Cirrosi: grave danno epatico nei gatti

Cibo

Il fegato non è solo uno dei più grandi organi del corpo di animali e umani, ma anche la più grande ghiandola endogena. Alcune delle sue funzioni sono ancora in fase di studio. Sfortunatamente, il fegato a causa del suo lavoro principale (disinfezione delle tossine dal tratto gastrointestinale) ha notevoli possibilità di ammalarsi. A causa della sua alta capacità rigenerativa, il più delle volte l'organo stesso affronta il pericolo, ma a volte le riserve del corpo non sono sufficienti. Ecco come si presenta la cirrosi nei gatti.

Informazioni di base

La cirrosi è una malattia epatica cronica in cui il tessuto normale viene sostituito da tessuto cicatriziale fibroso. Non ci sono segni visibili della malattia per un lungo periodo, per il motivo che per il normale funzionamento del corpo è necessario che almeno il 20% degli epatociti funzioni. La cirrosi epatica in un gatto inizia a mostrare manifestazioni visibili nel momento in cui tutto il tessuto normale del fegato si trasforma in una grande "cicatrice". Se nel corpo rimane meno del 18-19% delle cellule intatte, la malattia è incurabile. La cirrosi può essere diagnosticata a qualsiasi età, ma più spesso si trova nei gatti di età superiore a sette anni. Quali sono le cause?

Si sviluppa a causa di danni al fegato causati da agenti infettivi, droghe o tossine di origine naturale (la muffa è particolarmente pericolosa). Il cancro può portare alla cirrosi (ma più spesso, la cirrosi porta all'oncologia), così come le tossine virali, batteriche e fungine, che causano prima l'epatite (infiammazione del fegato). Se questa malattia non viene trattata, si "evolve" in cirrosi. Una situazione molto pericolosa è quando a un gatto vengono somministrati corticosteroidi e antidolorifici generali per un lungo periodo, poiché colpiscono anche il fegato. I parassiti sono un'altra causa comune. Opisthorchiasis è molto pericoloso, dal momento che il suo agente patogeno secerne un'enorme quantità di tossine. Inoltre, non dimenticare di vermi nell'intestino, che inoltre non aggiungono salute al corpo.

È importante! Questo è un altro promemoria per non aver bisogno di trattare i tuoi animali da soli! Quando si prescrivono farmaci potenti, l'animale deve essere sempre sotto il controllo di un veterinario competente.

Manifestazioni cliniche della malattia

Quindi, quali sono i principali sintomi che indicano la presenza di questa malattia? Eccoli:

  • Perdita di interesse nel cibo, perdita di peso permanente.
  • Il vomito, e in masse di emetico inclusioni visibili visibili di bile spesso visibili.
  • Diarrea o stitichezza Più spesso questi due sintomi si alternano.
  • Il gatto diventa apatico, riluttante e pigro, o non si rialza affatto dal suo letto.
  • Poliuria e polidipsia.
  • Irritato della cavità addominale, è anche ascite. Con cirrosi del fegato si verifica a causa di ostruzione della vena porta.
  • Urina con una tinta arancione.
  • Manifestazioni distinte di ittero: mucose ingiallite e sclera degli occhi.
  • Il comportamento può cambiare seriamente: depressione o aggressività.
  • Cavità addominale dolorosa (trovata durante la scansione). Ma questo sintomo è più caratteristico dell'epatite.

Violazioni molto spesso diagnosticate del sistema cardiaco. Per questo motivo, il gatto ha una grave mancanza di respiro, anche con un leggero sforzo fisico. L'animale soffoca semplicemente facendo un paio di passi intorno alla casa.

Diagnosi e terapia

Il tuo veterinario dovrà conoscere l'intera storia medica delle tue parole, dopodiché inizierà l'esame. Naturalmente, per determinare visivamente la presenza di cirrosi è irrealistico, in modo che in tutti i casi ricorrere a vari studi diagnostici. Questi includono le seguenti attività:

  • Analisi chimiche del sangue per determinare il livello di zucchero e enzimi renali.
  • Test sierologici Con il loro aiuto, puoi identificare molte malattie infettive, a causa delle quali c'era cirrosi.
  • Per lo stesso scopo è determinato dalla VES (tasso di sedimentazione degli eritrociti).
  • Un'analisi delle urine completa è molto importante, in quanto può essere rilevata come malattie infettive e disturbi organici nei reni. Il fatto è che se sono danneggiati, il corpo subisce l'intossicazione cronica, che a sua volta è irto di cirrosi.
  • La ghiandola tiroidea viene studiata: i disturbi nella sintesi degli ormoni tiroidei portano anche a danni al fegato.
  • Raggi X per valutare le dimensioni, la forma e la posizione del fegato.
  • Esame ecografico della cavità addominale per valutare lo stato del fegato e altri organi vitali.
  • In casi complessi, viene utilizzata una biopsia: in tal modo è possibile distinguere l'epatite dall'epatite per differenziare oncologia e cirrosi.

Tutti questi studi sono estremamente importanti per il motivo che il trattamento dipende dalla causa del danno epatico. La buona notizia è che con la sua eliminazione il processo di sviluppo della malattia può essere completamente interrotto (anche se non in tutti i casi). I principali principi terapeutici per questa patologia sono i seguenti:

  • Annullare eventuali farmaci (soprattutto ormonali) che potrebbero causare danni al fegato.
  • Durante la disidratazione, viene somministrata infusione endovenosa di composizioni tampone ed elettrolitica, che allo stesso tempo allevia l'intossicazione.
  • Se l'ittero provoca anemia, vengono prescritti integratori di ferro. Trasfusioni di sangue altamente raccomandate.
  • Nominato una dieta leggera.
  • L'uso di farmaci che influenzano direttamente la causa principale della malattia: antibiotici, antielmintici.

La prognosi dipende dallo stato del fegato e dalle isole di tessuto sano che rimangono in esso. Anche in casi relativamente avanzati, non vi è quasi alcuna possibilità reale di recupero, quindi per eventuali malattie che addirittura minacciano teoricamente la salute del fegato, è necessario contattare immediatamente un veterinario. Di norma, i gatti vivono con cirrosi epatica per non più di un anno, è necessaria un'aspirazione continua di liquido accumulato nella cavità addominale, un animale deve ricevere regolarmente antidolorifici, è spesso necessario sottoporsi a trasfusioni di sangue... In breve, è meglio non portare il proprio animale! Se vedi segni simili a quelli visti nell'articolo, non fare una visita al veterinario.

Quali sono i sintomi ed è possibile curare la cirrosi in un gatto?

