Malattie del fegato nei gatti

Salute

Alcune malattie del fegato sono quasi asintomatiche. L'animale può avere un appetito ridotto, aspetto letargico. Quanto prima viene rilevata la malattia, tanto più facile è combatterla.

Malattia epatica nei gatti rispetto all'alimentazione e alle modalità di trattamento, contagiosa o meno

La malattia del fegato nei gatti non è contagiosa per gli esseri umani. Come trattare dipende dalla diagnosi fatta dal veterinario. La prevenzione della malattia è un'alimentazione di alta qualità e una sverminazione annuale.

Nella clinica, il gatto deve fare un'ecografia, fare un esame del sangue (dopo 10 ore di inedia). Le più comuni malattie del fegato negli animali domestici sono:
- epatite;
- malattia da calcoli biliari;
- insufficienza epatica;
- epatite;
- colecistite.

Oltre ai farmaci prescritti, sarà necessario mantenere l'animale a dieta con mangimi specializzati.

La cirrosi epatica in un gatto è curabile o meno, cause, sintomi, quanti vivono a casa

Sfortunatamente, è impossibile guarire completamente la cirrosi in un gatto. La causa della cirrosi può essere avvelenamento cronico del corpo o una malattia infettiva e parassitaria passata. Nella cirrosi, le cellule del fegato sono sostituite dal tessuto connettivo, che cresce gradualmente. Sintomi della malattia:
- idropisia della cavità addominale;
- affaticamento;
- perdita di appetito;
- forte sete;
- in una forma trascurata della malattia, la visione diminuisce, possono esserci convulsioni e aggressività.

L'aspettativa di vita dipende dalla gravità e dalla forma della malattia, così come dall'età dell'animale in cui è stata rilevata la malattia. Negli animali più anziani, la prognosi è meno favorevole.

Cosa fare se un gattino ha un fegato malato e praticamente non cammina, può essere curato e c'è la possibilità di sopravvivere

Se un cucciolo può essere curato dipende dalla diagnosi. Se il gattino non cammina già e non mangia nulla, deve fare una flebo di IV, iniettare la soluzione di glucosio nel sangue. Prima si va da un buon veterinario, migliori sono le probabilità di sopravvivenza del gattino.

Malattia epatica nei gatti trattati con Heptral

Heptral è un farmaco venduto in normali farmacie (umane). È prescritto ai gatti con tutte le malattie del fegato. Il dosaggio deve essere determinato dal medico curante.

Di solito per gatti di 3 kg, 0,5 ml vengono somministrati per via intramuscolare due volte al giorno o un quinto della stessa pillola due volte al giorno. Il corso generale va da una settimana a un mese, a seconda delle prove (riprendere dopo una settimana di ammissione). La medicina è molto efficace, ma costosa. Il costo di un pacchetto di 20 compresse è di 1.700 rubli. L'analogo domestico è heptore.

Trattamento del fegato nei rimedi popolari dei gatti

Il trattamento con i rimedi popolari non annulla l'osservazione al veterinario e alla terapia farmacologica di base. Una delle piante più famose che aiuta a superare la malattia del fegato è il succo di cardo o cardo selvatico. È comprato in una farmacia. I gatti danno 1/8 della dose umana.

Malattie del fegato nei gatti

Scopri di più sulle principali malattie del fegato nei gatti. Quali sintomi suggeriranno la presenza della malattia, come effettuare la prevenzione della malattia in tempo.

Il 30% di tutte le malattie non trasmissibili dei gatti ha causato malattie al fegato! E la cosa peggiore è che ogni anno questa cifra sta crescendo. Perché sta succedendo questo? La risposta è ovvia: le malattie del fegato nei gatti si verificano quando alimentate in modo improprio, quando vengono alimentate con mangimi di bassa qualità e di bassa qualità, con avvelenamento, in assenza di vitamine e aminoacidi necessari nella dieta e in presenza di elminti nel corpo.

Se escludiamo tutto quanto sopra, il fegato del gatto, nella maggior parte dei casi, funzionerà perfettamente, neutralizzando le tossine, gli allergeni e le sostanze tossiche che entrano nel corpo. Ma in qualche modo solo il fegato non può far fronte alla neutralizzazione del veleno, quindi inizia il processo infiammatorio.

Sintomi comuni di malattia del fegato nei gatti


Ci sono un certo numero di segni che dovrebbero allertare il proprietario attento e amorevole. Quindi, per sospettare una malattia del fegato in un gatto può essere su sintomi come:

  • vomito;
  • diarrea;
  • ittero;
  • prurito;
  • cambiamento nel colore delle urine (dal giallo al marrone);
  • decolorazione delle feci (dal marrone al grigio o al marrone);
  • aumento dell'addome nel volume (dovuto all'accumulo di liquido nella cavità addominale);
  • sporgenza del fegato;
  • emorragie nella pelle;
  • scarsa coagulabilità della pelle.

Senza portare l'animale in coma epatico, in presenza del primo dei sintomi sopra elencati, è necessario mostrare immediatamente l'animale al veterinario.

Le malattie del fegato nei gatti sono divise in primarie e secondarie. Nel primo caso, come suggerisce il nome, la malattia è localizzata nel fegato stesso, mentre nel secondo è una conseguenza di problemi in un altro organo.

Malattie epatiche maggiori nei gatti

Prima di una diagnosi, un veterinario dovrebbe diagnosticare il problema.

La diagnosi delle patologie epatiche comprende:

  • Esame clinico;
  • Analisi del sangue biochimica;
  • Un esame del sangue;
  • Stati Uniti.

IMPORTANTE! Un esame del sangue dovrebbe essere fatto dopo una dieta da fame di 10 ore.

Inoltre, in aggiunta a quanto sopra, il medico può raccomandare un'ulteriore analisi della coagulazione del sangue, la biopsia, la ricerca sugli acidi biliari.

Le malattie del fegato nei gatti sono le più diverse, ma le più comuni sono:

  • l'epatite;
  • steatosi;
  • cirrosi;
  • Malattia da calcoli biliari;
  • colecistite;
  • Insufficienza epatica

epatite

L'epatite è una malattia del fegato nei gatti, che è accompagnata da disintegrazione delle cellule del fegato, compromissione della funzionalità epatica, alterazioni dei processi metabolici in tutto il corpo.

L'epatite nei gatti può essere:

Epatite tossica

Le cause dell'epatite tossica sono l'avvelenamento da veleni (consumo di piante velenose, avvelenamento per i roditori nel corpo del gatto, sovradosaggio di droghe, cibo ammuffito). Questa malattia è anche chiamata epatite parenchimale acuta nei gatti.

Sintomi di epatite tossica

  • depressione del gatto;
  • perdita di appetito;
  • rifiuto dell'acqua;
  • ipotensione;
  • impulso debole;
  • mancanza di respiro;
  • decolorazione delle urine (dal giallo al giallo scuro);
  • sensibilità tattile acuta;
  • aumento della temperatura corporea.

trattamento

Dovrebbe essere richiesta una dieta per l'epatite nei gatti. Inoltre, è probabile che il medico curante prescriva:

  • il glucosio;
  • insulina;
  • Lipokain;
  • tiamina;
  • holosas;
  • menadione;
  • Acqua minerale;
  • lassativo;
  • antibiotici;
  • Sulfamidici.

La prevenzione di questa forma di epatite è solo nella particolare attenzione del proprietario a ciò che il suo animale domestico mangia.

