Cosa devono fare i gattini e a che età

Cibo

Quando puoi iniziare a fare le prime vaccinazioni per i gattini, assicurati di sapere se hai un animale domestico. Molti proprietari non vaccinano i loro animali domestici, ritenendo che dal momento che l'animale non è sulla strada, non può essere infettato. Ma, come dimostra la pratica, i gatti che non sono mai stati in strada possono anche essere infettati da malattie infettive. Agenti patogeni quali malattie possono essere portati a casa su scarpe, mani. Pertanto, le vaccinazioni per i gatti sono necessarie, indipendentemente dal fatto che ci siano animali per strada o meno. E se porti il ​​tuo animale domestico in campagna, lo faccia fuori, partecipi a mostre con esso, allora la probabilità di contrarre un'infezione è molto alta. Considera quali vaccinazioni fanno i gatti e quando.

Malattie che richiedono la vaccinazione

Esistono numerose malattie pericolose, le cui prime vaccinazioni devono essere fatte prima dell'anno per evitare l'infezione:

  • panleukopenia;
  • la rabbia;
  • leucemia felina;
  • peritonite infettiva felina;
  • rinotracheite.

Queste malattie hanno una percentuale molto alta di morti. Per evitare l'infezione da queste gravi malattie, devi sapere quali vaccinazioni devono fare i gatti.

Panleukopenia (peste) è una malattia acuta caratterizzata da un disturbo del tratto gastrointestinale, insufficienza cardiaca, nella maggior parte dei casi provoca la morte di animali. Questa malattia è molto contagiosa, si applica ai gatti di qualsiasi razza. È più probabile che si infetti: negli animali con un'immunità debole, nei giovani gattini e nei gatti adulti, che hanno 8-9 anni o più. Purtroppo, la panleucopenia è molto difficile da trattare e per prevenire l'infezione dell'animale, è necessario essere vaccinati.

La calcivirosi è un'altra malattia comune. Il virus è in grado di persistere sui vestiti di una persona per diversi giorni, quindi un animale che non è mai uscito può essere infettato. La malattia colpisce il tratto respiratorio, appare:

I giovani animali con una forte immunità hanno maggiori probabilità di sopravvivere dopo l'infezione con questo virus rispetto ai gattini e ai gatti in età adulta.

La leucemia virale felina è anche una malattia pericolosa e fatale.

Una volta entrato nel corpo dell'animale, il virus infetta il midollo osseo e il sistema linfatico. Il trattamento di questa malattia comporta solo il rafforzamento del sistema immunitario e l'eliminazione dei sintomi. Non c'è modo di curare un animale dalla leucemia virale. Se il sistema immunitario può far fronte al virus stesso, il gatto vivrà. C'è solo una possibilità di proteggere il tuo animale dall'essere infetto da un virus: fare una vaccinazione tempestiva al gatto.

Quali vaccinazioni fare per proteggere il vostro animale dall'infezione con queste malattie? I vaccini usati per vaccinare gli animali possono essere di due tipi: vivi e inattivati ​​(morti). Rimane aperto il problema di quali vaccini siano più efficaci. Vaccini vivi a causa del fatto che contengono un virus vivo indebolito, creano un'immunità più lunga e più forte, ma in rari casi possono causare lo sviluppo della malattia.

Un vaccino inattivato contiene un intero microrganismo ucciso con mezzi fisici o chimici. Dà un effetto più breve e più debole. Un altro svantaggio dei vaccini morti è la possibile complicanza del fegato o dei reni che un gatto può ottenere dopo la vaccinazione.

I voti di tutte le vaccinazioni fatte devono essere fatti nel passaporto veterinario dell'animale per rispettare correttamente i tempi e il calendario delle vaccinazioni e sapere quali vaccinazioni sono necessarie.

Come vaccinare un gattino?

Non appena hai un animale domestico, devi pensare alla sua salute e come proteggerlo dall'infezione da malattie infettive. Per questo animale domestico devi essere vaccinato.

È possibile vaccinare i cuccioli a partire dalle 8 settimane di età.

Se un gattino nasce per un gatto che è stato vaccinato, gli anticorpi ottenuti dal suo latte saranno presenti in esso per 10-12 settimane. Fare le prime vaccinazioni prima di questo periodo non ha senso, dal momento che l'immunità attiva in questo caso non è sviluppata. E gli animali nati da una madre non vaccinata e che non hanno anticorpi per proteggersi dai virus dovrebbero essere vaccinati già da 8 settimane.

Circa 10 giorni prima della vaccinazione prevista, è necessario un vermifugo profilattico dell'animale. Per questo, gli viene somministrato un farmaco antielmintico in una dose calcolata per il peso corporeo. Quindi devi assicurarti che non ci siano vermi negli escrementi di gatto. Se compaiono, significa che c'è un'infezione da vermi ed è impossibile vaccinare il gattino finché i parassiti non scompaiono completamente. Per fare questo, è necessario prendere un altro farmaco antielmintico dopo 10 giorni. In genere, il regime di trattamento prevede il triplice assunzione di farmaci. Solo dopo che i parassiti sono stati espulsi, il gatto può essere vaccinato.

Quando vaccinare i cuccioli, chiedi al veterinario. Lo schema di vaccinazione per i gattini fino a un anno per la maggior parte dei vaccini proposti è lo stesso. Quanti mesi dovrebbe essere somministrato il primo vaccino al gattino? La prima vaccinazione per i gattini viene eseguita a 2-3 mesi di età, di solito vengono utilizzati polivacidi contenenti diversi virus.

Questo è di solito un vaccino a tre componenti contro panleucopenia, rinotracheite e calcivirosi (in alcuni casi c'è anche un componente contro la clamidia in essi). La ri-vaccinazione avviene in 3-4 settimane, assicurati di vaccinare con gli stessi componenti del primo. La terza volta che deve essere fatto un vaccino all'anno, un vaccino contro la rabbia viene aggiunto agli ingredienti precedenti.

Se l'animale uscirà o è prevista una partecipazione attiva di un gatto in mostre, sarà sicuramente vaccinato contro la microsporia (deprivazione). Questo gattino vaccino fa da 12 settimane di età.

Dopo la vaccinazione, il gattino potrebbe perdere l'appetito, potrebbe aumentare la temperatura. Questi sintomi di solito scompaiono durante il giorno.

Quando viene fatta la vaccinazione contro la rabbia?

Una delle malattie gravi che rappresentano una minaccia per l'uomo è la rabbia. È necessario fare gatti vaccinati contro la rabbia ea quale età?

La mortalità in questo caso raggiunge il 100%, quindi la vaccinazione contro la rabbia è una condizione necessaria per mantenere un animale a casa. Se il gattino è in contatto con altri animali, la prima vaccinazione antirabbica dovrebbe essere effettuata in 3 mesi. Nel caso in cui l'animale non lasci la casa, può essere fatto dai gattini a 7-8 mesi, quando il loro corpo diventa più forte. Inoltre, la vaccinazione antirabbica dovrebbe essere effettuata ogni anno, preferibilmente allo stesso tempo. Questo vaccino ha un forte effetto, quindi il gatto dopo può perdere l'appetito, essere debole, apatico e può aumentare di temperatura.