Il fegato appartiene a quegli organi interni di un animale la cui influenza sulla sua salute è difficile da sovrastimare. La sua condizione è influenzata dalla dieta, così come dalle condizioni ambientali in cui vive l'animale. Tuttavia, è spesso soggetto a varie patologie croniche, una delle quali è la cirrosi nei gatti. Questa malattia è caratterizzata dal fatto che nel corpo sotto l'influenza di vari fattori nocivi inizia la crescita irreversibile del tessuto connettivo.

Sintomi pericolosi come ascite, ittero, dolore persistente nell'ipocondrio destro ed epatite sono caratteristici della malattia. Se, in caso di cirrosi, l'animale domestico miagolante non viene fornito con un'adeguata assistenza medica, allora tutto si concluderà con tristezza per lui. L'articolo esaminerà in dettaglio i tipi e le cause della malattia, i suoi sintomi più importanti e i metodi di trattamento.

Cause di malattia

Sotto cirrosi, i veterinari comprendono il processo patologico intensivo delle trasformazioni distruttive, che si esprimono in una diffusa proliferazione del tessuto connettivo e portano a disfunzione di questo organo. Le statistiche hanno dimostrato che la malattia è più caratteristica di un gatto anziano e maturo rispetto a un gattino. Gli esperti dividono la cirrosi in due specie indipendenti, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche in eziologia e sviluppo.

Cirrosi primaria

È provocato da ragioni come:

  • una carenza acuta nel corpo del gatto di minerali, oligoelementi e vitamine;
  • patologie ereditarie a causa delle quali il metabolismo del glicogeno nel fegato è compromesso nel gatto;
  • intossicazione regolare e intensa di animali con sostanze contenenti veleno. Questi includono pesticidi usati in agricoltura, componenti attivi nelle sostanze chimiche per la casa e medicinali. Particolarmente pericolosi sono i corticosteroidi e i farmaci anticonvulsivi;
  • sconfiggere le tossine di origine naturale, in particolare ciò si applica ad alcune specie di funghi che possono entrare nel cibo, così come i prodotti di scarto che vivono nel corpo dei vermi del gatto.

Cirrosi secondaria

I veterinari concordano sul fatto che la maggior parte degli animali domestici vengono da loro per l'esame con questa forma di patologia. Questo tipo di cirrosi è causato da:

  • numerose malattie con eziologia virale o batterica. Inoltre, i microrganismi dannosi sono in grado non solo di entrare nel fegato del gatto, ma anche di sanguinare in tutte le altre parti del corpo;
  • infezione prolungata del gatto con vermi. Tali parassiti epatici come echinococcus possono provocare lo sviluppo di cirrosi;
  • la malattia può verificarsi sullo sfondo di tali malattie aggravanti come l'epatite o l'epatite.

Tutti i suddetti motivi dovrebbero includere anche l'insufficienza cardiaca in un gatto e quelle malattie che portano a disturbi nel processo di deflusso biliare.

I sintomi della malattia

L'insidiosità della cirrosi sta nel fatto che, a differenza dei semplici processi infiammatori nel fegato, non ha praticamente segni nelle sue fasi iniziali. I medici spiegano questo dal fatto che le cellule del corpo hanno elevate qualità rigeneranti. Tuttavia, questo momento positivo gioca un brutto ruolo per la salute del gatto, dal momento che giunge al tavolo operatorio con una patologia trascurata, che è quasi impossibile da curare.

Tuttavia, i proprietari, in ogni caso, devono monitorare attentamente i sintomi della malattia, come ad esempio:

  1. Il letargia, la perdita del desiderio del gatto di camminare e giocare con il proprietario. L'animale preferisce dormire, e durante lo sforzo fisico, anche minimo, si stanca rapidamente.
  2. L'appetito significativamente ridotto, porta alla perdita di peso e indebolisce ulteriormente i baffi.
  3. Il gatto è spesso vomitato, con additivi biliare chiaramente visibili nel vomito.
  4. Il processo di defecazione è rotto, il gatto manifesta alternativamente diarrea, quindi stitichezza.
  5. Il gatto assorbe molto liquido.
  6. Minzione incontrollata, a volte l'animale domestico non ha il tempo di arrivare al luogo appositamente riservato per questo scopo.
  7. La cavità addominale del gatto si gonfia, perché c'è accumulo di liquidi in eccesso, è chiamata ascite in medicina (tra la gente - l'idropisia).
  8. Nelle forme avanzate, un segno luminoso di cirrosi è l'ingiallimento delle membrane mucose dell'animale.
  9. La coagulabilità del liquido circolatorio diminuisce, è possibile un sanguinamento frequente.
  10. L'intossicazione costante del corpo provoca l'encefalopatia, che provoca un disturbo nel coordinamento del movimento del gatto, aumenta la secrezione di saliva e porta a un cambiamento nel suo comportamento da calmo ad aggressivo. L'amico lanuginoso catturato può miagolare forte, attirando così l'attenzione del proprietario sul suo problema.
  11. Il colore dell'urina diventa molto più scuro.

Purtroppo, alla domanda dei proprietari, è possibile determinare la presenza di cirrosi nelle fasi iniziali del gatto, i medici rispondono negativamente. La malattia si sviluppa in modo nascosto e, al momento del rilevamento, è spesso impossibile modificare qualsiasi cosa.

Diagnosi della malattia

Solo uno specialista qualificato è in grado di determinare la cirrosi nella famiglia dei gatti. Prima di tutto, il medico esaminerà la storia (la storia della malattia) e condurrà un esame clinico di un paziente lanuginoso. L'ultima procedura include la palpazione dell'animale, poiché la patologia è caratterizzata da un aumento delle dimensioni del fegato e dall'accumulo di liquidi in eccesso nello stomaco dell'animale. Per chiarire la diagnosi, sarà necessaria un'ecografia dell'addome e del fegato. Il prossimo passo sarà la raccolta di urina e sangue per l'analisi. Il veterinario presta particolare attenzione al livello di proteine ​​nell'urina dell'animale domestico (in caso di cirrosi - bassa) e alla concentrazione di bilirubina nel sangue (troppo alta).

In alcuni casi può essere necessaria la biopsia degli organi e la determinazione della concentrazione di acidi grassi. Solo dopo aver effettuato tutte le manipolazioni necessarie sarà possibile determinare con certezza quale trattamento darà il massimo effetto.