Epatite infettiva

L'epatite infettiva è causata da virus. In alcuni casi, ad esempio, a causa di complicazioni sullo sfondo delle malattie parassitarie, l'epatite virale nei gatti può essere secondaria.

sintomi

  • ittero (controllare le mucose e la congiuntiva degli occhi);
  • febbre;
  • sete intensa;
  • voglia di vomitare;
  • diarrea / costipazione;
  • perdita di peso.

trattamento

Mangiare un animale dopo un breve digiuno dovrebbe essere estremamente delicato. Escludere brodi e carne. Lessare il porridge, il riso o la semola. Innaffia l'animale con brodi e infusi di erbe come la camomilla o la rosa selvatica.

La carne bollita e i latticini sono consentiti solo una settimana dopo l'inizio del trattamento.

Il trattamento, stabilito da un veterinario, include terapia antibiotica, somministrazione di vitamine del gruppo B, antispastici, glucosio e vitamina C.

Prevenzione dell'epatite infettiva

  1. vaccinazione;
  2. vermifugo;
  3. Trattamento termico di alimenti o surgelati;
  4. Alimentazione con una buona durata
  5. Arieggiamento regolare dell'abitazione (specialmente durante il periodo di riparazione);
  6. Il dosaggio corretto per il trattamento dei parassiti;
  7. Mancanza di contatto con animali senzatetto.

Epatosi nei gatti

L'epatosi grassa è più comune e si manifesta sotto forma di depositi di grasso sul fegato. Questa è una malattia molto pericolosa, un gatto che mette in pericolo la vita.

sintomi

  • depressione;
  • letargia;
  • rifiuto del cibo;
  • perdita di peso;
  • perdita di massa muscolare;
  • vomito;
  • ittero.

trattamento

Il trattamento dell'epatosi grassa nei gatti dipende dalle cause della malattia. Questi possono essere: sterilizzazione / castrazione, diabete mellito, disfunzione del pancreas, sovralimentazione, complicazioni sullo sfondo dell'assunzione di farmaci.

In ogni caso - le sue tattiche di trattamento. Ma sempre una dieta con un alto contenuto di proteine, con la restrizione dei grassi animali dà risultati positivi.

IMPORTANTE! Con questa malattia, il proprietario deve essere avvertito della probabile possibilità di nutrire il gatto attraverso un tubo di alimentazione, a volte per sei mesi.

prevenzione

Il controllo costante del peso in un animale malato è la prevenzione dell'epatosi grassa. Si prega di notare che nel trattamento dell'obesità, il tasso di perdita di peso non dovrebbe superare l'uno e mezzo per cento a settimana.

Cirrosi nei gatti

Le cause della cirrosi nei gatti sono identiche a quelle che causano una malattia simile negli esseri umani. Questo è:

  • infezione;
  • effetti tossici;
  • ereditarietà;
  • violazione di zhelchetok;
  • problemi cardiaci.

sintomi

  • riduzione del peso;
  • diminuzione del tono generale;
  • ittero;
  • aumento del volume addominale;
  • fegato grande e ben palpabile.

trattamento

Quando si eliminano le cause della malattia sottostante, viene assegnato:

  • nutrizione parenterale;
  • terapia vitaminica;
  • farmaci diuretici;
  • somministrazione endovenosa di proteine ​​(se necessario), glucosio, soluzioni saline;
  • Vikasos (con sanguinamento).

Cosa dare ad un gatto con una malattia del fegato chiamata cirrosi? È necessario scegliere cibi speciali che contengono meno della solita proteina. È anche importante misurare correttamente il dosaggio di tale mangime.

La prevenzione della cirrosi è un controllo regolare presso una clinica veterinaria, nutrendosi con cibo di alta qualità e la speranza di una buona eredità.

Malattia da calcoli biliari nei gatti

La malattia da calcoli biliari è una malattia metabolica, la cui essenza è ridotta alla comparsa di calcoli nella cistifellea, nei dotti biliari intraepatici, nel dotto biliare comune. Si nota che nei gatti la colelitiasi si verifica 3-4 volte più spesso rispetto ai gatti.

sintomi

Questa malattia rara è spesso asintomatica. Segni che a volte appaiono:

  • graffi e prurito;
  • ittero ostruttivo.

trattamento

  • procedure termiche;
  • una serie di misure per la rimozione di spasmi;
  • farmaci coleretici;
  • disinfettanti;
  • frantumazione ad ultrasuoni / rimozione chirurgica di pietre.

La prevenzione della malattia del calcoli biliari è l'igiene e la dieta. Così, viene impedito il ristagno della bile nella cistifellea.

Colecistite nei gatti

La colecistite nei gatti è un'infiammazione della membrana mucosa della cistifellea, il più delle volte causata dall'alimentazione di pesci di fiume crudi verso animali infetti da uova e larve di vermi parassiti, o dall'assunzione di cibo secco di scarsa qualità.

sintomi

  • letargia;
  • ittero;
  • scolorimento delle feci (dal marrone al bianco);
  • cambiamento della qualità delle feci (viscoso, "grasso" e semi-liquido);
  • pelle secca

trattamento

  • antimicrobici;
  • farmaci antiparassitari;
  • farmaci coleretici;
  • dieta.

La prevenzione della colecistite è il trattamento termico del pesce e il controllo della sua quantità, la scelta di mangimi bilanciati e di alta qualità, la sverminazione, la vaccinazione.

Insufficienza epatica

Questa malattia si sviluppa più spesso sullo sfondo di altre malattie (epatosi grassa, diabete mellito) in gatti anziani o completi sullo sfondo dello stress sofferto (trasferimento, intervento chirurgico).

sintomi

  • vomito;
  • disturbo intestinale;
  • mancanza di appetito;
  • diminuzione / aumento del peso corporeo;
  • aumento del volume addominale;
  • odore di fegato dalla bocca;
  • la presenza di sangue nelle feci;
  • prurito;
  • letargia;
  • depressione;
  • convulsioni;
  • prostrazione.

trattamento

Il ricovero per questa malattia è vitale. Il trattamento è il seguente:

  • fermarsi da ormoni o antibiotici delle cause alla radice della malattia;
  • rimozione di tossine;
  • controllo del cuore;
  • regolazione del metabolismo minerale;
  • prevenzione di sanguinamento nel tratto gastrointestinale;
  • dieta.

Quasi tutte le malattie di cui sopra sono classificate come acute e croniche. L'acuto è solitamente più facile da trattare.

C'è qualche forma di malattia del fegato trasmessa all'uomo? Certo che no. Le malattie contagiose includono:

Ma la zooantroponosi è un argomento di altro materiale.

I sintomi di un fegato di gatto malato

Il fegato è un organo estremamente importante nel sistema di supporto vitale dell'animale. Pertanto, la salute e il normale funzionamento del fegato dovrebbero essere considerati attentamente. Un fegato malato in un gatto può produrre sintomi completamente diversi che non sono sempre chiari e visibili al proprietario di un amico birichino.

Le malattie del fegato nei gatti sono classificate quasi nello stesso modo degli esseri umani e presentano sintomi e trattamenti simili.

epatite

L'epatite è un'infiammazione del fegato, può essere acuta o cronica. Il principale sintomo o sintomo con cui viene diagnosticata l'epatite è l'ittero (pelle e mucose di colore giallo intenso), il rifiuto di mangiare, la sete. Il gatto malato è pigro, ha problemi con l'apparato digerente, le feci grigio-gialle.

