animale;
  • debolezza generale causata da una diminuzione dell'immunità;
  • disordini metabolici;
  • infezione parassitaria, ecc.

Il veterinario deve essere contattato non appena noti i seguenti segni caratteristici:

  • l'occhio cominciò ad annaffiare, apparvero scariche opache;
  • le palpebre cominciarono a gonfiarsi;
  • apparve un film bianco o bluastro;
  • offuscato l'obiettivo.

Sperare che tutto passi da solo non vale la pena, così come pensare di poter fare la diagnostica e prescrivere i farmaci necessari da soli - solo il medico sa come trattare le malattie degli occhi nei gatti.

È importante consultare uno specialista in tempo - ogni giorno perso aumenta il rischio di complicazioni e di peggioramento dell'animale domestico.

Quindi se non sei indifferente al destino di quello che hai domato, devi solo portarlo alla clinica veterinaria più vicina quando trovi i primi segni di malattia.

Sintomi e trattamento delle malattie degli occhi nei gatti con una foto

Molto spesso si trovano piccoli gattini o individui più anziani:

Foto dal sito Web: www.ourkoshki.ru

La causa di questo spiacevole fenomeno sia per l'animale che per il suo proprietario è la presenza di aderenze nel naso. Ogni proprietario può riconoscere questa malattia - basta guardare attentamente la faccia dell'animale.

Segni di malessere - il verificarsi di lacrimazione pesante, bagnatura costante degli occhi e dei capelli intorno a loro, cambiando il suo colore.

Il modo più efficace ed efficace per trattare un animale domestico può sembrare crudele per l'animale, ma il suo uso è necessario per migliorare la sua salute - il medico conduce il rilevamento dei canali nasolacrali con l'aiuto di cateteri, attraverso il quale viene rilasciata una soluzione speciale. Penetrando nella cavità, agisce sulle aderenze, addolcendole e rimuovendole in modo naturale.

Foto dal sito: www.slideshare.net

Scarico opaco - i sintomi di un'altra malattia comune che colpisce la congiuntiva, coprendo quasi l'occhio. Nel primo caso, un processo infiammatorio porta a bagnare e attaccare l'occhio, che ha inghiottito non solo la palpebra superiore, ma anche i follicoli linfatici - sono visibili all'ospite sotto forma di sigilli rossi.

Allo stesso tempo, si osservano sintomi come l'apparizione di un film torbido sul bulbo oculare, una scarica purulenta, a volte l'apparenza di sensibilità e paura della luce intensa.

La diagnostica dovrebbe essere affidata a un medico esperto, in nessun caso tentare di trattare l'animale con mezzi folli e improvvisati.

Il più delle volte, i veterinari ricorrono alla chirurgia, seguita dalla nomina di un trattamento farmacologico. Sembra sgradevole, ma questo è l'unico modo per aiutare il tuo animale domestico.

  • Congiuntivite catarrale

Foto dal sito: kotopes.ru

La causa della malattia è la contaminazione dell'occhio con particelle estranee e l'irritazione della mucosa. I segni che l'ospite può notare sono il verificarsi di arrossamento, gonfiore della palpebra e rilascio di muco (catarro).

Confrontando questo modulo con quanto sopra, vale la pena notare la relativa innocuità: il trattamento non richiede un intervento chirurgico e le complicazioni possono verificarsi solo se il proprietario del gatto o del gatto non è impegnato nei propri animali. Questa circostanza non nega la necessità di andare dal medico - prima mostri il tuo animale al veterinario, più velocemente guarirà.

Foto dal sito: www.usatiki.ru

L'elenco con i sintomi e il trattamento delle comuni malattie degli occhi nei gatti non può essere evitato senza menzionare questa specie - una delle più gravi. Quando si verifica, non solo la congiuntiva è danneggiata, ma anche la fibra che circonda il bulbo oculare.

Le ragioni sono le stesse dei casi discussi sopra: lesioni alle mucose da parte di corpi estranei, che hanno causato un grave processo infiammatorio. I seguenti sintomi sono caratteristici - grave gonfiore della membrana connettiva e gonfiore del tessuto sottocongiuntivale, danno alle palpebre superiori e inferiori, aridità della superficie sporgente della congiuntiva e sanguinamento al minimo effetto meccanico. L'animale potrebbe avere la febbre

Solo un medico può dirti come trattare questa malattia agli occhi nei gatti. Il più delle volte, un veterinario viene prescritto lozioni con una soluzione che ha un effetto astringente, lavaggio con soluzione di perossido di idrogeno e unguento. Al momento del trattamento, l'animale deve essere fasciato in modo da non danneggiare la cornea e causare una nuova infezione.

Foto dal sito: vashipitomcy.ru

Questa malattia è associata a un processo infiammatorio che colpisce i bordi delle palpebre con una mancanza di vitamine, disbatteriosi, irritazione con un corpo estraneo o esposizione a un'infezione di un organismo. I segni in questo caso sono arrossamento e gonfiore, secrezione di pus, forte prurito, che provoca la pettinatura degli occhi, perdita di ciglia e comparsa di ulcere.

Il trattamento prescritto da uno specialista può includere il lavaggio regolare con gocce per gli animali ("Iris" o "Conjunctiva"), il corso "Gamavita" per via intramuscolare e il trattamento delle palpebre con unguenti speciali.

Cat Cataract Treatment

Foto dal sito: veteye.skycover.ru

Una malattia così pericolosa come una cataratta (o l'opacità della lente) richiede un ricorso immediato al veterinario, che sceglierà la tattica del trattamento, determinerà la sua durata e sceglierà la droga.