Trattamento della malattia

I proprietari dovrebbero immediatamente prepararsi al fatto che la previsione di una cura completa sarà improbabile. Il tessuto normale non può più sostituire il tessuto connettivo nel processo di patologia. Se l'animale ha una forma secondaria della malattia, allora tutti gli sforzi dovrebbero essere diretti all'eliminazione della malattia primaria. Il medico dirige l'intero arsenale di terapia farmacologica per eliminare i sintomi più importanti. Questo lo aiuterà a:

  1. L'introduzione di soluzioni per via endovenosa di glucosio e borgluconato di calcio.
  2. Lo specialista presente è in grado di aumentare le capacità rigenerative delle cellule del fegato grazie ai preparati "umani" - Ovesol, Essentiale, Phosphogliv.
  3. Kotu prescriveva corsi di vitamine, in particolare vitamina B6, e acido ascorbico.
  4. L'introduzione dell'albumina è giustificata se l'analisi biochimica del sangue mostra un basso contenuto proteico.
  5. Il trattamento conservativo della cirrosi comporta l'assunzione di diuretici. Ciò consentirà al gatto di evitare l'idropisia.
  6. Con emorragia interna ed esterna, gli agenti emostatici come Ditsinon e Vikasol si sono dimostrati efficaci.
  7. I farmaci antibatterici sono usati per eliminare il rischio di sviluppare l'epatite in un gatto.
  8. Se vi sono segni di anemia, può essere necessaria una trasfusione di sangue. Sfortunatamente, la maggior parte delle cliniche veterinarie non è in grado di fornire completamente questo servizio vitale per un animale domestico.

Tuttavia, la terapia farmacologica non è l'unica cosa di cui un animale malato avrà bisogno. Oltre ai prodotti farmaceutici, devi bilanciare attentamente la sua dieta, ridurre lo sforzo fisico e dotare l'animale di un posto tranquillo e pacifico dove possa riposare e recuperare facilmente.

prospettiva

Sulla questione dei proprietari di quanti gatti vivono con questa malattia, i medici rispondono in modo diverso. Tutto dipende da quanto male la lesione abbia toccato il fegato. Il tessuto epatico normale non si riprenderà e più è stato sostituito dai tessuti connettivi, il peggio. L'indicatore statistico medio della vita tra i pazienti con questo disturbo dei gatti è di 1-1,5 anni. Inoltre, durante la vita successiva dell'animale dovrebbe essere regolarmente esaminato da un medico e seguire una dieta rigorosa.

Infine voglio dire che la cirrosi è una malattia formidabile, nella maggior parte dei casi che termina con la morte di un gatto. La maggior parte della mortalità per malattia è dovuta al fatto che non si manifesta nelle prime fasi. È possibile salvare il gatto da una terribile diagnosi con l'aiuto di vaccinazioni tempestive, ricco di vitamine e minerali della dieta, trattamento regolare da vermi e uso molto responsabile degli antibiotici nel trattamento di un animale. Al primo segno di patologie aggravanti come epatite o epatite, dovresti immediatamente portare il tuo animale dal veterinario per un'ispezione.

Cirrosi nei gatti

Le malattie del fegato non solo negli esseri umani, ma anche negli animali, causano danni irreparabili al corpo. La salute di questo organo nei gatti e in altri animali è influenzata dalla qualità del cibo, dall'habitat e dalla salute generale. Pertanto, la cirrosi nei gatti è una malattia molto grave in cui il tessuto connettivo cresce su tutta l'area dell'organo. Quali sono i sintomi di questa malattia e la via d'uscita da questa situazione? Come salvare la vita del tuo animale domestico?

Che cosa causa la malattia?

La cirrosi è un disturbo patologico che si verifica a causa di cambiamenti distruttivi che si verificano nel tessuto epatico dei gatti. Una caratteristica caratteristica è un aumento dell'area di crescita del tessuto connettivo nell'area dell'organo. Ciò, a sua volta, porta a un malfunzionamento del sistema. Di norma, la manifestazione di questa malattia è caratteristica degli animali più anziani e di mezza età.

Una delle manifestazioni della cirrosi è la fibrosi epatica nei gatti. Se decifrare questo termine, significa "proliferazione del tessuto connettivo". Gli esperti attribuiscono la fibrosi a un gruppo separato di malattie. In realtà, la cirrosi ha altri sintomi oltre alla fibrosi.

I veterinari distinguono tra cirrosi primaria e secondaria.

Le cause del primo tipo di malattia sono:

  • mancanza di vitamine nel corpo, in particolare B6;
  • violazione del metabolismo del glicogeno nel corpo;
  • avvelenare il corpo con composti velenosi per lungo tempo (prodotti chimici domestici, pesticidi, farmaci che hanno un effetto epatotossico);
  • mangiare cibo o altri prodotti che sono stati infettati da muffe.

I fattori che provocano la cirrosi e il suo sviluppo sono:

  • malattie causate da batteri, virus e funghi;
  • danno d'organo da parassiti epatici;
  • sullo sfondo di malattie primarie del corpo (epatite, epatite).

Le cause che portano alla cirrosi sono l'insufficienza cardiaca e disturbi nel funzionamento del corpo, accompagnati da disturbi nel deflusso della bile.

I sintomi della cirrosi nei gatti

Una malattia come la cirrosi ha un decorso nascosto e cronico della malattia. Determinare i sintomi della cirrosi nei gatti in una fase precoce è quasi impossibile. La malattia si manifesta quando è improbabile una possibilità di recupero. La diagnosi tardiva dei sintomi si verifica a causa della capacità delle cellule epatiche di recuperare e rigenerarsi rapidamente.

Tuttavia, se si conoscono alcuni segni caratteristici, è possibile iniziare immediatamente il trattamento. E prima il proprietario presterà attenzione a loro, maggiori saranno le possibilità di recupero.

  • Diminuzione dell'appetito
  • Attività bassa, apatia, affaticamento, sonnolenza, letargia.
  • Riduzione del peso
  • Feci disturbate (alternando diarrea e stitichezza).
  • Minzione frequente (colore delle urine: arancia, scarico di bilirubina dall'uretra).
  • Vomito con la mescolanza di bile.
  • Un aumento della cavità addominale.
  • Minzione in grandi porzioni.
  • L'aspetto delle mucose icteriche (tipico per la fase avanzata).
  • Sanguinamento frequente, bassa coagulazione del sangue.
  • La comparsa di convulsioni, coordinazione alterata, aumento della salivazione. Spesso gli animali miagolano, dimostrando che sono molto dolorosi.

Poiché questi sintomi sono secondari, è abbastanza difficile individuare la cirrosi in una fase precoce.

Diagnosi della malattia

Non appena ci sono sospetti sulla presenza della malattia, è necessario consultare immediatamente un medico. Solo la velocità della reazione del proprietario dipende dal fatto che la previsione sarà confortante o meno.