Possibili ragioni per cui si manifesta l'epatite:

  • infezione virale;
  • avvelenamento, che successivamente provoca l'epatite;
  • una precedente malattia infettiva o allergia che colpisce il fegato, causando infiammazione ed epatite;
  • Un sovradosaggio di un farmaco con un effetto cumulativo, quando il fegato non può elaborare (filtrare) la dose ricevuta, prima si verifica l'infiammazione, poi l'epatite.

cirrosi

La cirrosi epatica è una malattia estremamente grave, causata dal tessuto connettivo che cresce eccessivamente, sostituendo gradualmente il tessuto parenchimale.

Nei gatti, i sintomi della cirrosi compaiono gradualmente. All'inizio, l'animale perde l'appetito, quindi può avere mancanza di respiro. Il fegato è di dimensioni molto grandi, puoi sentirlo sotto le dita, toccando la pancia del gatto. Il liquido si accumula nello stomaco, la pelle diventa gialla, la congiuntiva diventa rossa, il gatto ha la diarrea, ci possono essere problemi cardiaci.

Le cause della cirrosi sono:

  • epatite trasmessa dal gatto innescata da un virus;
  • intossicazione tossica;
  • carenza di vitamina B, proteine;
  • infezioni di qualsiasi origine;
  • obesità e diabete.

Malattia da calcoli biliari

Vengono formate pietre insolubili nella cavità e nei dotti. La malattia da calcoli biliari è caratteristica dei gatti e delle età che sono stati sterilizzati.

La malattia dà un forte dolore al fegato, la febbre di gatto, la diarrea, i vomiti, le feci ottengono un odore molto sgradevole. Tutti i sintomi appaiono, sfortunatamente, quando inizia il deterioramento della condizione dell'animale.

La malattia è associata ai seguenti motivi:

  • congestione nel fegato e cistifellea;
  • epatite trasferita;
  • parassiti interni;
  • mancanza di retinolo (vitamina A);
  • infiammazione intestinale.

colecistite

La colecistite è un processo infiammatorio nella cistifellea. Ha due forme: può essere acuta e cronica. Nella colecistite acuta, il gatto domestico inizia a perdere peso e appetito, spesso vomito, febbre, debolezza. Il decorso cronico è caratterizzato dal fatto che la malattia viene rilevata, di norma, solo durante l'esame. La forma acuta sfocia nella cronica senza trattamento o inadeguata. La fase cronica dà un quadro di indigestione, spesso la diarrea è sostituita dalla stitichezza, è chiaro che l'animale è malato dopo aver mangiato.

Le cause della malattia includono:

  • malattie gastrointestinali, in particolare con ridotta funzionalità dello stomaco;
  • scarsa nutrizione;
  • danno al fegato.

lipidosis

In realtà, questa malattia è l'obesità epatica, quando un corpo precedentemente sano diventa semplicemente un pezzo di grasso. Dopo una tale rinascita, il fegato quasi completamente cessa di svolgere le sue funzioni. Un gatto con lipidosi invecchia rapidamente, perde la qualità della lana e della pelle. L'animale domestico, una volta bello, diventa esausto, letargico e letargico. Quindi compaiono sintomi come vomito, diarrea e gonfiore.

La malattia si verifica in background:

  • in sovrappeso;
  • diabete;
  • pancreatite;
  • infiammazione intestinale.

Insufficienza epatica

Malattia con disfunzione epatica completa. Il sintomo principale è l'ittero e i disturbi nervosi marcati. Il gatto vomita costantemente, cambia completamente comportamento, la sua coscienza è disturbata.

Cause di insufficienza epatica:

  • avvelenamento grave;
  • infezione;
  • sepsi generalizzata.

Tumori del fegato

Sebbene questa malattia sia rara nei gatti, di solito è di natura maligna: formazioni nei dotti biliari, meno spesso sarcoma, un tumore neuroendocrino. Le neoplasie benigne non disturbano il gatto fino a quando il tumore non esplode, causando sanguinamento.

Diagnosi e trattamento

È possibile fare la diagnosi corretta per tali malattie solo in una clinica veterinaria. Per la diagnosi effettuata:

  • esami del sangue (generale più biochimico);
  • test delle feci e delle urine;
  • Ultrasuoni, raggi X, biopsia.

L'automedicazione in caso di epatopatia di gatto è piena di gravi problemi, forse anche la perdita di un animale domestico. Solo un medico può determinare quale trattamento sarà più efficace per l'animale. Il gatto, a seconda della diagnosi e della gravità della malattia, viene prescritto decotti a base di erbe, pillole, iniezioni, medicinali omeopatici, fisioterapia, aiuta il gattino a guarire, così come i farmaci che agiscono sui processi infiammatori. In alcuni casi, è necessario un intervento chirurgico.

Prevenzione delle malattie del fegato

La principale prevenzione delle malattie del fegato negli animali domestici è una corretta dieta equilibrata. L'apparato digerente di un gatto è organizzato in modo molto diverso da quello di una persona, quindi non puoi nutrire il tuo amato dal tavolo dei proprietari, non devi coccolare il gatto con carne grassa o salsiccia affumicata, può causare danni significativi alla sua salute.

Se il proprietario preferisce il cibo secco per l'animale, allora è necessario sceglierlo esclusivamente della classe premium, è necessario osservare le norme di alimentazione in grammi per ogni razza particolare e il peso di un particolare animale.

Quando si nutre un amico a quattro zampe con cibo naturale, è necessario creare un menu razionale con il veterinario, che includerà i prodotti necessari per il gattino.

Puoi nutrire il gatto con carne magra, aggiungendo fibre e carboidrati, che sono consentiti dal veterinario. Verdure, frutta, erbe fresche dovrebbero essere aggiunte solo dopo aver consultato un medico in modo che non ci siano problemi con lo stomaco del gatto. Con la nutrizione naturale, il gatto dovrebbe ricevere vitamine speciali.

È necessario ricordare la vaccinazione del tuo animale domestico. Le vaccinazioni aiuteranno a prevenire molte malattie pericolose per i gatti.

Il gatto non dovrebbe essere in contatto con prodotti chimici domestici, al fine di evitare allergie e avvelenamento chimico.

Se ci sono veleno o veleno in casa (per esempio, da roditori), dovrebbero essere conservati lì dove il gatto non ha accesso. Quindi, sarà evitato l'avvelenamento tossico.

Non è permesso saltare le scadenze necessarie alla sverminazione. Con l'infestazione da vermi, come è noto, si verifica una grave intossicazione.

È sempre necessario mantenere il gatto in condizioni normali, in una stanza calda, per evitare il raffreddore.

Trattamento delle malattie del fegato nei gatti, sintomi e segni: cirrosi, cancro, degenerazione grassa, insufficienza epatica

Il fegato è una specie di filtro di qualsiasi organismo vivente. Partecipa ai processi metabolici, nel lavoro di digestione, sostiene un ambiente favorevole all'interno del corpo. Spesso sostanze nocive - tossine, gas, allergeni, sostanze tossiche - entrano troppo nel corpo.

Patologia del fegato nei gatti

Sfortunatamente, gli animali domestici sono anche soggetti a molte malattie.