Regole di vaccinazione del gattino

Considerare quanti mesi è possibile iniziare a vaccinare un gattino, come prepararsi per la vaccinazione e quali sintomi nello stato di salute dell'animale prestare attenzione.

I gattini possono essere vaccinati da 8 settimane. Solo un animale perfettamente sano può essere vaccinato. Pertanto, prima di andare con un gattino a vaccinare, devi assicurarti che sia sano. Deve avere un buon appetito, una temperatura corporea normale, deve essere attivo, non starnutire o tossire. Non ci dovrebbe essere scarico dal naso o dagli occhi.

Se uno qualsiasi di questi sintomi viene osservato, l'animale non può essere vaccinato. Nella clinica veterinaria, il medico è obbligato a valutare ancora una volta lo stato di salute dell'animale. 10 giorni prima della data della vaccinazione proposta, l'animale deve essere definitivamente somministrato ai farmaci antielmintici. Cerca di vaccinare animali con vaccini di buona qualità, assicurati di controllare la durata di conservazione dei farmaci.

Se l'animale alla vigilia della vaccinazione è in contatto con un animale malato, allora è meglio rimandarlo.

Considera anche che dopo la terapia antibiotica, i gatti possono essere vaccinati solo dopo 2 settimane. Se un animale ha subito un intervento chirurgico, la vaccinazione sarà possibile solo dopo 3 settimane. Non è raccomandato vaccinare i cuccioli durante il periodo in cui hanno un cambio di denti.

La maggior parte dei vaccini complessi crea l'immunità per un anno, quindi i proprietari di animali domestici devono seguire chiaramente il calendario di vaccinazione, non mancandoli. Cerca di contattare sempre un veterinario esperto, ti dirà quali vaccinazioni fanno i gattini, seleziona correttamente il farmaco per il tuo gatto e calcola la dose, indicando quando mettere il primo vaccino. Ricorda che le vaccinazioni tempestive per i gatti ti aiuteranno a mantenere sano il tuo animale, a evitare malattie gravi e la morte prematura.

Schema di vaccinazione dei gattini: a quale età deve essere somministrata la prima vaccinazione?

I gattini, in particolare il pedigree, sono creature gentili con un'immunità debole, quindi è molto importante mettere tutte le vaccinazioni in tempo. Spesso, anche un animale domestico viziato riprende facilmente la malattia che il suo proprietario porta dalla strada. L'immunità dell'animale, che ha ricevuto tutte le vaccinazioni nel momento giusto, è più forte, quindi la possibilità di morte anche dopo la malattia è estremamente ridotta.

È molto importante che ogni animale sia vaccinato contro le seguenti malattie:

  1. 1. Dalla tempera, la malattia più pericolosa per l'animale, che spesso conduce alla morte. Un altro nome per la malattia è la panleucopenia. I suoi sintomi si manifestano in sistemi cardiaci e respiratori compromessi.
  2. 2. Dalla rinotracheite virale, che danneggia l'apparato respiratorio. Accompagnato da rinite, congiuntivite e secrezione nasale. Porta alla morte di un animale domestico.
  3. 3. Per la clamidia. La malattia porta a danni ai sistemi respiratorio e visivo. Ci sono disturbi del tratto gastrointestinale. Il risultato è infertilità o morte.
  4. 4. L'infezione da Calcivirus è difficile da trattare a causa del fatto che il virus della malattia spesso muta. Manifestato sotto forma di freddo oltre a crampi e zoppia.
  5. 5. La vaccinazione contro la rabbia è molto difficile per il corpo di un gattino. Questa malattia è pericolosa non solo per l'animale, ma anche per il proprietario.

Queste infezioni sono le più pericolose per i gattini, quindi dovrebbero essere fatte prima.

Quando un gattino è appena nato, fin dai primi giorni è protetto da speciali anticorpi che vengono trasmessi con il latte materno. Tale immunità è sufficiente per un breve periodo di tempo, quindi dopo due mesi dalla nascita vengono inseriti i vaccini necessari. Daranno all'animale una protezione artificiale, la barriera che proteggerà l'animale dalle malattie indesiderate.

Al momento ci sono due tipi di vaccinazione per i gatti:

  • vaccinazione completa contro 4 principali malattie;
  • vaccino singolo contro la rabbia.

Le iniezioni contro le malattie dovrebbero essere fatte solo per un animale sano, quindi è imperativo che tu completi un esame completo da parte di un veterinario. Non è necessario escludere il fatto che un gattino possa avere un'intolleranza individuale al vaccino. Il gatto può ancora ammalarsi. Semplicemente, la malattia soffrirà molto più facilmente e non fatale.

Questo schema dovrebbe essere osservato dalla nascita alla morte di un gatto. Solo allora l'animale vivrà una lunga vita. Per rendere più facile tracciare il momento giusto, dovresti avere un passaporto speciale. Può essere rilasciato in una clinica veterinaria - questo aiuterà a mantenere il programma.

Affinché un animale cresca sano, dovresti iniziare a vaccinarlo in tenera età, mentre il cucciolo è piccolo e fragile. Le vaccinazioni fanno siringhe speciali che non causano alcun danno. Prima che il medico vada alla vaccinazione, dovresti sottoporti a diverse procedure preliminari.

Il principale è il vermifugo: vermi e parassiti che si possono innescare dentro e fuori l'animale. Kota deve ricevere in 10 giorni una speciale medicina anti-vermifugo e vedere se ci saranno parassiti nelle feci. Il dosaggio è prescritto in base al peso del bambino. Se il gattino ha i vermi, allora dovrebbero essere completamente rimossi. Se l'animale è sano, ha un buon appetito ed è allegro, allora può essere trasportato sul primo vaccino nella sua vita.

Un gattino viene vaccinato sia nella clinica veterinaria che a casa. È meglio affidare l'animale a professionisti che danno spesso agli animali un vaccino.

Ora c'è una grande varietà di diversi vaccini russi e stranieri, quindi è facile scegliere il giusto mix per i gatti. Sono divisi in "morti" e "vivi", a seconda di quali agenti patogeni sono stati utilizzati in essi. I più popolari sono:

  1. 1. Multifel è una polvaccina complessa costituita da virus morti. È prodotto in Russia e dà immunità per un anno. La prima vaccinazione viene effettuata in 2,5 mesi e la seconda in tre settimane. In questo momento, il gattino deve essere protetto, dal momento che il sistema immunitario è completamente sviluppato solo un paio di settimane dopo.
  2. 2. Felovax è anche considerato un vaccino "morto" per 4 principali malattie. La prima vaccinazione avviene in due mesi e la seconda dopo 21 giorni. Ne ho abbastanza per un anno.
  3. 3. Nobivak Triket appartiene ai "vaccini vivi". Kitten non può essere vaccinato a lei fino a 3 mesi. La vaccinazione viene ripetuta dopo 3 settimane e poi dopo un anno.
  4. 4. I premi Nobivak sono fatti contro la rabbia dopo che l'animale ha 3 mesi. Dà immunità alla malattia immediatamente per 3 anni.