I seguenti tipi di diagnostica sono utilizzati per rilevare questa malattia:

  • Esame da parte del medico della cavità addominale per l'accumulo di liquidi (ascite). L'ascite si manifesta con la palpazione. Lo specialista effettua un esame clinico e per identificare i confini del corpo. La fibrosi contribuisce al fatto che l'area del corpo cresce e supera i confini fisiologici.
  • Stati Uniti. È considerato il metodo diagnostico più informativo. Lo specialista determina quanto la fibrosi colpisce il fegato, imposta i nodi dei foci di rigenerazione, determina la struttura dell'organo. Gli ultrasuoni sono anche necessari per rilevare l'ascite nella cavità addominale. Inoltre, una milza ingrossata è un vero compagno di cirrosi.
  • Analisi delle urine. Cosa non dovrebbe essere nelle urine? Fondamentalmente, bilirubina e proteine. La loro concentrazione nell'uretra dovrebbe essere zero. Ma l'urobilinogeno e gli acidi biliari si trovano normalmente nelle microdosi. Non devono superare un certo livello.
  • Analisi biochimica del sangue La cirrosi aiuta a ridurre i livelli di proteine, protrombina, colesterolo ed emoglobina. Tali studi mostreranno un aumento della concentrazione di bilirubina e gamma globuline. Utilizzando questa analisi, è possibile determinare il livello di zucchero e la concentrazione di enzimi renali.
  • Condurre test sierologici per rilevare la fonte di infezione.
  • Indagine sul funzionamento della ghiandola tiroidea.
  • Biopsia dell'organo. È estremamente raro.

Trattamento della cirrosi nei gatti

Quando il proprietario dell'animale scopre la diagnosi, vuole conoscere la prognosi. Di regola, la risposta è un veterinario deludente. Il problema è che il tessuto connettivo sostituisce normale, sano e questo processo, purtroppo, non può essere invertito. Il trattamento della cirrosi nei gatti può avere successo, ma nessuno garantirà il completo recupero dell'animale.

Se la cirrosi è di tipo secondario, gli sforzi degli specialisti e dell'ospite sono diretti all'eliminazione della malattia principale.

  • Introduzione di iniezioni endovenose di glucosio e borgluconato di calcio. È necessario mantenere un corpo svuotato.
  • Allo stesso tempo, tutti i farmaci che potrebbero causare gravi danni agli organi vengono cancellati. Questo è particolarmente vero per i farmaci ormonali.
  • Per il trattamento dei gatti, i preparati "umani" sono utilizzati in medicina veterinaria: Essentiale, Phosphogliv, Ovesol, ecc.
  • Ottenere animali di complesso vitaminico-minerale. Particolarmente importanti saranno le vitamine del gruppo B.
  • Il trattamento prevede l'introduzione di albumina con una ridotta concentrazione di proteine.
  • Se si osserva sanguinamento, il medico prescrive farmaci emostatici (Ditsinon, Vikasol).
  • Per proteggere l'animale dalle ascite, sono prescritti farmaci diuretici.
  • A volte un veterinario prescrive farmaci antimicrobici per prevenire e ridurre il rischio di peritonite ed epatite.
  • Se l'animale viene curato in una clinica specializzata, il liquido dalla cavità addominale viene rimosso mediante puntura (laparocentesi).

La prognosi per il recupero sarà più favorevole se il trattamento è accompagnato dal riposo completo dell'animale e dall'uso di speciali mangimi medicinali.

Misure preventive

Per evitare che la fibrosi colpisca il fegato e non promuova lo sviluppo della cirrosi, è necessario prendersi cura della prevenzione prematura:

  • Vaccinazione tempestiva dell'animale
  • Procedura di sverminazione.
  • Evitare l'avvelenamento e l'intossicazione.
  • L'uso di antibiotici e altre medicine prescritte da un medico.
  • Ridurre il rischio o la cura delle patologie primarie.

Se il medico ha diagnosticato la fibrosi in un animale e, di conseguenza, una cattiva condizione d'organo, allora la prognosi per la cirrosi, data da uno specialista, varierà dal grado di danno epatico nei gatti. Il tessuto meno sano viene lasciato, minori sono le possibilità che l'animale sopravviva.

Come mostrano le statistiche, gli animali con fegato colpito vivono non più di 1,5 anni. In questo caso, per tutto il tempo l'animale domestico si sottoporrà a procedure spiacevoli per pompare il liquido dalla cavità addominale, l'introduzione di iniezioni endovenose, la stretta aderenza al piano nutrizionale.

Il proprietario deve ricordare che prima farà attenzione ai sintomi, prima cercherà aiuto medico, maggiori saranno le possibilità di un animale per il recupero e per l'ulteriore vita. Va ricordato che questo disturbo è considerato uno dei più insidiosi e gravi. Quindi prenditi cura dei tuoi animali!

Malattie del fegato nei gatti

La sclerosi del tessuto epatico umano e del gatto si sviluppa secondo uno scenario simile. Il parenchima è sostituito da una trama connettiva. Il fegato (fegato, iecur) perde la sua capacità di funzionare come un filtro delle tossine.

Le sostanze dannose entrano nell'organismo neutralizzando i composti dannosi dall'intestino o vengono liberati dal sangue. Un fegato sano disattiva le sostanze tossiche trasferendole in una zavorra sicura e trasferendole ai reni. Residui biologici lasciano il corpo del gatto con l'urina separata.

motivi

Se il fegato riceve molti veleni biologici, non ha il tempo di neutralizzarli rapidamente, avvelenandosi, che è accompagnato dallo sviluppo del processo infiammatorio. Si forma una cicatrice del tessuto connettivo nel sito della lesione e si riduce la percentuale di cellule parenchimali sane. I nuovi sovraccarichi terminano con il verificarsi di cicatrici successive e il rapporto tra reattanza e tessuto funzionale cambia gradualmente a favore del primo.

L'ingresso di tossine nel fegato può verificarsi per i seguenti motivi:

  • Cibo scadente:
  1. Cibo viziato
  2. Squilibri alimentari in nutrienti, vitamine e minerali.
  3. Nutrire i gatti in modo insolito per i cibi carnivori.
  • Malattie infettive
  • Intossicazione da droghe con dosaggio erroneamente diagnosticato o errato.
  • Reazioni allergiche

Feed spoil a causa di una conservazione inadeguata. I granuli secchi possono bagnare i prodotti naturali - fermentare. Un animale può rubare carne in decomposizione o rifiuti di pesce da un bidone della spazzatura o da un bidone della spazzatura. Spesso il proprietario dà il gatto scaduto o consumato cibo. Nutrire, principalmente pesce, è un pericolo per il gatto. Questo cibo contiene poca taurina, che è ricca di carne. Le interiora di pesce possono essere fonti di componenti anti-nutrizionali che distruggono le vitamine o interferiscono con l'assorbimento del ferro.