In questi casi, la filtrazione è difficile e si verificano vari processi patologici che portano a malattie. Tra le altre, si possono distinguere le patologie più pericolose: cirrosi epatica, cancro, degenerazione grassa e insufficienza epatica.

cirrosi

Fegato sano lasciato. Da sinistra a destra - stadi di cirrosi.

L'atrofia delle cellule parenchimali dovuta alla proliferazione diffusa del tessuto connettivo è la cirrosi.

Naturalmente, c'è una violazione di tutto il lavoro del fegato a causa di una diminuzione del numero di cellule epatiche.

La cirrosi è un disturbo frequente che colpisce il fegato dei gatti.

Fattori di stimolazione

Distinguere tra natura primaria e secondaria della malattia. L'ingresso a lungo termine nel corpo di sostanze tossiche e nocive porta alla morte delle cellule parenchimali.

Questo fenomeno si verifica con l'uso prolungato di droghe, l'alimentazione di alimenti di bassa qualità, l'inalazione dei gas di scarico.

E può anche essere causato dal consumo di prodotti chimici domestici per gli animali, ad esempio, se i piatti per gatti vengono puliti con detergenti e sciacquati male. Un altro motivo potrebbe essere la mancanza di vitamine del gruppo B.

Per il pieno sviluppo di un animale domestico, è necessario assicurarsi che la sua dieta contenga vitamine di tutti i gruppi.

Ciò richiede un aumento di fattori secondari:

  • insufficienza metabolica;
  • rottura della cistifellea e deflusso della bile;
  • alterata circolazione del sangue a causa di malattie del sistema circolatorio;
  • predisposizione genetica.

Allo stesso tempo, un gatto con predisposizione ereditaria potrebbe non essere esattamente alla cirrosi, ma ad altre malattie che provocano questo disturbo.

Cause secondarie

Per evitare complicazioni, è necessario fornire assistenza medica al gatto in tempo utile.

Le cause secondarie sono malattie infettive o invasive. Queste malattie includono:

  • epatite virale o reattiva;
  • steatosi;
  • leptospirosi;
  • adenovirus;
  • insufficienza cardiaca.

La cirrosi si sviluppa come una complicazione di questi disturbi con trattamento insufficiente o tardivo.

Quadro clinico

La cirrosi è una malattia cronica, quindi le fasi iniziali sono quasi asintomatiche.

Con lo sviluppo della patologia, i segni ottengono lentamente una svolta e appaiono luminosi anche quando il gatto non ha nulla da aiutare.

Grave sete di animale domestico può indicare ascite.

Il primo sintomo visibile della cirrosi sarà ascite. Il liquido si accumula nella cavità addominale e può essere sentito da solo. L'animale si stanca rapidamente, diventa letargico, dorme a lungo. In parallelo a ciò, c'è un esaurimento del pet, una diminuzione dell'appetito e, allo stesso tempo, una sete eccessiva. A causa del consumo di grandi quantità di acqua, la minzione aumenta. Le analisi del sangue di laboratorio mostrano anemia e leucopenia.

Nell'ultima fase, ci sono segni di esaurimento nervoso: convulsioni, incoordinazione, abbondante salivazione, cecità parziale.

terapia

Sfortunatamente, la cirrosi non può essere completamente curata.

Viene utilizzata la terapia di supporto: farmaci per il cuore per mantenere il cuore funzionante.

  • Prescrivere farmaci che migliorano la digestione.
  • Nel limite di dieta o eliminare il più possibile il cibo contenente proteine.
  • Dosatori raccomandati con glucosio, terapia vitaminica con l'uso di vitamine B e C.
  • Epatoprotettori appuntamento accettabile.
  • La presenza di ascite richiede l'uso di diuretici.
  • Se non producono risultati, un peritoneo viene perforato per rimuovere il fluido.
  • Quando viene introdotto sanguinamento vikasol, probabilmente trasfusioni di plasma sanguigno.

Distrofia grassa

La lipidosi epatica (degenerazione grassa) è una lesione del tessuto parenchimale che non è accompagnata da processi infiammatori. La malattia è direttamente dipendente da disordini metabolici.

Gli animali ad alto rischio sono animali domestici obesi e castrati.

I gatti, obesi, sono a rischio della malattia chiamata "degenerazione grassa".

motivi

Il grasso, che insieme al cibo entra dentro, sotto l'azione degli enzimi si sta scindendo e assorbito nel sangue. Quindi migra verso il fegato, in modo tale che per filtrazione gli elementi necessari rimangono nel corpo e saturano il sangue e le cellule, e vengono estratti i frammenti nocivi e tossici.

Ci sono diversi motivi che interferiscono con il processo fisiologico:

  • la sterilizzazione;
  • diabete mellito;
  • insufficienza pancreatica esocrina;
  • sovralimentazione, cibi supersaturi;
  • mancanza di proteine;
  • avvelenamento;
  • overdose lunga di droghe.

Un ulteriore fattore può essere la rottura della colecisti - discinesia o malattia calcoli biliari.

sintomi

La lipidosi si riferisce a disturbi lentamente progressivi. Nelle fasi iniziali, praticamente non si manifesta, ma qualsiasi lieve impulso può provocare la comparsa di segni clinici.

  • Il primo segno è considerato un rifiuto di mangiare, che successivamente porta ad una forte perdita di peso.
  • Inoltre, c'è una letargia, apatia dell'animale domestico.
  • Aumento dei livelli di glucosio nel sangue sono accompagnati da aumento della sete e minzione frequente.
  • Possibile nausea e vomito, alterazioni dei movimenti intestinali - l'alternanza di diarrea e stitichezza.
  • In rari casi, vi è il giallo delle mucose, prurito della pelle, dolore nell'addome.

trattamento

La guida dipende dal fattore principale. Dieta povera di grassi raccomandata con un contenuto proteico sufficiente. L'alimentazione forzata attraverso la sonda è consentita quando si rifiuta il cibo.

In caso di lipidosi, il veterinario può raccomandare che l'animale sia fornito con un contagocce con una soluzione salina.

Un contagocce con soluzione fisiologica viene utilizzato per mantenere la vitalità durante l'esaurimento. Il trattamento deve essere finalizzato all'eliminazione dei sintomi acuti, sostenendo la condizione generale di un organismo indebolito. Viene mostrato l'uso di farmaci che ripristinano il fegato.

Con il trattamento tempestivo iniziato, la prognosi è favorevole.

Insufficienza epatica

Ecco come appaiono le orecchie di un gatto in caso di insufficienza epatica.

Il complesso generale di segni clinici di varie patologie che portano a danni al fegato è chiamato insufficienza epatica.

Le cause sono spesso parassiti che vivono in questo organo: alveococchi, echinococcus, opistorchis. I parassiti entrano nel fegato a causa del consumo di piccoli roditori che sono portatori di un'infezione parassitaria o di pesce crudo. Inoltre, il pesce crudo non è solo un portatore di parassiti, ma anche la causa della formazione di calcoli nei gatti anziani, che porta anche al fallimento.

sintomatologia

I sintomi di carenza sono di natura molto generale per malattie di questa natura.

  • C'è vomito, perdita di appetito, improvvisa perdita di peso, grande sete.

Una forte diminuzione del peso del gatto può indicare una mancanza.

La letargia del gatto può parlare di malattie gravi.

Metodi di aiuto

Il primo passo è prescritto farmaci per aiutare ad alleviare intossicazione e ingiallimento.