Puoi perforare il gattino Microderm (contro la privazione) e Polivak (contro la dermatosi) da 3 mesi. Non sono obbligatori, ma salveranno da molti problemi in seguito.

Scottish Fold e gattini britannici sono razze allevate artificialmente, quindi non hanno praticamente nessuna immunità. È estremamente importante per loro abbattere tutte le vaccinazioni necessarie in tenera età, dal momento che la probabilità della loro infezione è insolitamente alta.

Nonostante queste razze siano animali decorativi, raramente escono fuori, dovresti prendere molto seriamente la vaccinazione. Nessuna vaccinazione speciale viene data agli scozzesi e agli inglesi. Tutti i vaccini sono adatti per qualsiasi razza di gatti.

Ora l'animale viene vaccinato completamente senza dolore. Tuttavia, ogni vaccino è uno stress per un piccolo organismo. Ogni animale reagisce in modo diverso ad esso, quindi è impossibile dire con certezza che la malattia aggirerà un animale domestico. In questo caso, la vaccinazione è ancora la principale garanzia che l'animale crescerà sano e vivrà fino ai vecchi anni. Ci sono un numero enorme di vaccini che possono curare i gatti da molte malattie, ma molte altre malattie minacciano ancora la vita dell'animale. Ad esempio, i vaccini toxoplasmosi non sono stati inventati, così come da un numero di altri.

Quali vaccinazioni fanno un gattino e quando fare le prime vaccinazioni?

Decidendo di avere un animale domestico, il proprietario dovrebbe essere consapevole del fatto che oltre alla gioia e alle emozioni positive, avrà molte preoccupazioni e problemi. Prendersi cura di un gatto o di un gatto è una questione responsabile. Affinché l'animale rimanga sano e allegro, il proprietario deve sapere quali vaccinazioni farà il cucciolo.

Se la vaccinazione non viene eseguita, i gattini possono diventare vittime di varie malattie virali e morire di malattie come la leucemia, la panleucopenia e altri. Le complicazioni dopo l'herpes o la calcivirosi non sono meno pericolose. Inoltre, le vaccinazioni proteggono contro la rabbia non solo l'animale, ma anche il suo proprietario, che può soffrire il morso di un animale malato.

Per acquistare un gattino dovrebbe essere trattato nel modo più responsabile possibile. È necessario non solo sapere cosa nutrirlo, come irrigare e dove dormirà, ma anche essere in grado di prendersi cura della propria salute.

Prima di acquistare un animale domestico, è necessario esaminarlo attentamente. Il modo più semplice per notare i difetti esterni è la struttura anormale della colonna vertebrale, delle zampe e della testa. Se la pelle ha macchie senza capelli, è necessario consultare un veterinario. Gli occhi del gattino dovrebbero essere chiari. Vale anche la pena esaminare le orecchie, le mucose e la cavità orale. La temperatura corporea di un cucciolo sano dovrebbe essere 38.0 - 39.0 gradi.

Regole di base

Ogni proprietario dovrebbe sapere quando vaccinare un gattino. E ricorda la regola principale: al momento della vaccinazione, l'animale deve essere completamente sano. Qualche tempo prima della procedura, è necessario effettuare la terapia antihelminthic. Se trascuri questa misura, la vaccinazione potrebbe non avere l'effetto desiderato. Puoi comprare l'antielmintico in un negozio specializzato.

Per proteggere il gattino dal contatto con il mondo esterno nei primi giorni dopo la vaccinazione, è più opportuno tenere quest'ultimo a casa.

Quando è stata fatta la prima vaccinazione?

I proprietari inesperti sono spesso interessati a quando fare il primo gattino delle vaccinazioni. Di norma, la vaccinazione viene eseguita quando l'animale ha due mesi. Se il bambino ha l'opportunità di passare tutto il tempo con la mamma gatto, è possibile eseguire la procedura tre mesi dopo la nascita. Gli anticorpi materni che entrano nel corpo di un gattino con il latte, possono resistere alla vaccinazione, che ridurrà la sua efficacia.

Per rafforzare la risposta immunitaria del corpo, dopo aver eseguito il primo, il gattino deve essere vaccinato, cioè dovrebbe essere potenziato. I veterinari raccomandano che la prossima vaccinazione sia fatta solo dopo la sostituzione dei denti. La terza vaccinazione viene eseguita all'età di uno. Ulteriore procedura viene eseguita ogni anno.

Quali malattie verranno salvate dalla vaccinazione?

Per capire quali vaccinazioni fare per un gattino, devi capire di cosa possono salvare il tuo animale domestico.

Ad oggi, i veterinari distinguono quattro comuni malattie infettive.

  • Gerpesviroz. Questa malattia è considerata virale ed è chiamata rinotracheite. Colpisce il tratto respiratorio superiore e il gattino viene infettato dalle goccioline, perché i virus "vivono" nell'aria. Molto spesso sono gattini malati, almeno - gatti adulti.
  • Peste o panleucopenia È abbastanza facile essere infettati da questa malattia, è sufficiente avere un contatto con un animale malato o con i suoi segni. Questo può accadere mentre si cammina.
  • Kaltsiviroz. Il virus infetta le vie respiratorie, sia i gattini che l'animale domestico in età giovane o più matura possono raccoglierlo.
  • Leptospirosi. È possibile essere infettati da questa malattia da topi e altri roditori che sono portatori. I gatti amano catturarli, quindi salvare l'animale da ogni contatto è estremamente difficile. I sintomi principali della malattia sono febbre ed emorragia, ma il più pericoloso è che la malattia può passare in forma latente. La leptospirosi viene trasmessa agli esseri umani, è molto contagiosa.

Come si forma l'immunità?

Quando pensi a quanto deve essere vaccinato un gattino ea quale età dovrebbe essere, non dovresti dimenticare che nei primi mesi di vita i gattini ricevono protezione dal latte materno, ma alla terza o quarta è significativamente più debole. Questo periodo è considerato fondamentale per la salute del bambino, in quanto l'animale è molto suscettibile alle infezioni e ai virus. Pertanto, è necessario sapere quando effettuare il primo gattino vaccinazioni.

Dopo la vaccinazione, l'immunità è stabile per i primi due anni di vita, e quindi il proprietario deve pensare all'ulteriore sicurezza del suo animale domestico.

Cosa fare dopo?

Per determinare i prossimi passi e capire quando vaccinare un gattino, è necessario contattare un veterinario. Il medico parlerà di vari metodi di protezione possibile dell'animale da virus e altre malattie. I gattini sono incoraggiati ad avere una serie di vaccinazioni che iniziano alla sesta settimana di vita e si ripetono regolarmente. L'ultima vaccinazione è un gattino all'età di venti settimane.

I veterinari possono usare iniezioni convenzionali e combinarli con una tecnica intranasale. Le vaccinazioni antirabbiche devono essere conformi alle leggi locali.