L'avarizia del proprietario che cerca di risparmiare sul cibo per gatti porta gli animali a non assumere abbastanza vitamine e minerali. Il metabolismo è distorto, i rifiuti metabolici non sono disintossicati e l'immunità è indebolita. La microflora volgare che abita la superficie di un gatto accede alle sue trame, inizia a moltiplicarsi attivamente, emettendo rifiuti tossici. I prodotti di decadimento dei tessuti sono tossici per il loro stesso corpo. Il primo obiettivo nel percorso dei composti dannosi è il fegato.

La generosità irragionevole e il tentativo di umanizzare l'amata creazione portano all'opposto dei risultati attesi. La padrona di casa, usando prelibatezze, cerca di condividerle con il gatto, offrendo la sua carne affumicata, carne grassa o salata. Quando cucina piatti a base di pesce o di carne, il mendicante si nutre di guarnizioni e frattaglie. Il fegato è sovraccaricato direttamente a causa dell'ingresso nel sangue di prodotti tossici del metabolismo proteico e indirettamente: i cibi crudi contengono spesso larve di elminti e oocisti di protozoi.

Gli animali infetti vengono attaccati da un agente infettivo su tutti i sistemi del corpo. I prodotti di scarto tossici risultanti per inattivare il fegato.

L'intossicazione da droghe nella maggior parte delle situazioni è colpa delle azioni non qualificate del proprietario. Spesso i gattini ricevono prodotti destinati agli adulti, gatti - medicinali sviluppati per l'uomo.

Alcuni farmaci per la distruzione di pulci nei cani, causano intossicazione acuta o cronica dei gatti. I colletti insetticidi, indossati su un gattino sotto i sei mesi di età, contribuiscono a rallentare la tossicità, distruggendo gradualmente il fegato. Avvelenamenti cronici con uso non sistematico di antielmintici provocano la comparsa di focolai infiammatori iecur.

Le manifestazioni di una risposta ipersensibile agli stimoli sono accompagnate dalla sintesi di sostanze che richiedono la neutralizzazione, si verificano nel fegato, sovraccaricano l'organo e lo feriscono.

La cirrosi epatica nei gatti è osservata molto meno frequentemente rispetto ai fellinologi. Perché, a differenza dei proprietari, gli animali domestici non hanno cattive abitudini che distruggono iecur. La maggior parte degli animali spesso non vive fino all'età in cui la vecchiaia inizia a distruggere gradualmente il corpo. Muoiono per infezioni, mancanza di adeguata cura e attenzione del proprietario, per altri motivi.

sintomi

I segni che suggeriscono che un gatto ha la cirrosi del fegato diventano evidenti quando la malattia è andata lontano. L'animale può soffrire di ittero meccanico o infettivo, guarire da epatite, epatite, colecistite ed evitare la cirrosi epatica. La malattia può manifestarsi sotto forma di proliferazione ipertrofica del tessuto connettivo o degradazione del parenchima. Nel primo caso si osserva un aumento delle dimensioni dell'organo, nel secondo una diminuzione che è difficile notare.

I principali segni di sospetto cirrosi epatica, considerare quanto segue:

  • Ascite. L'animale forma una pancia rotonda, in assenza di obesità. Dopo la palpazione, anche a un non esperto diventa chiaro: una notevole quantità di liquido si è accumulata all'interno.
  • Stanchezza e quasi tutto il giorno dormono.
  • L'esaurimento. Perdita di appetito
  • Sete, minzione frequente
  • Il progressivo deterioramento della salute, irritabilità, aggressività, convulsioni.
  • Sbavando.
  • Indebolimento della visione
  • Vomito periodico e diarrea
  • Anemia.
  • Lieve giallastra delle mucose.

Un esame del sangue rileva una diminuzione della concentrazione di emoglobina, albumina sierica, urea e zucchero. Il contenuto di bilirubina, acidi colici e enzimi epatici è in aumento. Un test informativo è la determinazione dell'attività degli enzimi - aminotransferasi. Nelle malattie del fegato, l'attività di AlAT supera il tasso di AST e il coefficiente di de-Ritis scende al di sotto dell'unità.

diagnostica

La causa della malattia è stabilita confrontando i sintomi clinici con i risultati degli esami di laboratorio. Il più informativo è la determinazione della concentrazione di bilirubina nelle urine e nel sangue, il calcolo dell'indice de-Rytis.

Nei gatti, determinare la causa della sclerosi si verifica negli esseri umani. Con gli ultrasuoni si osserva la seguente immagine: il fegato è ingrandito, la sua struttura è eterogenea, i nodi di rigenerazione di dimensioni diverse sono fissati. Nella sclerosi epatica, l'ecografia mostra una milza ipertrofica. Per confermare la diagnosi finale, viene effettuato un esame istologico della tessitura ottenuta mediante biopsia.

trattamento

Una cura completa per la cirrosi non è possibile. Il parenchima è già parzialmente sostituito da una trama connettiva. Ma, mantenere lo stato di salute del gatto in una condizione soddisfacente e prolungare la vita è un compito fattibile.

La principale condizione per ottenere il risultato desiderato è una dieta terapeutica. L'alimentazione completa non solo soddisfa il bisogno del gatto di nutrienti ed energia, ma protegge anche il fegato dal carico di detossificazione di composti nocivi che vengono assorbiti dall'intestino. Senza la terapia dietetica, i farmaci sono inutili. Se la prima condizione è soddisfatta, ulteriori misure terapeutiche sono presentate come segue:

  • Recupero del peso vivo di un gatto. Con una notevole emaciazione e anoressia, si fa ricorso alla nutrizione parenterale: glucosio e sali per via endovenosa vengono somministrati con il metodo a goccia per non causare una risposta iperglicemica.
  • Per il normale funzionamento del parenchima epatico sono richiesti acido ascorbico e vitamine del gruppo B. Poiché una parte insignificante dell'organo è in condizioni di lavoro, il fabbisogno di catalizzatori biologici del gatto aumenta molte volte.
  • Per mantenere il fegato in uno stato funzionale, sono necessari epatoprotettori, il migliore dei quali è considerato Essentiale forte.
  • Per eliminare i sintomi dell'ascite, il gatto riceve diuretici. Se non hanno l'effetto desiderato, il veterinario esegue una puntura, lentamente (in modo da non causare un collasso), aspirando il liquido accumulato.
  • Profonda funzionalità epatica anormale porta alla perdita di capacità di depositare vitamine. Ciò provoca sanguinamento. C'è una carenza di vitamina K. antiemorragica. Pertanto, il gatto deve prenderlo regolarmente.
  • Applicare sostituti del sangue. Se la clinica è equipaggiata con apparecchiature trasfusionali e ha personale addestrato, vengono eseguite trasfusioni di plasma sanguigno.

