Avvelenamento da gatto: sintomi, trattamento, quale gatto può avvelenare

Salute

L'avvelenamento è una condizione del corpo che si sviluppa dopo il contatto con qualsiasi sostanza tossica o veleno. Di solito, la situazione richiede una risposta rapida del proprietario dell'animale domestico e un intervento urgente da parte del veterinario, da allora Questa è una condizione che non solo non va via da sola, ma può anche portare alla morte di un animale.

Quello che devi sapere sull'avvelenamento dei gatti

  • Ogni proprietario dovrebbe ricordare che un gatto è in grado di mangiare e bere assolutamente tutto quello che vuoi! Anche soluzioni o cibi che odorano fortemente possono entrare in modo consapevole o accidentale.
  • A seconda del tipo di sostanza tossica, l'avvelenamento è:
    • prodotti chimici (prodotti per l'igiene o prodotti chimici per la casa);
    • medicinali (droghe accidentalmente consumate o overdose);
    • tossico (veleni, varie sostanze tossiche per roditori, piante velenose);
    • intossicazione alimentare (scarsa qualità o contaminazione batterica);
    • morsi di animali velenosi.
  • Nel suo corso di avvelenamento può essere acuto e cronico. L'avvelenamento acuto è accompagnato da una clinica luminosa e si verifica sullo sfondo di una singola ingestione di un animale con una grande quantità di tossine. Ci sono casi in cui è impossibile salvare un animale in tale stato. Nell'avvelenamento cronico, veleni / tossine entrano nell'organismo costantemente a piccole dosi, si accumulano gradualmente (processo di accumulo) e danno deviazioni nel funzionamento degli organi e dei sistemi interni.
  • Varie sostanze velenose e tossiche possono entrare nel corpo del gatto attraverso la bocca, attraverso le mucose, con l'aria nel processo di respirazione, direttamente nel flusso sanguigno quando i morsi di animali velenosi o l'introduzione di droghe.
  • Se il proprietario del gatto sospetta la sua intossicazione, allora il massimo consentito da parte sua è quello di fornire il primo aiuto di emergenza al fine di guadagnare tempo per trasportare l'animale a uno specialista, e poi, se la situazione lo consente. In tutti i casi, è sempre consigliabile una visita immediata dal veterinario!

I segni principali che il gatto è stato avvelenato

La luminosità dei segni di avvelenamento nei gatti dipenderà direttamente da quanto e come la tossina è entrata nel corpo. Ovviamente, più tossina, più gravi saranno i sintomi di avvelenamento in essi.

Principali segni di avvelenamento:

  • diminuzione della temperatura corporea;
  • vomito e diarrea;
  • grave sbavando (può o non può essere);
  • reazione inadeguata delle pupille alla luce o alla loro mancanza (le pupille sono costantemente dilatate o ristrette);
  • andatura sconcertante, debolezza, apatia;
  • a volte può verificarsi un aumento dell'eccitabilità (a proposito, alla pari delle pupille dilatate);
  • perdita di qualsiasi interesse nel cibo, anche il più amato;
  • la respirazione può diventare difficile (diventa veloce e superficiale o rara, ma profonda);
  • cambiamenti nel colore delle mucose (spesso sbiancamento, ma a volte c'è arrossamento intenso);
  • un odore acuto o insolito può essere sentito dalla bocca (può essere semplicemente modificato, può essere la sostanza che ha causato l'intossicazione);
  • convulsioni;
  • perdita di coscienza

A seconda degli agenti avvelenanti, le manifestazioni di avvelenamento possono essere le seguenti:

farmaci

Sonnolenza o sovraeccitazione, instabilità dell'andatura e debolezza in via di sviluppo, pupille allargate, vomito e pallore delle mucose.

Piante velenose

Diarrea e / o vomito, le pupille possono essere dilatate o ristrette, diminuzione della temperatura corporea, aumento della frequenza cardiaca, insufficienza cardiaca, tremori nel corpo.

Sostanze acide o direttamente acido

Edema laringeo, difficoltà di respirazione, saliva attiva, possono essere i crampi.

alcali

Convulsioni, saliva viscosa attiva, respiro pesante, diarrea sanguinolenta e / o stimolo emetico.