Schema di vaccinazione

La risposta alla domanda: "Il gattino ha bisogno di vaccinazioni?" È inequivocabile. Certo, necessario. L'algoritmo della loro implementazione dovrebbe sempre essere lo stesso, quindi l'efficacia della vaccinazione sarà massima. Prima della procedura, il medico esamina attentamente l'animale. E solo dopo che il suo permesso può essere vaccinato.

Se ci si spostava verso un nuovo luogo di residenza, l'animale era soggetto a surriscaldamento o raffreddamento eccessivo, ecc., Allora è meglio posticipare la vaccinazione.

Un veterinario dovrebbe conoscere l'età dell'animale e altre informazioni di base: appetito, livello di attività, frequenza della minzione e così via. Il dottore ti dirà quali vaccinazioni fanno il gattino in primo luogo. Dopo la procedura, l'animale dovrebbe essere sotto la supervisione di un medico per venti minuti per eliminare possibili reazioni allergiche. Per un po ', il gattino può essere pigro e assonnato, perdere l'appetito e dormire molto. Ma il giorno dopo, le sue condizioni dovrebbero tornare alla normalità.

Dove vaccinare i gattini?

Un proprietario attento dovrebbe prendere in considerazione non solo le vaccinazioni richieste dal gattino, ma anche dove è meglio vaccinarsi. L'opzione più ideale è chiamare un medico a casa. Quindi l'animale sarà protetto da condizioni negative e non colpirà alcuna malattia per strada. La probabilità di un tale risultato è piuttosto alta, poiché l'immunità dopo la procedura sarà indebolita.

I vantaggi di questa opzione includono il risparmio di tempo e la relativa calma di un animale domestico, perché si troverà in un ambiente familiare e confortevole. Inoltre, sarà difficile per il dottore in clinica trascorrere molto tempo con il gattino, perché ci sono altri visitatori lì. A casa, il veterinario sarà in grado di esaminare lentamente l'animale e prescrivere un programma di vaccinazione individuale.

Gatti vaccinati in giovane età

È molto importante non solo sapere quali vaccinazioni fare un gattino, ma anche non dimenticare di vaccinare il gatto prima della gravidanza, al fine di proteggere la prole. Solo in questo modo l'immunità dei futuri cuccioli reagirà adeguatamente alle malattie virali mortali. La vaccinazione viene effettuata a partire dalla ventesima settimana di vita e può durare fino a due anni.

Se un gatto ha più di due anni, la rivaccinazione deve essere eseguita nei primi anni dopo la nascita della prole. Il veterinario racconterà in dettaglio tutti i rischi e i benefici della vaccinazione annuale.

Vaccinazioni per gatti adulti

L'animale domestico adulto deve essere vaccinato ogni anno. La differenza tra questa procedura e la vaccinazione di un gattino è che non è necessario rivaccinare. L'immunità attiva si sviluppa solo dopo dieci giorni, quindi i contatti dell'animale domestico con il mondo esterno dovrebbero essere ridotti il ​​più possibile.

A volte i proprietari di animali domestici incuranti considerano le vaccinazioni facoltative, e quindi non vedono la necessità di farle, spiegando che il gattino è completamente fatto in casa. Pertanto, vale la pena sapere che determinati tipi di vaccinazione sono richiesti dalla legge.

Perché ho bisogno di un passaporto veterinario?

Ogni animale dovrebbe avere un passaporto veterinario, solo allora sarà possibile viaggiare con esso. I vaccini contro la rabbia sono particolarmente importanti, in quanto sono obbligatori. Affinché tutti i marchi siano realizzati correttamente, dovresti cercare aiuto da un veterinario che ha un gattino.

Il passaporto verrà assegnato all'animale dopo la procedura di scheggiatura. In questo caso, viene inserito un microchip elettronico sotto la pelle dell'animale. Abbastanza piccoli gattini possono essere trasportati senza passaporto, ma con il certificato appropriato dal veterinario.

Quando vaccinare i cuccioli

Quando un gattino appare in casa, i proprietari dovrebbero prendersene cura e proteggere il corpo fragile da virus e infezioni. È importante non solo mantenere la pulizia dell'habitat dell'animale domestico, nutrirlo in modo equilibrato e svolgere regolarmente lo sverminazione, ma anche prestare attenzione alla vaccinazione. Il fatto è che un minuscolo nodulo, appena svezzato dal latte materno, è indifeso contro i virus pericolosi. Sarebbe ingenuo sperare che se il gattino vive nell'appartamento, il pericolo non lo minaccia. Ad esempio, le famiglie possono facilmente portare il bacillo insieme a scarpe da esterno e, con le scarpe, gli animali domestici adorano giocare di più. Quando e quali vaccinazioni fanno i gattini, capisci di seguito.

Quali vaccinazioni fanno i gattini

La maggior parte dei proprietari di gatti si occupa della domanda: quali vaccinazioni dovrebbe fare un gattino e sono obbligatorie.

Tutte le infezioni da gatto sono estremamente pericolose e difficilmente tollerate dagli animali. Nel 70% dei casi si verifica la morte, quindi è necessario vaccinare le briciole. Inoltre, nessuno sa quale sarà il destino dell'animale. Forse un giorno l'animale esplode in strada e viene a contatto con un rappresentante malato del mondo della fauna.

Secondo il programma di vaccinazione, i piccoli membri della famiglia felina vengono vaccinati contro malattie che rappresentano una seria minaccia per la vita e la salute.

  • Leptospirosi. Una pericolosa malattia infettiva che minaccia il gatto-topo-catcher o trappola per topi, dal momento che i roditori sono i vettori di questa infezione. Questa malattia merita attenzione ai proprietari i cui animali domestici amano camminare da soli. La maggior parte dei gatti è latente (latente) all'infezione, quindi i veterinari individuano la malattia all'ultimo stadio. I principali segni di infezione sono emorragie interne ed esterne (nasali / oculari), febbre.
  • Importante: la leptospirosi viene trasmessa agli esseri umani.
  • Gerpesviroz. Infezione virale trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Nelle persone, la malattia è anche chiamata rinotracheite. Fondamentalmente, la malattia da herpesvirus colpisce gattini fino a 7 mesi. La malattia si manifesta sotto forma di congiuntivite e lesioni catarrali del tratto respiratorio superiore.
  • calicivirus felino. Simile alla precedente malattia, che colpisce giovani gatti e gatti. Gli organi respiratori ne soffrono. Come i sintomi appaiono ulcere in bocca, aumento del muco nel naso, lacrimazione.
  • Panleucopenia (peste). I gattini hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia più spesso rispetto ai gatti. L'infezione viene trasmessa attraverso il contatto diretto con feci infette o scarpe da strada dei proprietari che sono stati in feci / terreno infetto da peste.

Inoltre, i gatti vengono vaccinati contro la clamidia e la leucemia, se si presume che l'animale parteciperà a mostre, passerà un po 'di tempo in strada e comunicherà con i suoi compagni felini.

Quando vaccinare i cuccioli

Secondo il programma veterinario, i gattini vaccinazioni fanno in una certa sequenza.

  • Età da 8 settimane - vaccinazione obbligatoria contro calicivirus, virus dell'herpes e panleucopenia.
  • Dopo 4 settimane dalla prima vaccinazione o 12 settimane, viene effettuata la rivaccinazione, più il gattino viene vaccinato contro la rabbia.
  • Effettuare ogni anno la rivaccinazione da tutti i virus.