prevenzione

La cirrosi epatica in un gatto risulta dalle azioni irresponsabili del proprietario. Il risultato del trattamento della malattia è dubbio, pertanto, la malattia deve essere prevenuta seguendo queste linee guida:

  • Per organizzare una buona alimentazione dell'allevamento:
  1. Utilizza mangimi già pronti.
  2. Evita di nutrire cibi non gatti.
  3. Riduci al minimo gli avanzi di cibo, carne e pesce.
  • Sterminare regolarmente ectoparassiti.
  • Effettuare periodicamente la sverminazione.
  • Immunizzare un gatto contro le malattie infettive.
  • Non automedicare e non usare farmaci senza consultare un veterinario.
  • Prevenire il contatto con sostanze irritanti.
  • Non permettere al gatto di raggiungere le piante ornamentali.

Cirrosi epatica in gatti e gatti

La cirrosi epatica nei gatti, nei gatti, nei cani e negli esseri umani è quasi identica. E si trova nel fatto che atrofia del tessuto parenchimale dovuta alla crescita diffusa (dispersa) del tessuto connettivo. Naturalmente, tutte le funzioni del fegato sono violate, perché le cellule del fegato sono sempre meno cellule del tessuto connettivo. Oggi vi parleremo delle cause, dei sintomi e del trattamento della cirrosi nei gatti.

Cause della malattia

Prima di parlare delle cause della cirrosi nei gatti, dovresti capire i loro tipi.

Epatite primaria nei gatti

  • Ad esempio, se la malattia è primaria, quindi, molto probabilmente, la colpa è che per lungo tempo il sangue con le tossine "inseguito" attraverso il fegato. E a causa della costante intossicazione, il fegato cominciò a spegnersi parzialmente. Quindi, si può dire che l'avvelenamento cronico o l'ingestione di sostanze tossiche porta alla cirrosi epatica.

E l'animale è lontano dall'essere sempre avvelenato mangiando cibo non qualificato o avariato. Anche il proprietario dell'animale può essere colpevole e, con l'auto-guarigione, uccide lentamente il suo animale domestico. O il farmaco prende a caso o su consiglio di amici, supera il dosaggio, sperando che l'animale si riprenda più velocemente, non osservi la frequenza di somministrazione del farmaco e la durata del trattamento. Non tiene conto dell'aumentata sensibilità dell'asastik alla sostanza attiva. Tuttavia, non dovresti abusare di droghe con un effetto epatotossico.

  • A volte la cirrosi primaria in un gatto si sviluppa a causa del fatto che l'animale manca di vitamine. Ad esempio, vitamina B6. Ma in questo caso, la malattia non appare immediatamente, ci deve essere una sorta di impeto per avviare il meccanismo per lo sviluppo della cirrosi epatica.
  • Disordini metabolici
  • Violazione del deflusso di bile e sangue.
  • Eredità. Quale unica propensione alla malattia non è ereditata. Una predisposizione alla malattia del fegato può anche essere incorporata nel DNA.

Cirrosi secondaria nei gatti

La cirrosi epatica secondaria si sviluppa negli animali a seguito di una malattia infettiva o invasiva (parassitaria). Il più delle volte si verifica a causa del fatto che il fegato è già malato. Ad esempio, un gatto ha già l'epatite o l'epatite. E come complicazione, la cirrosi si sviluppa in uusatika.

I gatti hanno anche una malattia - l'epatite virale, che anche dopo il recupero dell'animale può trasformarsi in cirrosi. Oltre all'epatite virale, il fegato soffre di leptospirosi, adenovirus e altri.

L'insufficienza cardiaca può anche causare cirrosi in un gatto.

Cosa succede al fegato nella cirrosi?

Il tessuto connettivo cresce, ha bisogno di un posto. Pertanto, prende il posto delle cellule del fegato, spingendole a parte e stringendole. Clamped e vasi sanguigni. La nutrizione delle cellule epatiche ancora funzionanti è compromessa. La situazione sta peggiorando.

Il ristagno di sangue nel corpo porta al suo aumento e allungamento. Di conseguenza, l'animale ha un edema della cavità addominale (ascite).

A causa del fatto che il fegato non è più in grado di svolgere tutte le sue funzioni, inclusa la pulizia del sangue dalle tossine, il corpo è inciso (intossicazione). Il sangue, nonostante il fatto che passi attraverso il filtro naturale del corpo, rimane con tossine, prodotti di rifiuto che non sono neutralizzati.

I sintomi della malattia

La malattia stessa è cronica. Pertanto, i sintomi della cirrosi nei gatti non appaiono immediatamente, e non sono troppo evidenti, spesso passano inosservati a lungo, finché l'animale non si sente molto male. I principali sintomi della cirrosi nei gatti sono.

Iniziamo con un parere comune sull'itterizia nei gatti - come sintomo. L'ittero, che è caratteristico di quasi tutte le malattie del fegato, con cirrosi è quasi impercettibile. Alle membrane mucose del gatto e il bianco dell'occhio diventa leggermente giallo.

Palpazione, percussione

A spese di aumentare anche il corpo, tutto è ambiguo. Se la cirrosi è ipertrofica, sul lato destro dell'animale, immediatamente dopo l'ultima costola, è possibile individuare il fegato interessato. Normalmente, non sporge oltre i bordi! Tuttavia, se un gatto ha una cirrosi atrofica del fegato, allora l'organo diminuisce, come se si asciugasse. E il proprietario stesso non sarà in grado di rilevare nulla. Questa non è un'epatite, quindi l'animale non sente alcun particolare dolore. E con le percussioni, il veterinario non può sospettare nulla.

Altri sintomi

Altri sintomi di cirrosi nei gatti:

Perdita di peso e appetito, sete intensa

Kitty inizia a perdere peso. E l'appetito è notevolmente ridotto. Se i baffi mangiano, allora con riluttanza. Ma qui beve molto. Dal momento che l'acqua viene bevuta una grande quantità, quindi l'animale fa pipì spesso e in grandi quantità. A volte anche oltre il vassoio, non raggiungendolo.