Molto spesso, questo problema è rivolto a uno specialista dai proprietari di animali anziani. La causa dello sviluppo della malattia è una diminuzione del livello dell'acqua nella lente, dove il colesterolo, le proteine ​​che non possono essere dissolte e altre sostanze iniziano a depositarsi.

A volte portano alla cataratta:

  • diabete mellito;
  • gravi lesioni subite da un animale domestico;
  • avvelenamento.

Come capire che il tuo gatto ha gravi problemi agli occhi?

Il sintomo principale della malattia diventa torbidità della lente, un cambiamento nel suo colore (diventa grigio o bluastro).

Come accennato in precedenza, è impossibile auto-medicare. Consultare il proprio medico e ottenere raccomandazioni, in base al quale verrà effettuato il trattamento. Il modo più comune per aiutare un animale malato è la chirurgia. Tuttavia, nella fase iniziale, il veterinario può prescrivere vari "migliori medicamenti" per l'occhio sotto forma di vitamine, "Gamavit" o fitomine.

Cosa succede se il gatto ha il glaucoma?

  • Forma primaria - osservata principalmente in siamesi e persiani. È caratterizzato da un aumento della pressione intraoculare, da un netto deterioramento della vista fino alla sua completa perdita. Possono causare infiammazioni coroidali o gravi lesioni alla lente. Segni: annebbiamento corneale, mancanza di reazione nella pupilla alla luce con un'espansione pronunciata, che non può essere rimossa anche durante il lavaggio con farmaci.

Foto dal sito: vashipitomcy.ru

  • La forma secondaria o idroftalmo - è accompagnata da un aumento del bulbo oculare, che porta all'impossibilità di collegare le palpebre. Le pupille dell'animale sono dilatate. Se ti rivolgi a un medico in ritardo, c'è un alto rischio di perdita della vista.

Foto dal sito: www.vesti.ru

Come aiuto, fornito prima della visita al veterinario, possono essere utilizzati farmaci che riducono la pressione (ad esempio, "fizostigmina").

Il trattamento delle malattie degli occhi nei gatti causate dalla perdita o dall'infiammazione del terzo secolo (le pieghe congiuntivali situate nell'angolo interno) dovrebbe essere prescritto da uno specialista. I sintomi non possono essere ignorati: in assenza di intervento del medico, è possibile un forte deterioramento delle condizioni dell'animale domestico. Spesso l'unico modo per salvare l'animale diventa un'operazione.

Come trattare gli occhi di un gatto o di un gatto, se fanno male, e come capire che aiuto è necessario?

Foto dal sito: murlyka.net.ua

Molto spesso, nella fase iniziale, l'animale non può provare sensazioni dolorose e l'unica cosa che puoi fare è ispezionare regolarmente il tuo animale per eliminare il rischio di infezione e prevenire la suppurazione e l'infiammazione, sciacquare gli occhi e rimuovere le secrezioni da essi.

Notando il minimo cambiamento, portare immediatamente un animale domestico alla clinica veterinaria più vicina - il medico farà una diagnosi e prescriverà un ciclo di trattamento con esami obbligatori al suo passaggio.

Prevenzione delle malattie degli occhi

Foto dal sito: www.murlika.msk.ru


Ognuno può prendersi cura del proprio animale: è sufficiente eseguire le necessarie procedure igieniche, monitorare la salute dell'animale, la sua nutrizione e le condizioni del tratto gastrointestinale - una malattia così pericolosa come la blefarite (che minaccia lo sviluppo della congiuntivite nelle forme più gravi) può svilupparsi a causa di disbatteriosi.

Osserva il comportamento dell'amico a quattro zampe e mantieni la casa pulita - dove non ci sono particelle di polvere e sporco che possono entrare sotto la palpebra e le palpebre, il rischio di fenomeni spiacevoli di cui abbiamo parlato è ridotto.


Questa breve descrizione delle malattie degli occhi nei gatti con una foto dovrebbe aiutare i proprietari a prevenire il problema, che deve essere affrontato con armi complete. Tuttavia, solo il medico dovrebbe selezionare i mezzi per eliminare i sintomi e prescrivere le procedure necessarie, mentre il trattamento stesso (con unguenti per il lavaggio e la posa) è affidato al proprietario.

Malattie degli occhi nei gatti: sintomi, trattamento, foto, cause

Le malattie degli occhi sono abbastanza comuni tra l'intero spettro delle malattie dei gatti. L'obiettivo principale di aiutare con qualsiasi problema agli occhi è quello di preservare la visione dell'animale domestico. La cosa più importante che il proprietario di un gatto domestico dovrebbe essere in grado di fare è determinare la gravità del danno all'organo visivo, in modo da non ritardare l'applicazione di assistenza qualificata a uno specialista veterinario.

Classificazione delle malattie dell'organo della vista nei gatti

Convenzionalmente, tutte le malattie degli occhi nei gatti sono divise in due grandi gruppi:

  • malattie e danni ai dispositivi di protezione dell'organo della vista;
  • malattie e lesioni dell'organo della vista stessa (o del bulbo oculare).

Per comprendere a grandi linee il principio della classificazione delle malattie, è sufficiente prestare attenzione alla struttura dell'organo visivo del gatto (vedi diagramma):

La prima categoria di malattie include:

  • lividi e qualsiasi danno meccanico senza compromettere l'integrità della pelle;
  • ferite e lesioni meccaniche con lacerazione della pelle e sanguinamento;
  • blefarite (infiammazione delle palpebre);
  • torsione (inversione) della palpebra (quando il bordo libero delle palpebre viene avvolto verso l'interno o capovolto dall'occhio);
  • fusione palpebrale (congenita o acquisita);
  • lagoftalmo (impossibilità di informazioni sul coperchio);
  • ptosi (incontinenza della palpebra superiore);
  • tumori e varie neoplasie.