Programma di vaccinazione

Cosa fare se il programma del vaccino è rotto

Succede che il programma di vaccinazione è gravemente disturbato o non noto affatto. Ciò accade se il gattino viene raccolto per strada, ma apparentemente familiare, che può essere giudicato dalla presenza del colletto, o se i proprietari hanno semplicemente perso il momento della vaccinazione ripetuta per il loro animale domestico. Qui dovresti consultare il tuo veterinario. Il medico ti dirà come meglio procedere in ogni caso. A volte hai solo bisogno di una ripetizione completa del programma di vaccinazione per i gattini, e in alcune situazioni, il medico può prendere una decisione individuale dopo aver esaminato l'animale.

Tipi di vaccini per gatti

I seguenti vaccini sono più comunemente utilizzati per la vaccinazione dei gattini:

  • Nobivak Forcat. Vaccino multicomponente che stimola i gattini ad avere immunità alla calicivirosi, panleucopenia, rinotoheite e clamidia;
  • Nobivac Tricat. Un triplo vaccino contro l'infezione da calicivirus, rinotracheite e panleucopenia. La prima vaccinazione dei gattini viene effettuata all'età di 8 settimane. La rivaccinazione deve essere eseguita ogni anno (vaccinazioni ripetute);
  • Nobivac Tricat. Protegge anche poco soffice dalle quattro principali malattie elencate. Il primo gattino da vaccinare può essere fatto all'età di 12 settimane;
  • Nobivac Rabies. Questo tipo di vaccino per i gattini protegge solo contro la rabbia. L'immunità resistente in un animale viene prodotta il 21 ° giorno dopo la vaccinazione. La rivaccinazione dovrebbe essere effettuata ogni anno. È accettabile miscelare Nobivac Rabies con altri tipi di vaccini Nobivac;
  • FORT DODGE FEL-O-VAX IV. Questo è un vaccino polivalente - contro più infezioni. È inattivo Protegge immediatamente il gatto dalla rinotracheite, dalla panleucopenia, dalla calicivirosi e dalla clamidia. Permesso per l'uso in cuccioli di età compresa tra 8 settimane. Una volta all'anno viene eseguita la rivaccinazione;
  • Purevax RCP. Vaccino multicomponente, che comprendeva ceppi di rinotracheite, panleucopenia e calicivirosi.
  • Purevax RCPCh. Contiene ceppi indeboliti dei virus sopra elencati. Vaccinazione somministrato all'età di 8 settimane. Un mese dopo, ripeti. Una rivaccinazione ulteriore mostrata una volta all'anno.
  • Leukorifelin. Protegge l'animale dalla virosi virale e dalla panleucopenia. È vietato iniettare leucofrepelina con altri vaccini;
  • Kvadrikat. Vaccinazione per gattini da panleucopenia, rabbia e calicivirosi. L'immunità in un gattino si forma in 2-3 settimane. La rivaccinazione viene effettuata ogni anno;
  • Rabizin. Questo farmaco è solo dalla rabbia. A differenza di altri tipi di vaccini, Rabizin può essere somministrato anche a gatti in gravidanza;
  • Leucocol 2. Vaccino contro la leucemia nei gatti. Metti il ​​vaccino due volte. Quindi la rivaccinazione viene eseguita una volta all'anno. I cuccioli vengono vaccinati all'età di 9 settimane;
  • Felotsel CVR. Il farmaco stimola la produzione di immunità contro la rinotracheite, la panleucopenia e il calicivirus. Il vaccino ha l'aspetto di una massa porosa di un colore giallo pallido. Prima dell'uso, è diluito con un solvente speciale;
  • Mikroderm. Il vaccino aiuta a proteggere l'animale dalla dermatofitosi (versicolor, ecc.).

Importante: vale la pena ricordare che i giovani gatti sotto i 3 anni di età e gli animali vecchi e deboli sono sempre a rischio.

Possibili complicazioni dopo la vaccinazione in un gattino

Il corpo di ciascun animale risponde in modo diverso al vaccino. Alcuni animali domestici possono sviluppare i seguenti effetti collaterali:

  • apatia e diminuzione dell'appetito;
  • rifiuto di acqua e persino cibo per animali domestici;
  • aumento della sonnolenza;
  • gonfiore e indurimento nel sito di iniezione;
  • febbre;
  • stati convulsi;
  • pleurite ed encefalite;
  • dolore al sito di iniezione;
  • cambiamento del colore del mantello nel sito di iniezione e persino perdita di capelli;
  • alcuni cambiamenti nel comportamento.

Importante: in casi molto rari, il corpo del gattino non sviluppa immunità alle infezioni e ai virus anche dopo la vaccinazione, ma questa è una caratteristica individuale dell'animale.

Di norma, tutti gli effetti indesiderati non pericolosi scompaiono da soli entro 1-4 giorni dalla vaccinazione o richiedono un trattamento sintomatico. Ad esempio, le reazioni allergiche sono eliminate dagli antistaminici. In ogni caso, se si verificano effetti collaterali, consultare il medico.

Regole di vaccinazione del gattino

Affinché il gattino possa essere vaccinato correttamente, le raccomandazioni dovrebbero essere seguite.

  • La vaccinazione non deve essere somministrata a gattini di età inferiore a 8 settimane.
  • Solo un animale completamente sano viene vaccinato senza evidenti segni di malattia ed è vietato vaccinare un gatto se si sospetta di essere stato in contatto con un animale malato. La soluzione migliore è aspettare un paio di settimane.
  • Prima di impostare un vaccino, un veterinario dovrebbe valutare la salute di un bambino in base a diversi criteri: temperatura corporea, vigore e condizione delle mucose.
  • È vietato vaccinare un gattino entro tre settimane dall'intervento e entro due o tre settimane prima dell'intervento.
  • Non è possibile inviare un animale domestico per la vaccinazione dopo il trattamento antibiotico. Il corpo del bambino è indebolito e persino i microscopici patogeni possono provocare gravi conseguenze. Dopo la terapia antibiotica, è meglio aspettare un mese.
  • Prima della vaccinazione, tre settimane prima della procedura, l'animale deve essere sverminato.
  • È vietato vaccinare il gatto durante il cambio dei denti.
  • Il gattino dovrebbe essere in uno stato relativamente calmo durante la vaccinazione. Lo stress e l'estrazione delle mani non sono consentiti.
  • Tieni traccia della data di scadenza del vaccino se lo acquisti in una farmacia veterinaria. La droga in ritardo non porterà benefici al tuo animale domestico.

Dove è meglio vaccinare un gattino - a casa o in clinica

La risposta a questa domanda, ogni proprietario del gatto si forma per sé in virtù della solvibilità finanziaria - qualcuno può permettersi di invitare un veterinario a casa, ed è più facile per qualcuno portare un animale domestico in clinica. Ma in ogni caso, il vaccino dovrebbe essere fornito solo da un medico qualificato.