  1. Gli epatoprotettori sono usati per mantenere e ripristinare la funzione dell'organo interessato.
  2. Al fine di evitare uno stress eccessivo sul cuore, prescrivere farmaci che lo supportano.

Dieta e alimentazione per malattie del fegato

Mangime speciale Royal Canin chiamato HEPATIC HF26 nelle malattie del fegato nei gatti.

Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alla nutrizione. Una dieta prescritta per la patologia epatica è adatta per la maggior parte delle malattie di origine simile ed è condizionalmente comune.

  1. È necessario escludere dalla dieta alimenti che contribuiscono ad un aumento della produzione di bile e irritano l'organo interessato. L'elenco include alimenti ricchi di estratti, acidi organici. I cibi grassi, ricchi di colesterolo e fritti sono soggetti ad esclusione.
  2. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che la quantità normalizzata di proteine ​​e grassi è ancora necessaria per il normale funzionamento di tutti i sistemi.
  3. Non ci dovrebbero essere zuccheri nel menu.
  4. Consigliato con carne leggera o brodo di pesce.
  5. Nutrire i pappe è accettabile - riso o avena rotolata, può essere somministrato un decotto di riso.
  6. Un po 'più tardi, è permesso aggiungere un cucchiaio di carne macinata - pollo o manzo in brodi.
  7. Se il gatto non si deteriora, è possibile aumentare gradualmente la dose.
  8. Altri prodotti lattiero-caseari consigliati, a basso contenuto di grassi e freschi.
  9. Utile in brodo o porridge aggiungere verdure bollite - carote, patate.
  10. Alla fine del corso acuto, è possibile tornare alle norme precedenti, ma controllare rigorosamente la quantità di proteine, grassi, carboidrati.

Malattie del fegato nei gatti: sintomi, trattamento e prevenzione

Il fegato è un organo vitale, senza il quale il corpo dell'animale non può esistere un giorno.

Il fegato svolge molte funzioni: partecipa al processo di digestione e circolazione sanguigna, rimuove varie sostanze nocive e prodotti metabolici da organi e tessuti.

Le malattie del fegato sono patologie molto comuni riscontrate nei gatti di qualsiasi età.

Scarsa ecologia, dieta squilibrata, uso di determinati farmaci, batteri e virus - tutto questo è la causa diretta della disfunzione dell'organo parenchimale.

Funzione epatica

Ogni giorno, il fegato di un animale fa un duro lavoro per mantenere le funzioni vitali del corpo. Le principali funzioni del corpo sono le seguenti:

  • regolazione del metabolismo;
  • la produzione di bile, necessaria per la digestione dei grassi;
  • rimozione di sostanze nocive dal tubo digerente;
  • sintesi di ormoni e proteine;
  • purificazione del sangue.

I problemi con il fegato nei gatti sono direttamente correlati al cibo che entra nel corpo dell'animale. L'organo del gatto è privo di alcuni enzimi epatici, che permettono la scissione di veleni e tossine, quindi gli animali domestici sono più suscettibili a vari tipi di avvelenamento.

Inoltre, malattie come l'ipertiroidismo e il diabete influenzano negativamente la funzionalità del fegato.

Nonostante questo, l'organo ha una proprietà straordinaria: l'autorigenerazione (recupero) delle cellule. Spesso, i gatti con un fegato malato vivono una lunga vita. Anche un organo gravemente distrutto funzionerà se almeno una parte dei suoi epatociti viene preservata.

I sintomi delle malattie del fegato nei gatti

Nella maggior parte dei casi, le patologie procedono senza alcun segno, pertanto solo un veterinario esperto può determinare la malattia epatica nei gatti, i sintomi e il trattamento della malattia.

Malattie dell'organo hanno sintomi simili con il solito malessere o avvelenamento, e non sempre il proprietario dell'animale è in grado di riconoscere la malattia epatica nei gatti in tempo e chiedere l'aiuto di uno specialista.

Il proprietario deve mostrare il suo animale al veterinario in caso di sintomi quali:

  • perdita di interesse nel cibo;
  • letargia, apatia;
  • perdita di peso;
  • mucose gialle;
  • vomito, diarrea;
  • un aumento della cavità addominale (ascite);
  • urina scura e feci leggere;
  • prurito;
  • sete intensa;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • indolenzimento nel fegato.

Il segno più comune di malattia del fegato è l'ittero. Ingiallimento delle membrane mucose e talvolta la pelle segnala che la malattia ha assunto una dimensione seria.

Molto spesso, il fegato è notevolmente ingrandito, e dal lato sembra che il lato destro dell'animale sembri gonfiarsi.

La diagnosi di malattia del fegato nei gatti viene effettuata utilizzando metodi di laboratorio e strumentali:

  1. Analisi generale di urina e sangue. Se ci sono problemi con la funzionalità epatica, il valore della bilirubina nel sangue sarà sovrastimato.
  2. Esame del sangue specifico. Consente di determinare il livello di acidi biliari prodotto dall'organo parenchimale.
  3. Esame ecografico In grado di valutare la dimensione del fegato, vedere se ci sono cambiamenti strutturali nei tessuti dell'organo. Con l'aiuto degli ultrasuoni è possibile rilevare la malattia in una fase precoce.
  4. X-ray. Come gli ultrasuoni aiuta a valutare lo stato esterno ed interno del fegato.
  5. Biopsia. È la procedura più accurata per la diagnosi delle malattie del corpo. Utilizzando un lungo ago inserito nella cavità addominale, viene prelevato un pezzo di tessuto epatico. Questa manipolazione viene eseguita in anestesia generale e solo per i gatti che non hanno problemi con la coagulazione del sangue.

Dopo tutte le misure diagnostiche e i risultati, il medico prescrive il trattamento necessario al paziente.

La più comune malattia del fegato

Ci sono molte patologie dell'organo parenchimale trovato negli animali. Alcune malattie sono diagnosticate più spesso, altre sono estremamente rare. Le più comuni malattie del fegato nei gatti sono le seguenti:

  • l'epatite;
  • epatite (degenerazione del fegato);
  • colangite neutrofila e linfocitaria;
  • avvelenamento;
  • carcinoma (un tumore maligno);
  • lipidosi epatica;
  • cirrosi.

I gatti non sono meno sensibili all'oncologia rispetto ad altri animali. I tumori che colpiscono il fegato possono svilupparsi sia direttamente nell'organo stesso che penetrarlo da altri sistemi corporei.

Un tumore come il carcinoma colpisce di solito il dotto biliare del fegato. Fondamentalmente, neoplasie cancerose dell'organo si trovano negli animali di età e sono il risultato della metastasi delle patologie tumorali di altre parti del corpo.

In casi molto rari, il tumore si sviluppa dagli epatociti.

Il cancro del fegato nei gatti non è praticamente curabile, ma con l'aiuto della chemioterapia è possibile rallentare significativamente la crescita dei tumori.

Molto spesso, i gatti soffrono di distrofia (epatite del fegato nei gatti), vari danni agli organi tossici causati dall'esposizione a veleni e sostanze nocive, penetrazione di agenti infettivi che provocano epatite.

Malattia epatica felina provoca sempre gravi danni al corpo dell'animale e non sempre viene trattata in modo efficace.

Di norma, è possibile prolungare la vita del gatto, i cui proprietari prontamente hanno prestato attenzione ai sintomi sospetti che sono comparsi in un animale domestico lanuginoso.