La seconda categoria di malattie include:

  • congiuntiviti;
  • perdita del terzo secolo;
  • cheratite (patologia corneale);
  • cheratite eosinofila (lesione corneale con formazione di placche bianche);
  • dermoide (tumore benigno della congiuntiva);
  • Ulcera "strisciante" (un'infezione all'interno dell'occhio dovuta alla microflora patogena che penetra attraverso la cornea infiammata);
  • uveite (patologia del sistema vascolare);
  • irite o iridociclite (patologia del corpo ciliare e dell'iride);
  • glaucoma (aumento della pressione all'interno dell'occhio);
  • cataratta (opacità dell'obiettivo);
  • processi degenerativi nella retina (distrofia, atrofia, distacco);
  • dacryocystitis (violazione della pervietà del canale lacrimale);
  • perdita del bulbo oculare (esoftalmo);
  • la confluenza del bulbo oculare dentro (enoftalmo);
  • panoftalmo (rarissima infiammazione purulenta di tutte le membrane dell'organo della vista);
  • sequestro della cornea (necrosi (morendo) del tessuto corneale).

Quasi tutte le patologie oculari (infettive e non infettive) hanno un numero di manifestazioni sintomatiche simili:

  • lacrimazione,
  • diversi tipi di scarico
  • indolenzimento
  • gonfiore o altri cambiamenti nell'aspetto,
  • fotofobia, ecc.

Le malattie degli occhi nei gatti dovrebbero essere trattate da uno specialista, dal momento che solo un veterinario può diagnosticare e ridurre al minimo il rischio di perdita della vista in un animale.

diagnostica

L'ispezione dell'animale viene effettuata in un determinato ordine, che consente di non perdere i dettagli o le sfumature nel differenziare la diagnosi:

  • valutazione della visione dell'organo danneggiato (salvato o meno);
  • valutazione dell'aspetto generale e dei segni simmetrici (dimensione e forma delle pupille, dimensione della fessura palpebrale, dimensioni e cambiamenti delle palpebre, dimensioni dei bulbi oculari);
  • valutazione dello stato del bulbo oculare (dimensioni, forma, lesioni, posizione nella pupilla).

Malattie e danni ai dispositivi di protezione dell'organo della vista, fotografie, sintomi

Lividi e lesioni meccaniche senza compromettere l'integrità

si verifica a seguito di impatto con un oggetto contundente o altri danni meccanici (caduta, inciampo su oggetti non affilati).

  • ecchimosi;
  • ematomi (accumulo di coaguli di sangue nei tessuti intorno agli occhi);
  • gonfiore con un aumento della temperatura locale all'interno della lesione;
  • cambiamenti nella dimensione del bulbo oculare.

Trattamento: dipenderà dalla gravità del danno e dovrai mostrare l'animale ad un veterinario. L'occhio viene lavato, con dolori, Novocaina al 2%, gocce antimicrobiche o pomate cadute, può essere necessario un raffreddore con ematomi (solo sulle palpebre, non sul bulbo oculare). In caso di complicanze, la chirurgia è possibile con la rimozione degli occhi.

Ferite e ferite aperte

combattimenti di gatto, colpi forti, cadute su oggetti appuntiti, ecc., che portano alla rottura del tessuto cutaneo.

  • violazione dell'integrità della pelle;
  • evidente sanguinamento dalle aree visibili danneggiate,

Trattamento: lavare l'area danneggiata con perossido di idrogeno (senza salire sulla cornea), terapia emostatica, può richiedere punti, sollievo dal dolore, terapia antimicrobica locale, intervento chirurgico per danni complessi all'organo della vista (microchirurgia dell'occhio o rimozione dell'intero organo).

blefarite

infiammazione delle palpebre causata da lesioni, infezioni batteriche o fungine, carenza di vitamine, disturbi del pancreas e del fegato e reazioni allergiche.
Caratteristiche principali:

  • arrossamento delle palpebre;
  • gonfiore;
  • lacrimazione abbondante;
  • fotofobia;
  • prurito e bruciore;
  • perdita di capelli e ciglia intorno alle palpebre.

Trattamento: sintomatico. Lavaggio del decotto per gli occhi dei pazienti di camomilla o calendula, una soluzione di acido borico, manganese o furatsilina. Applicazione di colliri, mostrata durante la blefarite. Con infezione purulenta - terapia antibiotica.

volvolo secolo

Descrizione: conseguenza di alcune patologie oculari (blefarite, congiuntivite, ecc.), Nonché della predisposizione genetica di alcune razze feline (persiani e sfingi).
Caratteristiche principali:

  • rotazione visiva della palpebra all'interno dell'occhio;
  • irritazione del bulbo oculare sotto forma di rossore;
  • blefarospasmo (chiusura riflessa delle palpebre e chiusura degli occhi con il minimo effetto tattile o luminoso a causa dello spasmo del muscolo tondo);
  • ulcere corneali in punti di contatto costante con la palpebra;
  • lacrimazione.
Inversion century

Descrizione: una conseguenza delle patologie oculari primarie in un decorso cronico e una caratteristica di alcune razze di gatti. Si verifica molto raramente, meno spesso dell'inversione.
Caratteristiche principali:

  • chiusura oculare spastica (blefarospasmo);
  • lacrimazione;
  • parte visibile della mucosa palpebrale nel punto di eversione;
  • infiammazione congiuntivale.
Century Fusion

Descrizione: può essere congenita o acquisita. La fusione fisiologica è osservata dopo la nascita. L'adesione acquisita si osserva dopo lesioni, blefarite prolungata, ustioni chimiche o termiche.
Caratteristiche principali:

  • l'impossibilità di separare le palpebre;
  • la presenza di una striscia di pelle continua tra le palpebre;
  • la presenza di una cicatrice tra le palpebre impiombate.