Vantaggi della vaccinazione del gattino a casa:

  • non trasportate l'animale all'ospedale e, di conseguenza, il gattino rimane calmo al momento della visita del medico;
  • il veterinario ha l'opportunità di valutare il vero stato dell'animale domestico, che si trova in un ambiente familiare. Quando si visita la clinica, il gattino è spesso nervoso, preoccupato, urlante, che interferisce con il normale lavoro del medico;
  • il gatto non è in contatto con la strada e altri visitatori soffici della clinica veterinaria. A causa di ciò, il rischio di contrarre l'infezione è significativamente ridotto;
  • Non passi il tempo per un viaggio in ospedale.

Vantaggi della vaccinazione in clinica:

  • il medico ha a disposizione tutte le attrezzature e gli strumenti necessari per l'esame qualitativo dell'animale e la produzione di vaccinazioni;
  • Il vaccino è costantemente al freddo prima del suo utilizzo, come richiesto dalle regole di utilizzo del farmaco. Il fatto è che il vaccino deve essere conservato e spostato solo a basse temperature. Nel caso di una visita a domicilio, il medico dovrebbe portare il farmaco in uno speciale frigorifero portatile;
  • se necessario, nella clinica, è possibile eseguire immediatamente qualsiasi altra manipolazione necessaria, senza attendere il momento di visitare l'ospedale. Ad esempio, un veterinario può identificare un segno di spunta da un gattino o altri problemi che richiedono un intervento urgente.

E ricorda che il veterinario è il primo amico e compagno per il tuo animale domestico dopo di te. Sa esattamente come aiutare il gattino a sopravvivere al terribile momento della vaccinazione. Per un bambino, la vaccinazione è stressante e per un medico esperto è una procedura standard, quindi affidati al tuo animale domestico per le mani di un professionista e prenditi cura costantemente della sua salute. Solo in queste condizioni il cucciolo crescerà sano e vivrà una lunga vita felice, regalandoti molti momenti luminosi!

Gattini vaccinazioni - cosa e quando fare

Portando il piccolo gattino in casa, il suo proprietario si assume una grande responsabilità per la vita dell'animale. Affinché un animale domestico peloso cresca sano e felice, è necessario non solo nutrirlo adeguatamente, ma anche proteggere l'animale da una varietà di malattie pericolose. Molto spesso, i proprietari di animali domestici pelosi hanno una domanda: è necessario vaccinare i cuccioli?

Sfortunatamente, anche se l'animale domestico è privato della libertà di camminare in strada, non è protetto da malattie mortali, perché l'agente patogeno può penetrare nell'appartamento, anche su scarpe da strada o vestiti del proprietario del gatto.

Ci sono molte malattie che possono causare la morte negli animali, quindi solo le vaccinazioni dei gattini aiuteranno ad evitare l'infezione: cosa e quando fare, il veterinario dirà al proprietario del gatto.

Alcuni proprietari di gatti credono che se un animale viene preso dalla strada, non richiede alcuna vaccinazione, l'immunità di questi gattini è forte e le malattie sono escluse. Una tale affermazione è fondamentalmente sbagliata, persino un animale da strada non può essere completamente protetto da pericolose infezioni. I gattini presi dalla strada devono essere vaccinati o solo gli animali domestici hanno bisogno di vaccinazione contro malattie gravi?

Il primo gattino da vaccinazione

A che età si vaccinano i gattini? Fin dai primi giorni dopo la nascita, il gattino acquisisce l'immunità materna, trasmessa con latte di gatto. Grazie a questa protezione, il bambino non sarà in grado di contrarre malattie pericolose, ma 2 mesi dopo la nascita, la quantità di anticorpi nel sangue diminuisce rapidamente. Da questo momento, la mollica diventa vulnerabile a vari agenti causali di malattie infettive e virali.

A che ora iniziare a vaccinare un animale domestico? A partire dai 2 mesi di età, ogni cucciolo ha bisogno di un'immunizzazione regolare. Prima di questo momento, non ha senso vaccinare un bambino, dal momento che il corpo delle briciole non può ancora sviluppare l'immunità necessaria. Il primo gattino da vaccinazione aiuterà il giovane organismo a resistere contro molti agenti patogeni, salverà l'animale non solo per la salute, ma anche per la vita.

Le infezioni più comuni che devono essere vaccinate contro i gattini sono:

  • La peste o la panleucopenia sono una malattia virale dei gatti. L'infezione è caratterizzata da un malfunzionamento del cuore e delle vie respiratorie. I gatti di tutte le età sono malati, ma i gattini sono particolarmente sensibili alla malattia. La malattia è molto difficile da trattare e finisce principalmente con la morte di un animale domestico.
  • La clamidia è una malattia parassitaria in cui si verificano danni al tratto digestivo, agli organi visivi e alla respirazione. I bambini malati di solito muoiono.
  • La rinotracheite virale è una malattia che colpisce il sistema respiratorio del gattino. Manifestato da congiuntivite, tosse, scarico dai passaggi nasali dell'animale.
  • La calcivirosi è una malattia virale che causa un malfunzionamento degli organi dell'apparato respiratorio. Si manifesta con convulsioni, grave intossicazione, claudicatio, ulcerazione della mucosa del naso e della bocca.

I vaccini usati per i gattini sono di 2 tipi:

  1. Monovalente (valido solo per un agente patogeno specifico).
  2. Polivalente (prevenire l'infezione in una volta contro diverse malattie).

Prima di fare le prime vaccinazioni per i gattini, è importante assicurarsi che l'animale sia completamente sano. Il bambino non deve presentare sintomi sospetti prima della vaccinazione: febbre, secrezione nasale, vomito o diarrea, prurito alle orecchie. Inoltre, prima di mettere il primo vaccino, l'animale domestico è soggetto a sverminazione obbligatoria. È necessario trattare un animale da vermi, altrimenti la vaccinazione non porterà l'effetto previsto. L'antielmintico per gattini viene acquistato in qualsiasi farmacia veterinaria.

La vaccinazione per un gattino è un grande stress per un giovane corpo. Per evitare ulteriori complicazioni dopo la procedura, è meglio immunizzare a casa. La situazione abituale e la presenza di un ospite amorevole accanto all'amico a quattro zampe per calmarsi prima della vaccinazione e prevenire la formazione di situazioni stressanti.

Caratteristiche della prima vaccinazione

Vaccini di due varietà sono utilizzati per l'immunizzazione dei gattini: vivi e morti (inattivati). I vaccini contenenti un virus vivo, formano un'immunità più resistente e forte, ma a volte possono provocare il verificarsi di una determinata malattia. Il farmaco inattivato dà una reazione protettiva meno resistente, ma può causare complicazioni al fegato e ai reni del gatto. Nonostante le possibili conseguenze, un vaccino morto è più facilmente tollerato dall'animale.

Prima della prima vaccinazione, è importante controllare la salute di un animale domestico birichino. È necessario escludere la probabilità di contattare il gattino con un congenere malato. Se il bambino è stato in contatto con un gatto con chiari segni di una malattia infettiva o virale poco prima della vaccinazione, la vaccinazione è tollerata. Questa regola si applica anche a quei giovani animali che hanno recentemente subito un intervento chirurgico. I primi gattini vaccinati sono autorizzati a fare non prima di 25 giorni dopo l'intervento chirurgico.