Avvelenamento di cibo di scarsa qualità

Diarrea e / o vomito, gonfiore addominale con sensibilità alla palpazione, debolezza, mucose pallide bluastre.

Prodotti chimici tossici (pesticidi, veleni per topi)

Brividi, saliva attiva, vomito e diarrea con sangue. Pallore esplicito di membrane mucose, ci possono essere emorragie (queste sostanze interferiscono con la coagulazione del sangue). In caso di avvelenamento grave, può verificarsi paralisi dopo i movimenti di deglutizione convulsa.

Intossicazione da mercurio

Un brusco abbassamento della temperatura corporea, nella cavità orale, la presenza di ulcere, il vomito grave, possono verificarsi convulsioni e paralisi.

Se la sostanza tossica viene ingerita attraverso il naso (il gatto l'ha inalato)

Membrane mucose rosse intense, salivazione forte, lacrimazione, eruttazione. Quando gravi intossicazioni possono essere convulsioni, respiro debole, superficiale, andatura instabile e / o perdita di coscienza.

Cosa può fare il proprietario di animali domestici

Fornire il primo soccorso per l'avvelenamento di un animale domestico è significativo solo quando è noto esattamente con cosa è stato avvelenato e dal momento in cui è trascorso un certo tempo. In tutti gli altri casi, in presenza di evidenti segni di intossicazione generale, il trattamento domiciliare è inappropriato e dovrebbe essere affrettato a chiedere aiuto a uno specialista. Se il proprietario è in grado di fare iniezioni a un animale domestico, allora è possibile iniettare per via intramuscolare un gatto 1-2 ml di desametasone come emergenza (la migliore prima iniezione a un gatto in caso di avvelenamento).

Pronto soccorso per intossicazione da droghe

- Schiacciare 2-4 compresse di carbone attivo, mescolare con acqua e versare nella bocca del gatto.

Piante velenose

- lavare lo stomaco con una soluzione leggermente rosa di manganese e dare 1 cucchiaio da tavola di enterosgel o 5-10 ml di soluzione atossilica (1 bustina viene sciolta in 40 ml di acqua e versata nella bocca).

Enterosgel e atoksil sono adsorbenti molto efficaci raccomandati per molti tipi di avvelenamento con varie sostanze, sicuri per gli animali e ammessi come mezzi di primo soccorso per il loro avvelenamento.

acidi

- Bere urgentemente una soluzione di bicarbonato di sodio (1 cucchiaino di bicarbonato di sodio è sciolto in 200 ml di acqua). È vietato indurre il vomito! Gli acidi inoltre feriscono lo stomaco, l'esofago e la bocca quando si esce con il vomito.

alcali

- 2,5 cucchiai di succo di limone mescolati con 3 cucchiai di acqua bollita o qualsiasi bevanda e bevanda. Il vomito è vietato!

Feed scadente

- indurre il vomito se il gatto è cosciente. Dopo aver pulito lo stomaco, somministrare 1 cucchiaio da minestra di enterosgel, antoxil o 2-3 compresse di carbone attivo, schiacciato con acqua.

Pesticidi (prodotti chimici tossici)

- lavare lo stomaco con una soluzione di manganese di colore leggermente rosato, indurre il vomito, quindi dare 2-3 compresse di carbone attivo, schiacciato in una sospensione con acqua.

mercurio

- Assicurati di aprire la finestra e dare al gatto l'accesso all'aria fresca, bere carbone attivo disciolto in acqua o dare un cucchiaio di enterosgel o proteine ​​grezze.

Intossicazione del tratto respiratorio

- il gatto deve essere collocato con cura nel trasportatore e portato immediatamente da uno specialista, monitorandone attentamente la respirazione. Se viene fermato, può essere necessaria la respirazione artificiale (attraverso un taglio di garza, inspirare aria nel naso del gatto con la bocca chiusa 15 volte al minuto o 1 volta ogni 4 secondi).