Trattamento: chirurgico - separazione delle palpebre, cura post-operatoria.

lagoftalmo

Descrizione: l'incapacità di coprire completamente gli occhi che si verifica quando paralisi del nervo facciale, inversioni e torsione delle palpebre, mancanza genetica delle palpebre (occhio "semichiuso").
Caratteristiche principali:

  • aprire costantemente la fenditura degli occhi;
  • lacrimazione;
  • lag della palpebra inferiore dal bulbo oculare.

Trattamento: chirurgico con uso precedente di colliri antimicrobici e protettori corneali.

Descrizione: ptosi involontaria della palpebra superiore dovuta a paralisi del nervo facciale o atrofia muscolare circolare. Può anche essere una conseguenza delle malattie infiammatorie degli occhi.
Caratteristiche principali:

  • ristrettezza della fessura palpebrale;
  • l'incapacità di alzare la palpebra a livelli normali.
Tumori e varie neoplasie

Descrizione: provocare lo sviluppo di tumori nella zona degli occhi può qualsiasi malattia in questa zona, così come la predisposizione genetica al cancro.
Caratteristiche principali:

  • tumori visibili all'esame;
  • lacrimazione;
  • indolore.

Foto e descrizione di malattie e lesioni dell'organo della vista stessa

congiuntivite

Descrizione: infiammazione della mucosa interna dell'occhio (congiuntiva). Spesso va con blefarite.
Caratteristiche principali:

  • arrossamento congiuntivale;
  • scarico mucoso, sieroso o purulento accumulato agli angoli degli occhi;
  • prurito, bruciore, dolore;
  • legame delle palpebre dopo il sonno;
  • fotofobia.

Trattamento: sintomatico. Lavaggio oculare; uso di colliri e unguenti, mostrati nella congiuntivite; terapia antibiotica con aumento della temperatura corporea.

La caduta del terzo secolo

Descrizione: Spesso è un sintomo secondario che accompagna alcune malattie infettive e parassitarie degli occhi dei gatti, così come l'infiammazione del nervo ottico. Nello stato di sogno, la terza palpebra visibile è la norma.
Caratteristiche principali:

  • "Afflusso" del secolo sull'occhio (a volte fino a un terzo dell'intera area visiva).

Trattamento: sintomatico o chirurgico. L'eliminazione della malattia primaria, che ha causato la protrusione del terzo secolo; collirio o escissione chirurgica dell'area patologica.

cheratite

Descrizione: infiammazione della cornea causata da lesioni, infezioni batteriche o invasioni da elminti. Può essere superficiale, profondo o ulceroso. Possibile perdita della vista o passaggio a una forma cronica lenta.
Sintomi principali:

  • fotofobia;
  • arrossamento dell'occhio;
  • annebbiamento della cornea;
  • appaiono le navi;
  • indolenzimento.

Trattamento: sintomatico ed eliminazione della malattia di base. Risciacquo oculare con soluzioni antimicrobiche, uso di colliri e unguenti, terapia antibiotica per il processo purulento, microchirurgia per cheratite profonda o ulcerosa.

Cheratite eosinofila

Descrizione: la causa esatta non è nota, ma un collegamento è stato dimostrato con prestazioni compromesse nel sistema immunitario. Il più delle volte non provoca fastidio all'animale.
Caratteristiche principali:

  • la presenza di placche bianche sulla cornea, che si estende dietro la parete anteriore;
  • leggera lacrimazione;
  • la citologia rivela un gran numero di eosinofili.

Trattamento: terapia immunomodulatoria e ormonale in combinazione con antibiotici sotto la stretta supervisione di un medico. Spesso, il trattamento della cheratite eosinofila può portare a un deterioramento delle condizioni generali dell'animale.

dermoide

Descrizione: una malattia molto rara in cui le membrane mucose interne oi tessuti della cornea, sclera germinano il tessuto connettivo della pelle, compresa la presenza di follicoli piliferi e lana. Può essere congiuntivale, corneale o sclerale.
Sintomi principali:

  • rilevamento di aree dermoide negli occhi (aree che assomigliano alla pelle con la lana nella struttura);
  • lacrimazione;
  • costante irritazione e attrito dell'occhio malato.

Trattamento: rimozione chirurgica delle aree patologiche.

Ulcera strisciante

Descrizione: un processo infiammatorio che penetra nel bulbo oculare attraverso una cornea ulcerata.
Caratteristiche principali:

  • forte dolore;
  • fotofobia;
  • scarico purulento;
  • ulcere corneali penetranti;
  • febbre;
  • occhi sfocati.