Alcune malattie, in assenza dell'assistenza competente di un veterinario, portano rapidamente all'insufficienza epatica o renale.

Colangite neutrofila

La malattia si verifica quando un'infezione batterica penetra nel fegato e provoca infiammazione dell'organo. La malattia si verifica spesso insieme a pancreatite e malattie intestinali.

Per la diagnosi della colangite neutrofila è necessaria una biopsia (per la crescita della coltura del patogeno). La terapia della malattia prevede l'uso di antimicrobici. Se il trattamento viene avviato in tempo, l'ulteriore prognosi della malattia è favorevole.

Colangite linfocitica

Malattia natura non infettiva. Le cause esatte della patologia non sono completamente comprese, ma la maggior parte degli esperti sostiene che la colangite linfocitica è il risultato di un sistema immunitario compromesso.

La malattia porta ad un aumento delle dimensioni del fegato, così come l'accumulo di liquido nel peritoneo. Diagnostica una malattia da biopsia. Nella maggior parte dei casi, la patologia è curabile, sebbene vi sia una percentuale considerevole di recidive.

Lipidosi epatica

La lipidosi epatica nei gatti si verifica a seguito della conversione delle cellule del fegato in grasso. È caratterizzato da gravi danni ed edema dell'organo parenchimale, nonché da una significativa diminuzione della sua funzione.

Il più spesso, la patologia è osservata in animali con peso in eccesso. La lipidosi viene diagnosticata mediante biopsia.

avvelenamento

I gatti, in particolare, sono più spesso di altri animali sensibili a vari tipi di avvelenamento, dal momento che l'organo parenchimale delle creature lanuginose non può combattere con molti veleni e tossine.

L'avvelenamento porta allo sviluppo di malattie come epatite, lipidosi, cirrosi, ecc.

epatite

L'epatite è una grave malattia dell'organo parenchimale e porta alla distruzione cellulare. Come risultato della malattia, c'è una violazione delle funzioni di base del corpo, così come tutti i processi metabolici che si verificano nel corpo.

L'epatite è tossica (veleno ingerita dall'animale) e infettiva (introducendo virus o batteri in organi e tessuti).

steatosi

È caratterizzato da un processo degenerativo che si verifica nel fegato, a seguito del quale gli epatociti diventano incapaci di funzionare normalmente.

I segni dell'epatosi sono molto simili ai sintomi dell'epatite, tuttavia, la prima patologia può verificarsi a lungo senza alcuna manifestazione infiammatoria. L'epatosi viene diagnosticata mediante analisi del sangue biochimiche e biopsia.

cirrosi

La cirrosi epatica nei gatti è una patologia grave, a seguito della quale si verifica la proliferazione del tessuto connettivo nell'organo parenchimale.

Nel fegato affetto da cirrosi, la struttura cambia e le funzioni sono disturbate. L'organo è grandemente ingrandito e il fluido si forma nella cavità addominale. La malattia non risponde alla terapia.

Trattamento delle malattie del fegato nei gatti

Prima di iniziare il trattamento del fegato nei gatti, è necessario stabilire la causa esatta che ha provocato la malattia dell'organo parenchimale. Per ogni violazione, la terapia è selezionata individualmente:

  1. Il trattamento della colangite neutrofila richiede l'uso di potenti agenti antimicrobici con un ampio spettro di azione. Per un animale malato, è necessaria una dieta speciale, che fornisce alimenti facilmente digeribili. Alimenta il gatto spesso e in piccole porzioni.
  2. La terapia per la colangite linfocitica richiede farmaci antinfiammatori, corticosteroidi e immunosoppressori.
  3. La lipidosi epatica è difficile da trattare. Per prima cosa devi stabilire la causa della malattia e curarla. Gli animali malati vengono sottoposti a terapia di mantenimento e ad una dieta speciale. Nutrire il gatto avviene attraverso il tubo fino a quando l'animale inizia a mangiare da solo.
  4. In caso di avvelenamento, è importante rimuovere tossine e veleni dal corpo del gatto. Per fare questo, utilizzare gli adsorbenti, la terapia di mantenimento, in alcuni casi, prescrivere l'emodialisi (purificazione del sangue).
  5. Il trattamento di epatite infettiva include l'uso di terapia antibiotica, vitamine di gruppi B e C, preparazioni antispasmodiche, glucosio. L'epatite tossica richiede una dieta speciale, farmaci sulfanilamide, vitamine, farmaci coleretici.
  6. La terapia dell'epatosi viene effettuata con l'uso di antibiotici, antispastici, iniezioni di glucosio con acido ascorbico, antistaminici, epatoprotettori.
  7. La cirrosi è incurabile. Un animale malato è in terapia per tutta la vita, compresi i preparativi di potassio e calcio, vitamine, coleretici e diuretici, corticosteroidi. Per nutrire l'animale usa un cibo medico speciale per gatti.

Prescrivere il trattamento delle malattie dell'organo parenchimale dovrebbe essere solo un veterinario che selezionerà un medicinale efficace con una preparazione epatica, determinerà la sua dose sicura e farà un singolo regime terapeutico.

Prevenzione delle malattie del fegato nei gatti

Le misure preventive che impediscono lo sviluppo di malattie consistono in semplici regole:

  • prevenire l'avvelenamento dell'animale;
  • nutrire il gatto con cibo di qualità;
  • prevenire la formazione di malattie infettive e invasive;
  • vaccinare regolarmente e combattere gli elminti.

È più facile prevenire le malattie del fegato nei gatti, poiché un'ulteriore terapia patologica è sempre difficile e di lunga durata. È importante fornire all'animale cure e cure di qualità, prestare sempre attenzione ai minimi cambiamenti dello stato di salute dell'animale.

Malattie del fegato di gatto: sintomi, trattamento e prevenzione

Il fegato è un filtro biologico di un organismo vivente che partecipa ai processi di metabolismo, digestione, circolazione del sangue e al mantenimento della costanza dell'ambiente interno.

Sostanze nocive di qualsiasi origine (tossine, sostanze tossiche, gas, allergeni, ecc.) Con il sangue entrano nelle cellule del fegato, dove vengono neutralizzate. In alcuni casi, il fegato non può neutralizzare completamente i veleni e quindi il processo infiammatorio si sviluppa.

Tra le malattie del fegato nei gatti si verifica: epatite, epatite, cirrosi, colelitiasi, colecistite.

I principali segni di malattia del fegato nei gatti

Il fegato è l'organo la cui malattia non si manifesta con sintomi specifici. Di solito, segni indiretti o sindromi, tra cui spiccano, indicano patologia epatica:

  • sindrome dispeptica (vomito, alterazione dei movimenti intestinali, spesso diarrea);
  • ittero - colorazione delle mucose e del tessuto sottocutaneo in giallo;
  • prurito;
  • scolorimento dell'urina a marrone e feci a grigio o argilla;
  • ascite: aumento del volume dell'addome dovuto all'accumulo di liquido nella cavità addominale;
  • coma epatico;
  • dimensioni del fegato ingrossate - la sua sporgenza attraverso la parete addominale;
  • dolore al fegato, che si chiama colica epatica;
  • numerose emorragie nella pelle e nel tessuto sottocutaneo;
  • l'anemia;
  • scarsa coagulazione del sangue.

Una caratteristica di qualsiasi malattia del fegato nei gatti che può essere rilevata mediante ispezione visiva è l'ittero.