Se si guardano i risultati del test del sangue, è chiaro che il gatto ha anemia e leucopenia (anche se minore).

Nella forma avanzata della malattia

trattamento

È possibile curare la cirrosi nei gatti? Curare completamente, purtroppo non funzionerà. Il fegato non si riprende più. Le cellule epatiche sono già state sostituite dal tessuto connettivo, che non è in grado di svolgere funzioni organiche.

  • L'unica cosa che può in qualche modo facilitare la vita di un animale domestico è l'uso di droghe per il cuore, così come i farmaci che aiuteranno a migliorare la digestione.

Revisionata alimentazione obbligatoria dell'animale. È necessario rimuovere le proteine ​​da esso (o almeno ridurre significativamente la loro presenza nel cibo). Puoi andare a un feed speciale, in cui la percentuale di proteine ​​è bassa. Questo è necessario al fine di "scaricare" la digestione, in modo che il fegato non "affatichi", poiché non può più far fronte alla normale digestione del cibo.

  • Se i baffi si rifiutano di mangiare, ha perso molto peso, quindi è necessario ricorrere a contagocce di glucosio per ripristinare la forza dell'animale, oltre a fornire l'energia necessaria.
  • Per prevenire ulteriori morti del fegato, è necessario prescrivere la terapia vitaminica a un gatto malato (prestare attenzione alle vitamine dei gruppi B e C).
  • Ovviamente, puoi dare a un paziente con cirrosi del gatto Essentiale e altri epatoprotettori per aiutare il fegato almeno un po '. Ma non aspettarti miracoli.
  • Se l'ascite è già iniziata, i farmaci diuretici dovrebbero essere somministrati al gatto. Se non aiutano, il veterinario eseguirà l'operazione (la puntura attraverso la quale rimuoverà il liquido in eccesso).

Se l'animale ha già iniziato a sanguinare, quindi come trattamento per la cirrosi epatica, vikasol (una preparazione di vitamina K) deve essere somministrato immediatamente al gatto. Questo accelererà il processo di coagulazione del sangue. Possono essere necessarie trasfusioni di plasma sanguigno, ma qui è importante indovinare con il gruppo sanguigno che viene prelevato solo da animali sani.

Prevenzione delle malattie

Per cominciare, vale la pena imparare che la prevenzione della cirrosi nei gatti (e altre malattie) è sempre meglio del trattamento. Pertanto, è necessario dal primo giorno dell'arrivo di un amico a quattro zampe nella tua casa per osservare attentamente ciò che l'animale mangia. Non dare nulla di viziato o di dubbio. Non dare cibi proibiti.

Non dare droghe senza il permesso del veterinario! Non superare il dosaggio, non aumentare il corso del trattamento o il numero di volte in cui il farmaco viene utilizzato. Non usare per il trattamento di droghe di origine animale. Molti di loro sono in grado di distruggere il fegato di un animale entro una settimana (o anche meno).

Vaccinare i gatti in tempo! Sì, i gatti, anche quelli assolutamente domestici, devono essere vaccinati.

  1. Tenere lontane le piante d'appartamento. Alcuni di loro, nonostante il loro aspetto innocuo, possono essere velenosi per gli animali domestici.
  2. Non iniziare la malattia dal tuo animale domestico. Se si nota qualcosa di sospetto, contattare immediatamente il veterinario. L'assistenza tempestiva può ridurre al minimo il rischio di complicazioni.

Grande webinar per professionisti sulle malattie del fegato, tra cui la cirrosi ai gatti.

Se avete domande sulla cirrosi nei gatti - scriveteli nei commenti!

Cirrosi rilevata nei gatti: metodi di trattamento e prognosi

Il fegato negli animali svolge funzioni complesse e vitali per il corpo. La dipendenza del corpo dalla qualità dell'alimentazione, dalle condizioni ambientali lo rende vulnerabile a patologie croniche. Tra questi, la cirrosi più comune nei gatti, in cui la proliferazione del tessuto connettivo nel fegato. La malattia si sviluppa inosservata dal proprietario e non è praticamente curabile.

Leggi in questo articolo.

cause di

La cirrosi è una patologia progressiva, accompagnata da cambiamenti distruttivi nei tessuti dell'organo, caratterizzati da una diffusa proliferazione del tessuto connettivo. La malattia rende impossibile eseguire molteplici funzioni del corpo. La malattia è più comune negli animali di età media e avanzata.

Nella medicina veterinaria, è consuetudine distinguere tra forme primarie e secondarie della malattia. Ognuna di queste varietà ha la sua eziologia e fattori precipitanti.

Cirrosi primaria

Il danno epatico primario si verifica per i seguenti motivi:

  • Mancanza di vitamine e minerali nel corpo, in particolare, carenza di vitamina B6.
  • Malattie ereditarie associate a compromissione del metabolismo del glicogeno nel fegato.
  • Intossicazione cronica del corpo con sostanze tossiche. Questi possono essere pesticidi utilizzati in agricoltura, pesticidi domestici, avvelenamento con prodotti dell'industria petrolchimica, intossicazione da droghe. Particolarmente pericolosi sono i farmaci corticosteroidi e i farmaci che hanno un effetto epatotossico (anticonvulsivanti, disinfettanti, farmaci a base di fenolo).
  • Spesso l'intossicazione è associata alla sconfitta del cibo da parte di funghi ammuffiti (tossine di origine naturale). Numerose invasioni di elminti dovute all'avvelenamento del corpo con i prodotti dell'attività dei vermi portano allo sviluppo di cirrosi tossica.

Cirrosi secondaria

Una lesione secondaria di un organo viene registrata da specialisti veterinari più spesso rispetto alla forma primaria. Le cause della patologia sono:

  • Malattie infettive di varie eziologie (batteriche, virali, fungine). I microrganismi patogeni entrano non solo direttamente nel corpo, ma sono diffusi lungo il flusso sanguigno da altri focolai di infezione. Spesso ci sono danni al fegato sullo sfondo della leptospirosi, infezione adenovirale.
  • Invasioni verme. La cirrosi in un gatto è spesso causata dalla presenza di parassiti del fegato, ad esempio echinococco. Opisthorchiasis è una causa comune di cirrosi parassitaria nella famiglia di gatto.
Necrosi multifocale del fegato e microemorragia sullo sfondo della toxoplasmosi sistemica
  • Sullo sfondo dello sviluppo di malattie epatiche primarie, ad esempio, epatite o epatite.