Dopo il primo soccorso, l'animale deve essere portato da un veterinario per ulteriori azioni di riabilitazione. Affinché l'assistenza veterinaria sia la più efficace possibile, le seguenti informazioni devono essere fornite (se possibile) a uno specialista:

  • riportare la sostanza con cui il gatto ha avvelenato (se noto), portare con sé una foglia o un rametto di una pianta che è stata mangiata;
  • riportare almeno una quantità approssimativa di veleno che è entrato nel corpo (di nuovo, se questo è noto);
  • se c'era molto vomito, puoi raccogliere il vomito o semplicemente ricordare l'aspetto e l'odore;
  • È importante ricordare in quale sequenza vomito, diarrea, quando le mucose impallidiscono, e così via, è importante dire in dettaglio lo stato del gatto, quando e con quali cambiamenti di velocità avvengono nello stato (se peggiora).
  • ricordare se c'è stata o c'è mai stata una reazione allergica ad alcuni cibi o medicine, come malattie croniche o patologie congenite.

Cosa fa il veterinario

Al momento del ricovero in clinica gatti con evidenti segni di avvelenamento, il veterinario inizia la rianimazione.

Idealmente, un contagocce con glucosio al 40% viene inserito nel gatto, oltre alle iniezioni endovenose: farmaci generici stimolanti, disintossicazione, epatoprotettori che supportano l'attività cardiaca, farmaci antiemetici e antidiarroici. In base alle condizioni generali dell'animale, il contagocce si ripete a giorni alterni. È importante aumentare la temperatura corporea dell'animale, che di solito in caso di avvelenamento scende significativamente al di sotto del normale.

Succede che la flebo non può essere messa a causa della debolezza della pressione sanguigna nelle vene e dell'incapacità di entrare nella nave. In casi estremi, le soluzioni vengono iniettate per via intramuscolare.

Dopo aver salvato la vita dell'animale, viene prescritta una dieta rigorosa a base di carne con un aumento graduale delle porzioni (si nutre solo di carne bollita, a partire da purea di carne con una quantità minima). È severamente vietato cibi grassi e tutto ciò che potrebbe potenzialmente aumentare il carico sul fegato. L'introduzione di farmaci vitaminici e fortificanti continua (da 5 a 7 giorni), così come gli epatoprotettori. A seconda dell'intensità dell'avvelenamento, la durata del decorso dei farmaci per il fegato può richiedere diversi mesi.

L'elenco dei farmaci somministrati nell'avvelenamento di gatto:
  • glucosio 40%;
  • desametasone;
  • epatoprotettori: Essentiale;
  • complessi di rinforzo vitaminico: katozal, gamavit, vitam, vitamina C;
  • antiemetico: cerucale (metoclopramide);
  • omeopatia: liarsina, epatobject, veracol;
  • rimedi per il cuore: canfora, caffeina, cordina;
  • antispastici: no-shpa, baralgin.

Domanda risposta

Se il gatto è stato avvelenato dal veleno per topi?

Tutto dipende dalla quantità di sostanza tossica che viene ingerita. Questi veleni non permettono al sangue di coagularsi e provocare numerose emorragie interne, accompagnate da diarrea sanguinolenta e vomito. Se il proprietario sa per certo che il gatto ha avvelenato il veleno per i topi (ha mangiato un'erba avvelenata o mangiato il topo avvelenato) - sono necessarie misure di disintossicazione urgenti sotto la supervisione di uno specialista! Altrimenti, l'animale non può essere salvato. Quando si fornisce il primo soccorso è importante introdurre un gatto vitamina K (vikasol), le cui risorse si esauriscono sotto l'influenza del veleno.

Avvelenamento da isoniazide

I gatti non sono così sensibili a questo veleno come lo sono i cani, ma l'avvelenamento avviene. Clinica di avvelenamento: sbavando schiumoso (schiuma di saliva), debolezza, voglia di emetico, ci può essere diarrea, spasmi a scatti. Pronto soccorso a casa - sciacquare lo stomaco e versare gli adsorbenti (carbone attivo, enterosgel, atoxyl). In una clinica con avvelenamento grave verranno somministrati vitamina B6 (antidoto specifico per isoniazide), anticonvulsivi, pacemaker e disintossicanti.

Avvelenamento da gatto con la medicina delle pulci

Non tutti i gatti possono sbarazzarsi dei farmaci delle pulci se li lecca. A proposito, con la corretta applicazione di farmaci anti-pulci, è impossibile leccarli. Un gatto forte e in buona salute assumerà tutto in modo relativamente normale e potrebbe anche non aver bisogno di aiuto. Un animale debole, malato o giovane può essere avvelenato con l'intera clinica: diarrea, vomito (facoltativo), debolezza / letargia, salivazione, scoordinamento.