L'ittero è una malattia del fegato e dei dotti biliari; è di origine meccanica, parenchimale ed emolitica.

  1. L'ittero meccanico si verifica durante il blocco dei dotti biliari, a seguito del quale la bile cessa di fluire nell'intestino e si verifica un disturbo digestivo.
  2. Con la sconfitta del fegato e le sue cellule si sviluppa ittero parenchimale. Durante il processo infiammatorio, le cellule epatiche non possono utilizzare le sostanze nocive che si formano nell'intestino e si accumulano nel sangue. Ci sono segni di colemia (il sangue contiene componenti biliari), oltre a un forte prurito.
  3. L'ittero emolitico deriva dalla rottura dei globuli rossi durante l'infezione o l'invasione.

Breve descrizione della malattia del fegato di gatto

Epatite ed epatite

Infiammazione del fegato, che può verificarsi in forma acuta e cronica.

Le cause di epatite sono:

  1. Avvelenamento di piante velenose e origine minerale.
  2. L'azione di agenti tossici che entrano nel sangue a causa di processi infettivi o allergici.
  3. Sovradosaggio di farmaci che possono accumularsi nel corpo.

Segni: ittero, colorazione delle mucose, congiuntiva, pelle gialla.

In alcuni casi, la temperatura può aumentare, l'appetito può essere perso, la sete può aumentare, la diarrea o la stitichezza possono svilupparsi, mentre le feci hanno un colore giallo-grigiastro, nei casi più gravi della malattia, si osservano le convulsioni.

La diagnosi viene effettuata sulla base dei segni clinici della malattia, test di laboratorio su sangue e urina per la bilirubina.

Il trattamento dell'epatite (epatite) nei gatti dipende dalla causa che lo ha causato. Prima di tutto è necessario mettere l'animale su una dieta in cui non ci sarebbero cibi grassi. Nei primi giorni di trattamento, la fame, dopo di che il gatto viene nutrito con cereali, dopo una settimana, la carne macinata viene gradualmente introdotta nella dieta.

I principi di base della terapia:

  • uso di vitamine del gruppo B e preparati contenenti colina (Essentiale e altri);
  • la nomina di farmaci antispastici per ridurre il dolore ed eliminare la congestione del fegato (colestasi);
  • terapia antibiotica;
  • infusione goccia a goccia di soluzione salina in caso di segni di disidratazione;
  • iniezioni di glucosio con vitamina C per alleviare l'intossicazione;
  • antistaminici, il prednisone aiuta ad eliminare le reazioni allergiche.

Cirrosi di gatti

La crescita del tessuto connettivo e cambiamenti nella struttura dell'organo.

Cause: Epatite in passato, assunzione a lungo termine di sostanze tossiche nel corpo, mancanza di vitamine e proteine ​​B alimentari, malattie infettive di origine virale e batterica.

Segni: perdita di appetito, diarrea, emorragie sulla congiuntiva, ittero, accumulo di liquido nell'addome e aumento del volume, ispessimento del fegato, palpazione palpabile, dispnea, interruzione del cuore.

Diagnosi: sulla base della storia, delle manifestazioni cliniche della malattia, dei test di laboratorio su sangue, urina e ultrasuoni.

Trattamento: glucocorticoidi, preparati di calcio e di potassio per ripristinare la funzione ematopoietica, farmaci coleretici e diuretici, terapia vitaminica (principalmente vitamine A, E, C, B).

Malattia da calcoli biliari

Una malattia rara dei gatti, caratterizzata dalla formazione di calcoli biliari e dotti epatici.

Cause: una storia di epatite, congestione del fegato, alterata pervietà del dotto biliare, mancanza di vitamina A.

Segni: dolore al fegato, ittero, indigestione, fetido fetido, a volte febbre.

La diagnosi è abbastanza difficile da eseguire, è necessario condurre esami del sangue in laboratorio, così come gli ultrasuoni.

Il trattamento consiste nell'eliminare i sintomi e sono prescritti antidolorifici e vasodilatatori. Potrebbe essere necessaria la chirurgia.

Colecistite nei gatti

Infiammazione della cistifellea.

Cause: calcoli biliari e giardiasi (malattia invasiva causata da protozoi).

Segni: dolore al fegato, febbre, alternanza di diarrea e stitichezza.

La diagnosi è difficile da fare, si basa su dati provenienti da anamnesi, presentazione clinica e analisi del sangue.

Trattamento: nella dieta sono inclusi alimenti facilmente digeribili, acqua calda nella cavità addominale del fegato (non si può riscaldare con processi purulenti), terapia antibiotica, farmaci coleretici, fisioterapia.

Prevenzione della malattia del fegato di gatto

La prevenzione di tutte le malattie del fegato si riduce a:

  • prevenire il verificarsi di infezioni e invasioni;
  • vaccinazioni tempestive e sverminazione del gatto;
  • nutrendosi con mangimi benigni;
  • dieta completa ricca di proteine ​​e vitamine;
  • Prevenire l'ingestione di sostanze tossiche.

Grazie per l'abbonamento, controlla la tua casella di posta: dovresti ricevere una lettera che ti chiede di confermare l'abbonamento

Sintomi e trattamento delle malattie del fegato nei gatti

Il fegato protegge il corpo del gatto dalle sostanze nocive provenienti dall'ambiente esterno. È un filtro biologico che raccoglie e neutralizza veleni, tossine e allergeni, ma a volte non affronta questo compito, che porta allo sviluppo di malattie.

Malattie del fegato nei gatti: cause e sintomi

I gatti non sono abbastanza malattie del fegato

Ci sono molte malattie del fegato nei gatti, ognuno di essi ha i suoi sintomi e le sue cause di sviluppo. Alcune malattie sono più facili, mentre altre lasciano gravi conseguenze. Considerare ciascuna di queste malattie in modo più dettagliato.

Epatite (epatite)

L'epatite è un'infiammazione acuta o cronica del fegato. Il suo sintomo principale è l'ittero (colorazione della pelle e delle mucose in giallo). Un gatto perde il suo appetito, beve molto, può aumentare la temperatura corporea. Quando l'epatite sviluppa stitichezza o diarrea, le feci diventano grigio-gialle.

Le cause dell'epatite sono:

  • avvelenamento da veleni vegetali o minerali;
  • gli effetti di allergie o malattie infettive (tossine nel sangue);
  • overdose di farmaci che hanno un effetto cumulativo.

Cirrosi epatica

Nella cirrosi il fegato cambia struttura e in esso cresce il tessuto connettivo. L'animale perde il suo appetito, soffre di mancanza di respiro, il lavoro del cuore è disturbato. Il fegato cresce di dimensioni ed è facilmente palpabile alla palpazione, il liquido si accumula nella cavità addominale. Si osservano arrossamenti congiuntivali, diarrea e ittero.

Le cause della cirrosi includono:

  • epatite trasferita;
  • effetto lungo sul corpo delle tossine;
  • carenza di proteine ​​e vitamine B;
  • malattie infettive di origine batterica o virale.

Malattia da calcoli biliari

La malattia da calcoli biliari nei gatti può verificarsi per una serie di motivi, come la mancanza di vitamina A e l'ipatite

Con questa malattia si formano delle pietre nella colecisti e nei dotti epatici. La temperatura corporea del gatto aumenta, lo sgabello diventa offensivo, le sensazioni dolorose compaiono nella zona del fegato. L'animale soffre di ittero e disturbi del tratto gastrointestinale.