Tra le cause della cirrosi, i veterinari notano spesso insufficienza cardiaca, così come patologia, accompagnata da una violazione del deflusso della bile.

sintomi

La malattia, a differenza dei processi infiammatori nel fegato, è cronica e nascosta. Lo sviluppo della malattia fino a un certo stadio è quasi asintomatico. Ciò è dovuto all'elevata capacità rigenerativa delle cellule del fegato di recuperare. Sfortunatamente, il proprietario può notare i sintomi della cirrosi nei gatti anche quando il processo è andato troppo lontano.

Tuttavia, i segni premonitori dello sviluppo della patologia devono essere noti:

  • Sonnolenza, sonnolenza, stanchezza dell'animale domestico, apatia. L'animale smette di muoversi attivamente, si trova di più, dorme molto.
  • Diminuzione dell'appetito
  • Perdita di peso La perdita di peso è uno dei sintomi allarmanti della cirrosi.
  • Vomito con la mescolanza di bile nel vomito.
  • Disturbi digestivi sotto forma di diarrea alternata e stitichezza.
  • Aumento della sete (polidipsia).
  • Minzione frequente. Il colore dell'urina può essere arancione a causa di prodotti non decomposti del metabolismo dell'azoto, il rilascio di bilirubina con l'urina.
  • Minzione in grandi porzioni. Spesso i proprietari contrassegnano le pozzanghere fuori dal vassoio.
  • Aumentare la pancia dell'animale. Il sintomo è evidente nello sviluppo delle ascite: accumulo di liquido nella cavità addominale.
  • Il giallo delle mucose è osservato nelle fasi successive dello sviluppo della malattia.
Segni di cirrosi nei gatti
  • Povera coagulazione del sangue, frequente sanguinamento.
  • Segni di encefalopatia si sviluppano a causa di grave intossicazione del corpo. Allo stesso tempo, si osservano convulsioni, coordinazione alterata, cambiamenti nel comportamento dell'animale domestico e aumento della salivazione. Alcuni animali diventano aggressivi, gli animali malati miagolano fortemente.

La cirrosi epatica nei gatti non è troppo pronunciata, rendendo difficile l'identificazione della malattia nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia.

diagnostica

La diagnosi indipendente di una malattia così grave è impossibile. Se sospetti che una patologia dell'animale domestico debba essere mostrata a un veterinario. Solo in un'istituzione specializzata è possibile condurre la ricerca necessaria. Oltre a raccogliere l'anamnesi, una diagnosi accurata può essere fatta da uno specialista veterinario in base ai seguenti metodi.

Inoltre, uno specialista esamina i confini del fegato. Con la cirrosi, il fegato è ingrandito e in favore di norme fisiologiche.

Il livello di bilirubina può talvolta eccedere il tasso.

Un indicatore specifico dello sviluppo della cirrosi è un alto livello di aminotransferasi, in particolare alanina aminotransferasi (ALT), aspartato aminotransferasi (AST), gamma-glutamiltransferasi (GGT). Allo stesso tempo, l'attività degli enzimi può aumentare di 2 o più volte.

Per l'analisi biochimica era corretto, il prelievo di sangue per gli studi di laboratorio effettuati dopo 10 - 12 ore di dieta per fame.

Come metodo di ricerca aggiuntivo, uno specialista veterinario può ricorrere alla determinazione della concentrazione di acidi grassi, in rari casi - una biopsia dell'organo.

trattamento

Avendo appreso dal medico la diagnosi deludente, è del tutto naturale voler scoprire se il gatto può avere la cirrosi. Di norma, i terapeuti veterinari danno una risposta deludente a questa domanda. La sostituzione del normale tessuto connettivo del fegato è un processo irreversibile. Pertanto, per parlare del completo recupero di un animale malato, purtroppo, non è necessario.

Nel caso in cui la cirrosi sia secondaria, dovrebbero essere fatti tutti gli sforzi per eliminare la malattia sottostante. La terapia per il disturbo è sintomatica e include:

  • Somministrazione per via parenterale di soluzioni speciali che supportano l'organismo impoverito. Di norma, le soluzioni di glucosio e borgluconato di calcio sono utilizzate per le iniezioni endovenose.
  • Per migliorare la condizione delle cellule dell'organo, vengono utilizzati preparati umani che hanno effetti epatoprotettivi, ad esempio Essentiale, Heptral, Oatsol, Phosphogliv e altri.
epatoprotettori
  • La terapia vitaminica, comprese le iniezioni di acido ascorbico e vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B6.
  • In caso di bassi livelli ematici di proteine, viene utilizzata la somministrazione di albumina.
  • L'uso di farmaci emostatici (vikasol, ditsinona) è consigliabile per il sanguinamento.
  • I diuretici sono usati per il trattamento conservativo dell'ascite.
  • Per prevenire il rischio di epatite e peritonite in alcuni casi, vengono prescritti agenti antibatterici.

Oltre alle cure mediche, agli animali viene prescritto un cibo medicinale speciale, si consiglia di essere completamente calmi.

prevenzione

La prevenzione della malattia grave si riduce alle seguenti attività:

  • vaccinazioni di routine;
  • sverminazione periodica;
  • prevenzione di intossicazione e avvelenamento;
  • uso di antibiotici e droghe solo come prescritto dal medico curante;
  • trattamento di patologie primarie (invasioni, epatiti, epatiti, ecc.).

Possibilità di vivere

Se la cirrosi viene diagnosticata nei gatti, la prognosi dipenderà dal grado di danno d'organo. Il tessuto meno sano rimane, più sfavorevole sarà la prognosi per un animale domestico. Secondo le statistiche, i gatti malati vivono non più di 1,5 anni. In questo caso, l'animale deve essere sottoposto a procedure regolari sotto forma di laparocentesi, iniezioni endovenose e di stretta aderenza alla dieta.

La cirrosi epatica in animali domestici lanuginosi è un'afflizione grave e insidiosa. La mancanza di segni caratteristici nelle prime fasi della malattia rende difficile la diagnosi e il trattamento tempestivi. La terapia è sintomatica e mira a migliorare la qualità della vita dell'animale domestico. La previsione è deludente.

Video utile

Per il trattamento delle complicanze della cirrosi epatica, vedi qui:

Cirrosi nei gatti: sintomi di danni al fegato, trattamento. Endometrite a Koshik: sintomi, trattamento, azioni dopo.

Cirrosi nei gatti: sintomi di danni al fegato, trattamento. Come trattare la urolitiasi cat: mbk - che cos'è.

Se la gastrite viene rilevata nei gatti, prima di iniziare il trattamento è necessario determinarne il tipo - cronico, uremico, acuto.. E qui di più sulla cirrosi nei gatti.