Trattamento: sintomatico o chirurgico, quando il processo purulento consente di lisare (dissolve) il bulbo oculare dall'interno e richiede la sua rimozione. Terapia antimicrobica (antibiotici, collirio e unguenti), anestesia (blocco Novocain o instillazione con Novocain), microchirurgia dell'occhio per rimuovere la cornea danneggiata.

uveite

Descrizione: affetto della coroide, a volte coinvolgente il corpo ciliare, l'iride o l'intero tratto vascolare nel processo infiammatorio. Porta alla cecità Spesso confuso con la congiuntivite. Si verifica a causa di lesioni, infezioni batteriche o fungine, dopo ulcere corneali.
Caratteristiche principali:

  • costrizione eccessiva della pupilla (miosi);
  • accumulo di pus all'interno della camera oculare;
  • emorragia all'interno della camera degli occhi;
  • decolorazione dell'iride;
  • gonfiore del bulbo oculare;
  • diminuzione della pressione intraoculare.

Trattamento: è trattato molto male e c'è un alto rischio di essere in ritardo. Antidolorifici e terapia antinfiammatoria, antispastici per alleviare la miosi, antimicrobici. In caso di fallimento del trattamento conservativo, il bulbo oculare viene rimosso.

Irit (iridociclite)

Descrizione: infiammazione dell'iride e del corpo ciliare a causa di lesioni, infiammazioni rotolanti dalla cornea, complicazioni dopo la chirurgia dell'occhio, infezione causata dal flusso sanguigno. Spesso accompagnato da congiuntivite.
Sintomi principali:

  • costrizione dell'alunno;
  • il dolore;
  • ossidazione dell'iride;
  • torbidità del fluido nella camera anteriore dell'occhio;
  • fotofobia;
  • scarico purosangue sieroso quando si unisce alla congiuntivite.

Trattamento: atropina per ripristinare la contrazione della pupilla, blocco procaina, terapia antibiotica. Colliri e unguenti con effetto antinfiammatorio e antimicrobico danno un buon effetto.

glaucoma

Descrizione: aumento della pressione intraoculare con aumento del bulbo oculare. Spesso non è la malattia primaria e accompagna altre patologie oculari. Porta a una perdita irreversibile della vista dell'animale con un prematuro inizio di trattamento. Spesso asintomatico. Succede ad angolo aperto e ad angolo chiuso.
Segni principali: sintomi solitamente luminosi che accompagnano il glaucoma ad angolo chiuso:

  • arrossamento degli occhi;
  • edema palpebrale;
  • forte dolore;
  • nausea, vomito, debolezza;
  • annebbiamento della cornea;
  • pupilla rossa (blu) con la rifrazione della luce.

Trattamento: normalizzazione della pressione intraoculare con preparati speciali (pilocarpina, ad esempio), diuretici per migliorare il deflusso di liquidi in eccesso dal corpo, terapia analgesica, somministrazione retrobulbare di aminazina. In rari casi - estirpazione del bulbo oculare.

cataratta

Descrizione: opacizzazione dell'obiettivo. Tratta male, spesso portando alla cecità. La malattia è associata a una violazione delle sostanze nella lente con un aumento della ripartizione dei componenti proteici. Cause: lesioni, infezioni, infiammazione cronica negli occhi.
Caratteristiche principali:

  • torbidità dell'occhio - è come se fosse ricoperto da un film biancastro e fangoso;
  • pupilla dilatata che non risponde alla luce.

Trattamento: in modo conservativo, è possibile solo rallentare leggermente i processi degenerativi (colliri dalla cataratta). È possibile un intervento chirurgico - la sostituzione della lente annebbiata, ma queste operazioni esistono finora solo in teoria, perché Ci sono poche persone disposte a fare una procedura così costosa.

Processi degenerativi nella retina (distrofia, atrofia, distacco)

Descrizione: un complesso di processi patologici che portano alla degenerazione della retina oculare con una violazione delle sue funzioni, inclusa la morte. Spesso trovato nei gatti siamesi e abissini. Ci sono molte ragioni: lesioni, infiammazioni, disordini metabolici (mancanza di taurina) e nutrizione della retina, avitaminosi, malattie autoimmuni.
Sintomi principali:

  • cecità notturna;
  • cecità improvvisa;
  • forte dilatazione della pupilla e ottusità.

Trattamento: sintomatico, che inibisce leggermente i processi degenerativi. Il pieno recupero è impossibile. Cibo per gatti arricchito con taurina. Comorbidità trattate.

dacryocystitis

Descrizione: infiammazione del sacco lacrimale con compromissione della pervietà del dotto nasale dovuta al suo restringimento. Si verifica spesso dopo congiuntivite prolungata.
Caratteristiche principali:

  • versamenti mucosi o purulenti;
  • gonfiore nell'estremità superiore dell'orbita dell'occhio;
  • il dolore;
  • gonfiore della palpebra superiore;
  • un aumento della ghiandola lacrimale alla possibilità di sondare;
  • ascessi (accumulo di pus nel tessuto oculare).

Trattamento: sintomatico o operativo. Trattamento sintomatico del tentativo di alleviare l'infiammazione e il dolore (blocco novocanico); applicare un unguento assorbibile (ittiolo, Vishnevsky). Possibile pulizia chirurgica del canale lacrimale o estirpazione della ghiandola lacrimale.

Perdita (o dislocazione) del bulbo oculare (esoftalmo)

Descrizione: Le cause principali sono lesioni o predisposizione genetica di alcune razze (persiani).
Sintomi principali:

  • Il bulbo oculare si trova fuori dall'orbita.

Trattamento: chirurgico in ospedale. Tentativi indipendenti di ridurre il proibito! A seconda delle cause e della durata della condizione, il bulbo oculare con esoftalmo può essere rimosso.

La confluenza del bulbo oculare dentro (enoftalmo)

Descrizione: spesso si verifica nella sindrome di Horner (Horner) con danni ai nervi nel midollo spinale o nel cervello. Ma l'enoftalmo può accompagnare altre malattie di natura infettiva, parassitaria ed ematologica.