La cosa migliore è mostrare immediatamente il gatto al veterinario non appena si notano almeno alcuni dei sintomi elencati. Se ciò non è possibile, il gatto deve essere sottoposto a una dieta da fame (almeno per un giorno), acqua e 1 cucchiaio di enterosgel tre volte al giorno o 2-3 compresse di carbone attivo, fino a quando il vomito e la diarrea non cessano. Se il gatto è pigro, non mangia, non beve, quasi, non perde conoscenza - l'intervento indipendente nello stato è inopportuno!

Cosa dare a un gatto con l'avvelenamento?

Tutto dipenderà da ciò che l'animale ha avvelenato. Ci sono sottigliezze se l'intossicazione si è verificata con acido o alcali: nel primo caso, è necessario bere soluzione di bicarbonato di sodio, nel secondo caso - bere succo di limone con acqua o acido citrico soluzione leggermente acida. In tutti gli altri casi, dopo il vomito, è possibile somministrare carbone attivo (2-4 compresse), enterosgel (1 cucchiaio per 1 volta) o soluzione atossilica (5-10 ml), diluito secondo le istruzioni. Ma dopo il primo soccorso, una visita dal veterinario è un must!

Avvelenamento da gatto con droghe

La condizione può svilupparsi quando si mangiano droghe umane o in caso di sovradosaggio di farmaci veterinari. Se sarà possibile salvare l'animale dipenderà dalla sostanza velenosa. È meglio se il primo soccorso sarà fornito da un veterinario. Se non è immediatamente vicino, allora è necessario indurre il vomito e quindi verificare la presenza di eventuali adsorbenti. Se sono trascorse più di 2,5-3 ore dall'assunzione di farmaci. tutte le tossine sono state a lungo assorbite e solo uno specialista aiuterà a far fronte ai sintomi sviluppati sullo sfondo dei farmaci.

Come dare il primo soccorso e curare un gatto avvelenato

A causa di un curioso temperamento e ossessione per la pulizia, i gatti sono avvelenati più spesso di altri animali. Altri fattori che predispongono all'avvelenamento nei gatti sono le dimensioni e il comportamento del corpo in caso di malattie. Dopo l'avvelenamento, i gatti si nascondono, quindi nota che qualcosa non va immediatamente. Inoltre, i gatti sono predatori specializzati - non hanno enzimi epatici che aiutano a distruggere determinate sostanze chimiche.

I veleni più comuni che i gatti solitamente incontrano sono insetticidi, medicine umane, piante velenose, prodotti per il controllo dei roditori e cibo umano. La causa dell'avvelenamento può essere il colpo di sostanze chimiche per uso domestico - vernice, vernice, solvente, droghe contenenti cloro sulla pelle. Un animale può avvelenarsi solo inalando queste sostanze. Spesso, gli animali domestici possono gustare l'antigelo e il liquido del parabrezza.

I sintomi di intossicazione dipendono dalla sostanza che ha provocato l'avvelenamento. Le misure di pronto soccorso sono fornite a seconda del tempo del veleno che è passato. Se non sai cosa e quando il gatto è stato avvelenato, è meglio chiamare immediatamente il veterinario, in quanto un primo soccorso non corretto aggraverebbe la situazione.

Come può un gatto essere avvelenato?

I gatti sono molto sensibili ai vari veleni e possono essere avvelenati in diversi modi:

  • mangiare direttamente una sostanza tossica o mangiare prede avvelenate (ad esempio, un roditore);
  • deglutire il veleno nella cura della pelliccia contaminata;
  • attraverso l'assorbimento di alcune tossine dalla pelle;
  • inalare sostanze tossiche;
  • attraverso morsi di animali.

Sostanze avvelenanti meno comuni prodotte dall'organismo proprio come conseguenza di disordini metabolici. Queste sostanze sono chiamate veleni endogeni e sono prodotte da disturbi del pancreas, del fegato, dei reni, dall'azione di batteri, virus e persino da un corpo estraneo nel tratto gastrointestinale.