I gattini che hanno sostituito i loro denti da latte con quelli permanenti non immunizzano il corpo finché i denti non cambiano completamente.

La prima vaccinazione dei gattini viene effettuata con il vaccino importato Nobivac Tricat, che agisce contro la rinotracheite, la panleucopenia e la calcivirosi. Dopo 14 giorni, ri-vaccinazione (rivaccinazione). La prossima vaccinazione dovrebbe essere non prima di 7 mesi di età del bambino (dopo aver cambiato i denti da latte), quindi l'animale viene immunizzato ogni 12 mesi per tutta la vita.

Dopo la prima vaccinazione, il gattino è solitamente pigro, assonnato, non mostra interesse per i giochi e il cibo. Questa condizione è considerata una normale reazione del corpo al vaccino. Nel caso in cui il gattino non mangi per più di un giorno, la temperatura rimarrà apatica e l'animale sarà mostrato allo specialista veterinario il prima possibile.

Una misura preventiva obbligatoria per ciascun animale, indipendentemente dalla sua fascia di età, è una vaccinazione antirabbica. Se il gattino visita la strada, comunica con i parenti (nelle mostre, negli hotel dello zoo) e prevede anche di esportare l'animale all'estero, la vaccinazione antirabbica dovrebbe essere effettuata a partire dai 3 mesi di età. Per i cuccioli che hanno uno stile di vita familiare, la vaccinazione può essere posticipata fino a quando l'animale non raggiunge gli 8 mesi di età.

Il vaccino contro il virus della rabbia è un farmaco molto potente e può essere scarsamente tollerato dall'animale, pertanto gli esperti sconsigliano la combinazione di questo vaccino con altre vaccinazioni.

A partire dai 2 mesi di età, un gattino viene inoculato contro la microsporia (tricofitosi) della trichophytia. Dopo 2 settimane, viene eseguita la ripetizione della rivaccinazione.

Per la prima vaccinazione, di regola, viene utilizzato un vaccino debole, che stimolerà il sistema immunitario del gattino e preparerà il corpo delle briciole per la seconda procedura.

Le regole di base per la vaccinazione dei gattini

Prima di vaccinare un animale domestico birichino, devi assicurarti che si senta bene:

  • il gattino deve essere vigile e allegro;
  • la temperatura corporea non supera i 38-39 ° C;
  • l'animale non ha starnuti o tosse;
  • nessuna scarica dal naso e dagli occhi;
  • l'animale ha un appetito eccellente;
  • le vaccinazioni sono soggette a cuccioli di età superiore a 2 mesi;
  • la comunicazione di un gatto con parenti malati è completamente esclusa.

10 giorni prima della vaccinazione, l'animale deve essere trattato per i parassiti (pulci ed elminti). Per la distruzione delle pulci con goccioline e collari speciali per i gattini, per combattere i vermi si usavano farmaci antielmintici. Dopo il trattamento dai vermi è necessario assicurarsi che i parassiti siano completamente assenti. Per fare questo, esamina attentamente le feci di un gattino e, se contengono vermi o frammenti di elminti, la de-verminazione si ripete dopo 1,5 settimane.

Se il gattino ha subito un intervento chirurgico, la vaccinazione non può essere eseguita per altre 3 settimane dopo l'intervento. Dopo le vaccinazioni, l'animale non deve essere utilizzato per 25 giorni. Durante il periodo di trattamento con un gattino con antibiotici, la vaccinazione non è raccomandata fino a quando è passata una pausa di 2 settimane.

Se l'animale domestico colpisce la casa dalla strada e potrebbe essere già stato vaccinato dal precedente proprietario, la rivaccinazione è inaccettabile. Per escludere tale opzione, il proprietario dell'animale può contattare il veterinario ed eseguire un esame del sangue per determinare gli anticorpi in esso contenuti.

Ogni proprietario di animali domestici deve acquisire un passaporto veterinario, dove verranno registrate tutte le vaccinazioni date ai gattini, il programma di vaccinazione e il nome dei farmaci. Il veterinario redige un programma di vaccinazione per ciascun animale separatamente, in base all'età, alle condizioni generali e alle caratteristiche individuali dell'animale.

Alcuni esperti raccomandano di vaccinare i gattini dalla toxoplasmosi - una malattia parassitaria pericolosa, non solo per i gatti, ma anche per gli esseri umani. L'infezione da toxoplasmosi porta a aborti, deformità e mortalità fetale. Soprattutto la malattia è pericolosa per le donne incinte, quindi se un gatto vive nell'appartamento con la futura mamma, l'animale deve essere vaccinato. L'immunizzazione contro la toxoplasmosi è iniziata non appena l'amico a quattro zampe ha compiuto 9 settimane.

Per selezionare i vaccini efficaci necessari per le vaccinazioni, è importante rispettare alcune regole:

  1. Per l'immunizzazione, i gattini sono preferiti per dare la preferenza a un farmaco importato, poiché ha un effetto più lieve sul giovane corpo.
  2. La vaccinazione deve essere rigorosamente secondo le istruzioni specificate per la preparazione.
  3. Devi assicurarti che il farmaco non sia scaduto.
  4. Solo un veterinario esperto dovrebbe vaccinare, gli errori durante le vaccinazioni sono inaccettabili.
  5. Dopo la vaccinazione, è necessario osservare l'animale per mezz'ora, al fine di evitare il verificarsi di reazioni allergiche.

La vaccinazione illetterata diventa la causa dello sviluppo del processo infiammatorio nel tessuto sottocutaneo (ascesso), che può essere eliminato solo chirurgicamente, quindi è molto importante scegliere un veterinario competente.

Possibili complicazioni dopo la vaccinazione

Normalmente, gli animali sani tollerano bene la vaccinazione, ma a volte dopo la somministrazione del farmaco possono manifestare le seguenti complicazioni:

  • condizione apatica;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • dolore al sito di vaccinazione;
  • perdita di appetito;
  • dolore e zoppia nelle articolazioni;
  • stato irrequieto;
  • starnuti;
  • gonfiore del sito di iniezione;
  • sintomi di febbre.

Normalmente tali sintomi scompaiono in 2-3 giorni, ma se la condizione di un animale domestico birichino peggiora solo ogni giorno, sono necessarie misure urgenti di assistenza veterinaria.

Al fine di dare al gattino una lunga vita e buona salute, oltre a proteggere il vostro animale domestico e altre persone da malattie pericolose, è necessario condurre una vaccinazione regolare.

Gattini vaccinazioni fino a un anno: lo schema, il prezzo e altre questioni

Hai preso una decisione importante e hai un gattino. Non importa per preservare la sua salute, lo hai portato da un rifugio per animali senzatetto, da amici o acquistato in un asilo d'elite. Tutti i gattini devono eseguire le procedure tipiche per mantenere la salute nel periodo più critico della loro vita.