  • lacrimazione;
  • riduzione della pupilla;
  • l'epoca del terzo secolo;
  • restringimento dell'apertura dell'occhio;
  • posizione visibile del bulbo oculare come se fosse all'interno della cavità oculare;
  • possibile mancanza di coordinamento del movimento.

Trattamento: diagnostico e sintomatico. Quando l'epinefrina viene instillata negli occhi, si osserva il tempo di dilatazione della pupilla. Se i problemi si trovano al di fuori del cervello e del midollo spinale, l'alunno si espande in 15-20 minuti. In caso contrario, l'espansione verrà annotata non prima di 35-45 minuti. Questo è un aiuto per la diagnosi. Possibile eliminazione del sintomo della confluenza del bulbo oculare dopo il trattamento della malattia di base.

panoftalmite

Descrizione: una malattia molto rara e molto grave in cui tutte le parti e i tessuti dell'occhio sono assolutamente coinvolti nel processo purulento.
Caratteristiche principali:

  • abbondante scarico purulento;
  • un aumento del bulbo oculare;
  • arrossamento di tutte le mucose interne dell'occhio;
  • annebbiamento della cornea;
  • diminuzione o perdita della vista.

Trattamento: chirurgico. Il bulbo oculare viene rimosso, viene eseguito un trattamento settico dell'orbita, che viene poi suturata.

Sequestro corneale

Descrizione: spesso colpisce le razze di gatti con esoftalmo fisiologico (persiani, sfingi). L'area della cornea si asciuga, diventa più sottile, diventa traumatizzata e muore (necrotica).
Sintomi principali:

  • strizzando gli occhi;
  • aumento della lacrimazione;
  • la presenza di macchie rosso-nere o marrone scuro (sequesters) sulla cornea;
  • con sequestro significativo - deficit visivo.

Trattamento: microchirurgico per rimuovere le macchie sulla cornea.

25 commenti

Buona giornata! Un gatto ha un rigonfiamento della palpebra dell'occhio sinistro, gli occhi sono spesso ristretti, dapprima questo era il caso dell'occhio destro, tutto è passato e ora con la sinistra, puoi dirmi cosa trattare?

Il gonfiore delle palpebre è uno dei sintomi della congiuntivite o (più probabile) blefarite. La blefarite maltrattata è la causa delle recidive. Il trattamento dovrebbe essere completo, ad es. gli antibiotici non sono solo d'attualità, ma anche iniettabili. Ceftriaxone per via intramuscolare in 1 ml una volta al giorno per almeno 5 giorni (preferibilmente fino a 7), unguento oftalmico tetraciclina all'1% - spalmare la cornea dell'occhio 3-5 p / giorno subito dopo, senza paura di ferire, per 2 settimane. Nel processo di ammicco il farmaco cadrà sotto le palpebre ovunque sia necessario. Se gli occhi sono acidi, lavare con un decotto di camomilla o semplicemente acqua bollita pulita (tiepida) prima di ogni applicazione di unguento.

Inoltre, non è male aggiungere immunomodulatori (immunofan, cycloferon, gamavit - secondo le istruzioni), poiché blefarite si verifica spesso sullo sfondo di una diminuzione della resistenza complessiva dell'organismo.

Dopo un ciclo di trattamento con un unguento oculare, sarà necessario rivedere gli occhi e il corpo nel suo insieme al fine di escludere lesioni agli occhi, lesioni cutanee fungine e parassitarie (soprattutto sulla testa), che possono richiedere un trattamento aggiuntivo.

Benvenuto! Aiuto, per favore, gatto ha litigato, ferito gli occhi. Non riesco a capire, sembra che l'occhio sia visibile, ma una piccola scarica di pus dall'occhio, e la cosa peggiore che si arrampica su qualcosa come una sacca, non permette di toccarla. Il decotto lavato di camomilla, messo nell'unguento tetraciclico, ha dato un antibiotico, perché la temperatura era di 40, ora è caduto, sporgeva la punta della lingua, non mangiava né beveva nulla. Cosa fare

Benvenuto! Per motivi di urgenza, mostrare il gatto al veterinario: è imperativo condurre una revisione della lesione, che potrebbe richiedere un'introduzione all'anestesia. Se un panoftalmo inizia, allora non sei quella vista, non salvi nemmeno l'occhio, dovrai cancellarlo! (circa: Panoftalm è una lesione purulenta di tutti gli strati del tessuto oculare, la complicazione più grave delle ferite penetranti del bulbo oculare)

sotto l'occhio di un gatto punto nero

Ciao) il gattino nella pupilla di un tessuto leggero. Sembra una crepa nel vetro, come una piccola stella. Quando la pupilla si restringe, anche l'asterisco si restringe. Non c'era nessuna ferita, nessuna lacrimazione degli occhi, nessuna forma normale, nessuna rasatura. Cosa potrebbe essere? Influisce sulla visione? Progredirà?

Benvenuto! Mostra il gattino allo specialista - è necessaria la consultazione di persona. Ci può essere una violazione della pigmentazione della pupilla, una cataratta e una lesione agli occhi (potreste non aver notato come l'animale ha colpito) e qualsiasi cosa. Solo dopo aver fatto una diagnosi possiamo dire qual è la prognosi e che cosa l'animale sta aspettando.

Ciao, ho portato un gattino da 1 mese, un hangar di mezza Turchia. Gli occhi stanno inseguendo e per qualche ragione le orecchie sono costantemente sporche, il mio sapone savvy come l'abbondante scarico si è concluso, ma è rimasto soprattutto dopo un sogno Cosa fare?