Segni di avvelenamento da animale domestico

I sintomi di intossicazione in un gatto sono molto diversi e dipendono dal particolare veleno. Il più comune di questi sono vomito e diarrea. In altri casi, possono anche includere sintomi neurologici, gastrointestinali, respiratori, segni di insufficienza epatica o renale o cambiamenti della pelle. I seguenti segni possono indicare un'intossicazione animale:

  • vomito e diarrea, a volte con sangue;
  • tremori, movimenti non coordinati, crampi, irritabilità, depressione o coma;
  • tosse, starnuti, difficoltà a respirare;
  • infiammazione, gonfiore (specialmente della lingua);
  • ittero;
  • aumento dell'assunzione di liquidi, perdita di appetito e perdita di peso;
  • salivazione eccessiva;
  • eruzioni cutanee.

Alcune tossine possono causare qualsiasi combinazione dei suddetti sintomi, in quanto agiscono su più di un sistema corporeo. È importante ricordare che, sebbene la maggior parte dei casi di avvelenamento causi sintomi acuti, può verificarsi anche intossicazione cronica, che è spesso più difficile da riconoscere e trattare. In alcuni casi, i sintomi di avvelenamento possono non apparire a lungo dopo l'uso di veleno o non apparire affatto.

L'avvelenamento nei gattini è accompagnato dagli stessi sintomi dei gatti adulti. I tentativi di curare un gattino a casa possono finire in lacrime, poiché il corpo debole del gattino è più suscettibile alle tossine ed è molto meno in grado di resistere. Se il gattino ha avvelenato - devi immediatamente portarlo in clinica. Il trattamento di un gattino richiede l'aderenza rigorosa alle istruzioni del dottore e i dosaggi di farmaci.

Segni di avvelenamento con veleno per topi

Nel nostro paese, la causa più comune di avvelenamento di gatti domestici è costituita da rodenticidi diversi (veleni per topi). Questi prodotti contengono diversi principi attivi, pertanto i loro effetti sul corpo dell'animale sono diversi. La causa più comune di avvelenamento è costituita da rodenticidi anticoagulanti. Il meccanismo della loro azione tossica è di sopprimere la produzione di vitamina K1, che è responsabile della normale coagulazione del sangue. Dopo essere entrato nel corpo, l'animale può sentirsi normale per 3-5 giorni, fino a quando le riserve di vitamina K1 sono esaurite. Dopo questo, iniziano a comparire i sintomi di avvelenamento con veleno per topi:

  • sanguinamento pesante anche con ferite lievi;
  • sanguinamento interno;
  • ematomi ampi;
  • sgabelli neri;
  • sanguinamento dal naso;
  • sangue nelle urine;
  • palpitazioni cardiache;
  • mancanza di respiro;
  • letargia;
  • pallore delle mucose e della pelle;
  • svenimento;
  • gonfiore delle articolazioni;
  • dolore addominale;
  • brivido.

La tossicità dei rodenticidi aumenta con l'accumulo, se entrano nel corpo più volte. Il gatto può essere avvelenato mangiando l'esca e roditori avvelenati.

Cosa fare se compaiono segni di avvelenamento

Se noti uno di questi sintomi e sospetti che il tuo gatto possa aver consumato qualcosa di dannoso, è molto importante mostrare il tuo animale al veterinario il prima possibile. Se questo accade durante il fine settimana o di notte, prova a trovare il numero del veterinario che ti consiglierà via telefono. A seconda dei sintomi e della causa dell'avvelenamento, consiglierà come eseguire correttamente il primo soccorso in modo da non aggravare le condizioni dell'animale.

Cosa devi fare prima:

  • Isolare il gatto dalla fonte di veleno e altri animali.
  • Se il veleno è macchiato di lana o zampe, cerca di non lasciare che il gatto lecchi. I luoghi contaminati devono essere lavati con lo shampoo.
  • Scopri cosa ha portato all'avvelenamento e segnalalo al veterinario.

Se non vi è alcuna possibilità di consultarsi con un veterinario, è necessario fornire il primo soccorso da soli:

  1. Se sai per certo che non sono trascorse più di 3 ore da quando la tossina è entrata nel corpo, puoi indurre il vomito. Fai questo in uno dei seguenti modi:
    • Soluzione al 3% di perossido di idrogeno con acqua (1: 1);
    • versare acqua bollita in bocca fino a che non si verifichi il vomito;
    • versare salina in bocca.