Cause di malattia di calcoli biliari:

  • epatite trasferita;
  • congestione del fegato;
  • scarsa pervietà del dotto biliare;
  • carenza di vitamina A.

Colecistite nei gatti

La colecistite è un'infiammazione della cistifellea. I suoi sintomi sono un forte dolore al fegato, stitichezza e diarrea, febbre. La principale causa di insorgenza sono i calcoli biliari e la giardiasi (una malattia causata dai protozoi).

Lipidosi epatica

Questa malattia si verifica più spesso in presenza di un eccesso di peso. Si verifica nei gatti con colite ulcerosa e diabete. Quando si accumula nel grasso del fegato, che porta a danni e edema grave, e nei casi gravi provoca disfunzione d'organo.

Spesso, la lipidosi si sviluppa in insufficienza epatica. Il sintomo principale di questa malattia è una forte perdita di appetito e perdita di peso. Il fegato cresce di dimensioni, l'ittero si sviluppa.

Insufficienza epatica

L'insufficienza epatica è una grave condizione patologica in cui la funzionalità epatica è compromessa. Procede in una forma cronica o acuta. I sintomi principali sono l'ittero, i disturbi neuropsichiatrici e la sindrome emorragica.

Con insufficienza epatica acuta, il gatto vomita costantemente, è disorientato, la coscienza è disturbata. Dalla bocca c'è un forte odore fetido, alla fine l'animale sviluppa uno shock.

Le ragioni per lo sviluppo di questa forma della malattia includono:

  • avvelenamento grave;
  • infezione;
  • sepsi generalizzata.

La forma cronica della malattia si sviluppa gradualmente (fino a diversi mesi). Il gatto perde appetito, vomito e diarrea, la temperatura corporea aumenta, il fegato aumenta di dimensioni. Nella fase terminale, l'animale sviluppa ittero, la temperatura scende sotto la norma, ci sono tracce di sangue nelle feci.

Tumori del fegato

I tumori del fegato nei gatti sono piuttosto rari

I tumori del fegato nei gatti sono rari, il più delle volte sono maligni. Il più comune è il cancro del dotto biliare, al secondo posto è il carcinoide (tumore neuroendocrino) e il sarcoma.

Per neoplasie benigne includono adenoma epatocellulare, emangioma, epatoma e leiomioma. Nei gatti, l'adenoma cistico del dotto biliare è più comune.

I tumori benigni non causano disagio all'animale e non provocano lo sviluppo della malattia, ma fino a quando non si espandono o scoppiano, provocando un'emorragia.

Colangite neutrofila e linfocitaria

La colangite neutrofila causa infezioni batteriche nel fegato. I batteri migrano dall'intestino tenue ai dotti biliari e al fegato, che causa l'infiammazione. Con la colangite neutrofila, c'è un decorso simultaneo di malattie intestinali e pancreatiche.

La colangite linfocitica causa anche infiammazione, ma non ha una natura infettiva. I veterinari suggeriscono che lo sviluppo di questa malattia sia associato a un funzionamento alterato del sistema immunitario del gatto. I sintomi della colangite linfocitica comprendono: accumulo di liquido nella cavità addominale, ingrossamento del fegato.

Amiloidosi e peliosi epatica

Quando l'amiloidosi nel fegato accumula un gran numero di proteine ​​(amiloidi), che porta alla distruzione del corpo. Allo stesso tempo c'è il rischio di rottura del fegato e sanguinamento interno. Alcune razze di gatti sono predisposti all'amiloidosi.

La peliosi epatica è rara. Questa malattia causa lo sviluppo di cavità nel fegato con sangue. Esiste il rischio di rottura del fegato, poiché diventa molto fragile. Quando pelioze osservava emorragie nella cavità addominale.

Diagnosi di malattie epatiche

Il momento principale per diagnosticare la malattia, prima è, meglio è

È molto importante diagnosticare la malattia del fegato nei gatti. Per questo, il veterinario prescrive i seguenti studi:

  • emocromo completo (incluso lo studio della conta piastrinica, dei globuli rossi e dei globuli bianchi);
  • analisi biochimica del sangue (bilirubina, urea, glucosio, elettroliti, creatinina, albumina, colesterolo, globulina, fosfatasi alcalina, alanina aminotransferasi, gamma-glutamil transpeptidasi, aspartato aminotransferasi);
  • analisi delle urine;
  • esame delle feci;
  • inoltre - radiografia addominale o ecografia (ecografia);
  • esame istologico del tessuto epatico (biopsia).

Trattamento delle malattie del fegato nei gatti

Le malattie del fegato sono trattate con pillole, iniezioni e medicinali omeopatici. Il veterinario scriverà dettagliatamente il piano di trattamento e vi dirà quali medicine saranno necessarie.

In caso di epatite, si raccomanda di bere preparati a base di erbe per l'animale, che hanno un effetto diuretico e coleretico. Per alleviare una condizione acuta in caso di insufficienza epatica, vengono utilizzati i farmaci Aminazin e Fosprenil, dopo di che il veterinario prescrive antibiotici e vitamine.

Quando la colangite linfocitica e neutrofila deve ricevere farmaci antinfiammatori. Se la coagulabilità del sangue dell'animale è compromessa, viene prescritta la vitamina K1, i gatti in gravi condizioni vengono sottoposti a trasfusioni di sangue.

È molto importante fornire all'animale nutrimento adeguato durante il trattamento delle malattie del fegato. Se il gatto non ha appetito, dovrebbe essere alimentato con la forza attraverso una siringa senza ago o attraverso una sonda (gastrico, nasogastrico o esofageo).

Prevenzione delle malattie del fegato nei gatti

La prevenzione delle malattie del fegato comprende le seguenti attività che ogni proprietario di gatti deve rispettare:

Una corretta alimentazione per le malattie del fegato

Un buon cibo terapeutico è la dieta di Hills Prescription Diet Feline

Una corretta alimentazione nelle malattie del fegato è una condizione essenziale per il successo del trattamento. Una dieta complessa è mirata a reintegrare il corpo con gli epatociti e migliorare il sistema immunitario.

Nella dieta del gatto dovrebbe essere un gran numero di proteine, ripristinano le cellule del fegato e aiutano il corpo a combattere la malattia. Un animale indebolito dovrebbe ricevere le vitamine K e B, oltre allo zinco e al potassio. I gatti con insufficienza epatica nella dieta includono l'immagine di sinistra, che migliora il metabolismo e aumenta l'appetito.

La soluzione migliore è nutrire l'animale malato con una dieta veterinaria pronta. Hill Prescription Diet Feline I / d è un eccellente alimento terapeutico bilanciato, la sua composizione contiene tutte le sostanze necessarie, inoltre questo prodotto aiuta il corpo a combattere la malattia.

Quando l'insufficienza epatica, la colangite e altre malattie devono essere somministrate ad un alimento secco per gatti Royal Canin Hepatic HF 26. L'animale viene alimentato con una dieta veterinaria per sei mesi e, in alcuni casi, con cibo medico prescritto per tutta la vita.

Qualsiasi malattia del fegato è una grave afflizione che richiede un trattamento immediato. Ricorda che alcune malattie senza intervento veterinario possono essere fatali. Fornisci al tuo animale domestico il trattamento e la nutrizione necessari, questo consentirà al gatto di riprendersi più velocemente.