Nella maggior parte dei casi, lo schema di vaccinazione per un gattino sarà lo stesso, indipendentemente dall'origine del gattino, ma potrebbero esserci dei cambiamenti nella scelta dei componenti dei vaccini contro cui sarà condotta la vaccinazione. Questi cambiamenti dipendono principalmente dai piani per la vita futura del gattino (vivere solo a casa / possibile visitare la strada / partecipare all'allevamento).

Gatti primi passi

Ci sono alcune cose che devi fare per assicurarti che il tuo gattino sia libero da parassiti e virus:

  • Prima di tutto, è necessario condurre un esame completo e approfondito del gattino presso la clinica veterinaria. Ci sono malattie congenite e malattie acquisite nei primi mesi di vita. Prima inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di una pronta guarigione e meno costoso sarà il trattamento. La vaccinazione ha senso eseguire solo gattini sani.
  • In secondo luogo, assicurati che il gattino sia trattato per i vermi e, in caso contrario, per sverminare. Il gattino potrebbe essere infettato da vermi dall'ambiente o dalla madre. Il trattamento dei vermi può essere effettuato indipendentemente o in una clinica veterinaria. Alcuni dei gatti dei vermi sono potenzialmente pericolosi per l'uomo! È particolarmente importante condurre una sverminazione regolare nel primo periodo della vita di un gattino.
  • Terzo, controlla il gattino per le infezioni "retrovirali", come l'AIDS felino (virus dell'immunodeficienza dei gatti FIV) e la leucemia virale di FelV. Come per la sverminazione, questo test può essere fatto in una clinica veterinaria.

È tempo di pensare al gattino da vaccinare

Di quali vaccinazioni occorrono i cuccioli?

Ci sono 4 virus per i quali ogni gattino o gatto adulto ha bisogno di vaccinazione:

Da queste malattie è necessario vaccinare ogni gatto, indipendentemente dalla sua età e anche se passa tutta la sua vita in un appartamento. Inoltre, è impossibile garantire che il gatto non sarà mai sulla strada.

Se il tuo gattino uscirà in futuro (ad esempio, un viaggio al cottage), gli verrà raccomandata la vaccinazione contro il virus della leucemia (FelV).

Se si prevede di ricevere una prole da un gattino in un futuro, visitare le mostre dei gatti, allora è necessaria una vaccinazione regolare contro le quattro infezioni obbligatorie, così come contro il virus della leucemia e della clamidia.

Programma di vaccinazione del gattino

Indipendentemente dai componenti selezionati, lo schema di vaccinazione del gattino sarà il seguente:

  • A 8 settimane, i seguenti componenti sono obbligatori per ciascun gatto: herpesvirus, calicivirus e panleucopenia e, se necessario, clamidia e leucemia virale.
  • A 12 settimane - lo stesso, così come la rabbia.
  • Tra 15 mesi e poi ogni anno - ripetiamo tutti i componenti che sono stati fatti in 12 settimane.

Quale vaccino scegliere per un gattino?

Nel centro veterinario Constellation applica diversi vaccini per i gattini: Nobivak Triket Trio, Purevaks, Multifel, Fel-o-Wax, Feligen. Ognuno di loro ha i suoi vantaggi e svantaggi. Forse il miglior vaccino oggi è Purevaks. Per diversi motivi:

  • Il più moderno del mercato russo
  • I componenti sono selezionati secondo lo stile di vita dei gatti: da 3 a 5 malattie in una dose (1 ml) del vaccino
  • Prodotto in Francia - Controllo di qualità dell'UE
  • Da 5 malattie dei gatti: herpesvirus, calicivirus, panleucopenia, clamidia, leucemia virale dei gatti + Rabizin per la protezione contro la rabbia

Cosa fare se lo schema di vaccinazione del gattino è rotto?

Poiché ci sono molte opzioni per la violazione dello schema, l'opzione ideale è quella di consultare un veterinario. Tra le violazioni più comuni del programma di vaccinazione:

  • vaccinazione in ritardo (prima o dopo);
  • stato immunitario sconosciuto di un gattino quando non si sa se il gattino è stato vaccinato in precedenza e se sì, allora cosa?

Tutti questi vaccini saranno iniettati insieme o saranno 5-7 colpi?

  • In 8 settimane - 1 iniezione, indipendentemente dal numero selezionato di infezioni
  • A 12 settimane e oltre - 1-2 iniezioni, poiché potrebbe essere necessario somministrare un vaccino contro la rabbia separatamente.

Quali sono i rischi di un gattino dopo la vaccinazione?

Come risultato di qualsiasi procedura medica, dopo la vaccinazione un gattino può avere reazioni indesiderate, come ad esempio:

  • fiacchezza
  • Mancanza di alimentazione
  • Aumento della temperatura
  • Dolore al sito di iniezione del vaccino
  • encefalite
  • polinevrite
  • artrite
  • convulsioni
  • Cambiamento comportamentale
  • Perdita di capelli o cambiamento di colore della lana nel sito di iniezione

Le allergie (ipersensibilità) e le risposte immunitarie possono includere:

  • Incapacità di produrre immunità dopo la somministrazione del vaccino
  • Neoplasma nel sito di iniezione
  • Reazioni causate da somministrazione di vaccino inappropriata o inappropriata

Vaccinazione dei gattini: danno o beneficio?

Per i loro molti anni di pratica, i veterinari hanno condotto centinaia di vaccinazioni e conoscono tutte le sfumature della vaccinazione. Le reazioni avverse sopra descritte sono estremamente rare. I veterinari sono in grado di gestirli.

D'altra parte - gattini e gatti, anche se sono a casa e non in contatto con altri gatti, sono a rischio di infezione - i proprietari portano virus dall'esterno alle scarpe e ai vestiti.

L'opinione corrente che un gatto seduto a casa non ha bisogno di vaccinazione, così come il trattamento contro pulci e vermi è profondamente sbagliato. Sfortunatamente, i veterinari hanno spesso a che fare con le tristi conseguenze di tale opinione alla reception.

La vaccinazione è una procedura semplice per un veterinario che salverà la salute del tuo gattino, e possibilmente la vita!

Quanto costa la vaccinazione per gattini?

Scopri il costo del gattino di vaccinazione nei servizi e nei prezzi.

Cosa dovrebbe fare un gattino prima della vaccinazione?

Se il gattino ha già un passaporto veterinario con i sigilli necessari e la prima vaccinazione:

  • Se la prima vaccinazione viene effettuata secondo le regole a 7-8 settimane di vita, programmare una visita alla clinica veterinaria con l'aspettativa che la visita coincida con il gattino di 12 settimane.
  • Per eseguire il trattamento contro i vermi (è possibile farlo nel centro veterinario Constellation) 10-14 giorni prima della vaccinazione, se il trattamento non è stato effettuato entro un mese prima della vaccinazione prevista.

Se l'età del gattino è sconosciuta - contattare la clinica per l'esame, la determinazione dell'età e lo scopo dello schema di vaccinazione.

Se si conosce l'età del gattino, concentrati sul programma di vaccinazione dei gattini, menzionato sopra. Prima della prima vaccinazione, non dimenticare di sverminare il gattino.