Benvenuto! Non ho capito bene che stavi lavando con il sapone. Occhi. Mettendo il sapone, il sapone categoricamente non può lavare gli occhi. Risciacquare con brodo di camomilla, filtrare con un batuffolo di cotone, quindi gocciolare gocce di cloramfenicolo (1 goccia fino a 5 volte al giorno per 10-14 giorni) o cospargere con un unguento tetraciclico 1% sulla cornea (anche fino a 5 volte al giorno). giorno per 10-14 giorni). Il corso di terapia antibiotica non può essere fermato ai primi segni di sollievo, è necessario terminare il tempo indicato.

Nelle orecchie, molto probabilmente, acaro dell'orecchio, ma per una diagnosi più accurata, mostra al tuo veterinario. Eppure - devi misurare la temperatura, perché problemi agli occhi possono accompagnare alcune malattie infettive (questo mostrerà una febbre), e questi sono regimi di trattamento completamente diversi.

Benvenuto! Kotu ha 15 anni, di tanto in tanto c'è sangue in un occhio o nell'altro. Il gatto non cammina per strada, non si ferisce. Qualche giorno fa, notò che quasi non vedeva. Cosa può essere e può, almeno parzialmente, restituire la vista? Grazie in anticipo! Appello al veterinario, ha detto che ha bisogno di un oculista. Ma per il momento, hanno prescritto colpi di actovegin e gocce negli occhi di emoxipina e taufon.

Benvenuto! Non capivo esattamente da dove provenisse il sangue - all'interno della camera degli occhi o forse proveniva dal canale lacrimale? Per dire se è possibile tornare a vedere, è necessario determinare la causa esatta del suo declino. In questo caso, purtroppo, senza controllo è molto difficile da dire. Prova a trovare ancora un oculista veterinario. L'appuntamento è corretto, coprendo tutte le possibili cause della perdita della vista. Una cosa che posso dire con certezza - se i cambiamenti degenerativi negli occhi sono associati a cambiamenti senili nel corpo, allora, purtroppo, non funzionerà per restituire la visione.

Benvenuto! Il gatto arrossisce periodicamente il taglio dell'occhio, quando appare, strizza l'occhio, non c'è gonfiore e lacrime. Sempre lavato con foglie di tè forti, passato. Cosa fare per completamente questo non appare più?

Benvenuto! Solo alcune parole sulle varie birre, tè, camomilla, ecc. - il risciacquo con tutte queste soluzioni è possibile solo dopo una profonda filtrazione attraverso 1-2 dischi di cotone idrofilo. La linea di fondo è che le soluzioni stesse agiscono positivamente sullo stato della membrana mucosa, ma poi le micro-particelle di sedimento rimangono sulla superficie dell'occhio, che quindi innesca nuovamente il processo infiammatorio.

Cosa devi fare: idealmente, mostra l'animale al veterinario in modo che guardi attentamente l'occhio per oggetti estranei, palpebre o dermoidi. In caso contrario, la procedura è standard: laviamo entrambi gli occhi con la normale acqua bollita o con la soluzione salina farmaceutica, quindi rilasciamo 1-2 gocce 4-5 volte al giorno con normali colliri: Levomicetina (umana) o Levomekol (veterinaria). Corso generale - almeno 10 giorni. È necessario rimuovere l'infezione nascosta una volta per tutte e non rimuovere i sintomi.

Buona giornata! Aiuto per favore. Ho 2 gatti. Entrambi hanno dato alla luce gattini. Un gatto improvvisamente ha cominciato ad apparire capelli calvi dietro le orecchie e la perdita del terzo secolo come nella foto. I gattini cominciarono ad acuire gli occhi. Gattini lavati furatsilinom, tutto è andato. Non hanno avuto il tempo di portare il gatto dal dottore, viviamo in una casa privata, il gatto è andato a fare una passeggiata e è scomparso. I gattini hanno nutrito un altro gatto. Ora il secondo gatto ha iniziato lo stesso con gli occhi, ma dietro le orecchie finora solo una piccola macchia senza capelli. Un gatto strabuzza gli occhi, 3 le palpebre sono molto visibili. Un gattino aveva un occhio gonfio e chiuso. Un gatto e un gattino sono stati portati dal dottore, ha detto di dargli azitromicina e basta. Dimmi è vero?

Benvenuto! Di fronte a una qualche forma di infezione cronica, che sondaggi direttamente "tosate" di tutti i gatti. E i punti calvi dietro le orecchie possono essere associati a molte ragioni: una zampa si sfrega sullo sfondo di una malattia delle orecchie, un fungo, un versicolor, un acaro sottocutaneo, ecc. - qui hai bisogno di un veterinario per condurre un'ispezione.

Senza trattamento topico per gli occhi, l'azitromicina non darà nulla dentro. A proposito, è meglio dare la tetraciclina verso l'interno - se improvvisamente è la clamidia, che è molto simile, allora sono gli antibiotici della serie delle tetracicline che la prendono. La perdita del 3 ° secolo si verifica proprio sullo sfondo di forti infezioni. Negli occhi è necessario gocciolare gocce antimicrobiche. E assolutamente tutti e in tutti gli occhi, indipendentemente dal fatto che ci siano lesioni visibili o meno. Dopo aver lavato gli occhi con lo stesso furatsilinom, gocciola negli occhi con cloramfenicolo (veterinario, che troverai - con lui). Il primo giorno gocciola ogni ora, poi ogni 2-3 ore, poi 4 volte al giorno, poi 3 volte al giorno e fino a 14 giorni di un corso. Alla fine del ciclo di trattamento, gli animali dovrebbero essere mostrati al veterinario al fine di escludere un adenoma del III secolo e sarebbe bello donare una macchia per la clamidia. Se non sei pigro a gocciolare come dovrebbe essere, tutto con gli occhi andrà bene.

Benvenuto! Il gatto ha 5 anni, un paio di mesi fa un piccolo speck marrone scuro appariva all'esterno dell'iride, sembrava leggermente aumentato in un paio di mesi. Kotu non provoca inconvenienti, non ci sono altri segni "cattivi", mangiare, bere, correre come al solito. Cosa potrebbe essere? Grazie

Benvenuto! È difficile da dire senza ispezione. Suppongo che questo nevo sia un pizzico di pigmento o, in altre parole, la stessa voglia, ma sull'iride. Può essere congenito, può apparire sullo sfondo di alcuni cambiamenti ormonali. È necessario vedere un veterinario se il "segno di nascita" inizia ad aumentare bruscamente o se compaiono altri sintomi di cattiva salute negli occhi.

Benvenuto! Kotu ha 5 anni. Una settimana fa, una nipotina (4 anni) ha tagliato i baffi di un gatto: hanno letto che il gatto è stressante, il gatto non mangia bene, e ora nell'occhio destro sull'iride ci sono delle macchie marroni sul fondo. Cosa può essere e cosa fare? Grazie in anticipo.

Buon pomeriggio raccolse un gatto adulto (anni-anno-mezzo) dalla strada, con i gattini... colore - balinese, occhi blu brillante. I gattini si sono nutriti. Il gatto è stato sterilizzato. Il colore dell'iride ha cominciato a cambiare da blu a giallo, ma solo un occhio. Paralisi, non ci sono amiconi. Cosa potrebbe essere? grazie in anticipo

Benvenuto! Consiglierei di mostrare il gatto all'oculista. L'oftalmologia è una scienza complessa, senza un'ispezione per fare una diagnosi, purtroppo, non funzionerà. Un cambiamento irregolare del colore degli occhi in un animale adulto in un breve periodo di tempo è solitamente un segno di una patologia batterica o virale. Molto spesso ciò avviene con uveite (infiammazione interna del bulbo oculare) o, per esempio, con VIC (immunodeficienza virale dei gatti). Tuttavia, anche una semplice violazione genetica della pigmentazione dell'occhio non è esclusa. Senza controllo è molto difficile identificare qualcosa di specifico. Meglio riassicurare la tua clinica veterinaria.

Ciao, al piccolo gattino, l'occhio ha cominciato a diventare torbido e il bulbo oculare è aumentato, sembra che l'occhio possa cadere, che cosa potrebbe essere? Cosa trattare?

Benvenuto! Molto simile all'infiammazione del bulbo oculare. Ma con sintomi sfocati e ambigui, quando la diagnosi esatta non può essere fatta secondo la descrizione, è pericoloso prescrivere il trattamento. Mostra il gattino, se possibile, a uno specialista e prima è, meglio è, perché c'è il rischio di perdere gli occhi.

Benvenuto! Al gatto (8 anni) un film bianco è diventato visibile nell'angolo dell'occhio, la terza palpebra, come ho capito dall'articolo, dopo aver lavato gli occhi è diventato più piccolo, ma non è scomparso da nessuna parte per circa una settimana. Contemporaneamente al film, apparve la diarrea, il carbone venne dato, tutto andò via, ma negli ultimi due giorni il naso era sempre caldo o caldo... Non sembrava ferire, ma diventava più assonnato. Arriviamo dal veterinario solo in una settimana. Cosa può essere e cosa può essere fatto finora?

Benvenuto! Questa condizione dell'occhio è accompagnata da alcune infezioni dei gatti - virali o batteriche. Il veterinario determinerà il tipo di infezione durante l'esame (è catastroficamente un peccato che lo raggiungerai solo in una settimana).

L'animale diventa pigro, indifferente e più addormentato di solito con l'aumento della temperatura corporea. A casa, puoi misurare solo la temperatura e, se è superiore a 39 gradi, dare all'animale l'antipiretico (toleted, loksikom - rigorosamente secondo le istruzioni del farmaco). Non ho il diritto morale di nominare altro senza ispezione.

Per quanto riguarda il terzo secolo. L'infiammazione prolungata e non curata può portare ad un adenoma del terzo secolo, pertanto oltre al lavaggio sono necessari colliri antimicrobici. Iniziare a far collirio cloramfenicolo (in una farmacia veterinaria, preferibilmente) e seppellire in ciascun occhio 1 goccia il primo giorno ogni ora, per il secondo - fino a 7 volte, per il terzo e poi fino a 10 giorni - 2-3 volte al giorno. Assicurati di informare il veterinario di questo quando vai ad un appuntamento in modo che egli apporti gli aggiustamenti necessari al trattamento, se la situazione lo richiede dopo un esame.

Ciao, dimmi per favore... Abbiamo un gatto persiano, ha già 18 anni. Due anni fa, un nodulo pieno di sangue (come una borsa) è uscito dall'occhio destro. Non gli ha dato alcun fastidio, ma solo 2 mesi fa, questi dossi hanno iniziato a crescere ulteriormente. Ce ne sono già 3 nell'occhio destro, e uno è già apparso a sinistra. Abbiamo paura di portarlo dall'oftalmologo, il gatto è vecchio, e subisce tutti i movimenti estremamente male...