Il vomito non può essere causato in presenza dei seguenti sintomi: grave debolezza, stato di incoscienza, convulsioni, incapacità di deglutire, rallentamento del cuore durante l'assunzione di tranquillanti, ingestione di prodotti petroliferi, acidi, alcali.

  • Se sono trascorse più di 3 ore da quando il veleno è stato mangiato, non ha senso indurre il vomito, poiché la maggior parte di esso è già passato nel sangue o nell'intestino. Inoltre, il vomito causerà la disidratazione, che peggiorerà la salute del gatto. Per rimuovere il veleno dall'intestino usare:
    • il sorbente viene versato in bocca con una siringa senza ago;
    • lassativo - paraffina liquida - allo stesso modo ogni 2-3 ore.
  • Dopo 3 ore, dare un lassativo: 1 cucchiaino di olio vegetale o lassativi salini.
  • L'intestino può essere pulito con clistere: 5-10 ml di soluzione salina iniettati nel retto.
  • Se diventa più facile per l'animale dopo il primo soccorso, dovrà comunque essere esaminato da un veterinario, poiché gli effetti delle tossine sul corpo provocano gravi malattie del fegato, dei reni e del sistema cardiovascolare. Inoltre, l'avvelenamento nei gatti è accompagnato da grave intossicazione, anche se la maggior parte del veleno potrebbe essere rimosso dal corpo. In caso di intossicazione, è necessario un trattamento speciale in clinica oa casa come prescritto da un veterinario.

    Pronto soccorso per avvelenamento da rodenticidi

    Cosa fare se il gatto mangia il topo avvelenato o c'è il sospetto di mangiare veleno per topi, ma non ci sono sintomi di avvelenamento:

    • Uno dei metodi sopra citati provoca il vomito più volte fino a quando l'acqua pulita inizia a fuoriuscire.
    • Versare carbone attivo diluito con acqua: 1 compressa per 1 kg di peso 4 volte al giorno. Invece, puoi usare altri assorbenti.
    • Dare un lassativo.
    • Due volte per fare test del sistema di coagulazione in ospedale - in 24-36 ore e 96 ore dopo il presunto avvelenamento. Se il tempo di coagulazione è aumentato, iniziare la terapia intensiva.

    Va notato che il trattamento dei gatti con avvelenamento da veleni per topi è piuttosto complicato e costoso. La vitamina K1 nel nostro paese non produce e devi comprarla all'estero. Pertanto, è molto più facile prevenire l'avvelenamento da animale con veleno per topi piuttosto che trattarlo in un secondo momento.

    Trattamento dell'avvelenamento da gatto

    Il corretto trattamento di un gatto avvelenato può essere prescritto solo da un veterinario, poiché l'uso di diversi metodi e farmaci per la terapia dipende dal tipo e dalla dose di tossina e dal tempo trascorso dall'avvelenamento dell'avvelenamento.

    Il trattamento inizia con la rimozione di veleni non assorbiti e / o impedendo il loro ulteriore assorbimento nel corpo. Per questo, il gatto sta facendo un lavaggio gastrico con una sonda, un clistere, adsorbenti, vengono usati diuretici. La terapia di mantenimento consiste nell'alleviare i sintomi dell'avvelenamento. Prescrivere farmaci da convulsioni e disidratazione, contagocce, antinfiammatori, farmaci per il cuore, antistaminici, farmaci per ripristinare muco e altri. Per neutralizzare specifici veleni, applicare antidoti specifici.

    In caso di avvelenamento da veleno per topi, vengono effettuate trasfusioni di sangue o plasma. Dopo di ciò, vengono prescritte iniezioni di vitamina K1. La durata del trattamento è di 3-4 settimane. I trattamenti vengono interrotti quando si raggiungono i normali tassi di coagulazione del sangue. Inoltre, a seconda dei risultati del test del sangue, viene eseguita la terapia sintomatica. Contrykal, antibiotici, epatoprotettori e altri farmaci possono essere prescritti.

    Dieta durante il periodo di recupero

    Al fine di ripristinare completamente un gatto dopo l'avvelenamento, è importante monitorare attentamente le sue condizioni durante il periodo di riabilitazione (7-10 giorni). Trattare un gatto avvelenato a casa include una dieta rigorosa. Osservare le seguenti linee guida:

    1. Dopo l'eliminazione della condizione acuta, l'animale non riceve cibo fino a 24 ore. Questo rimuoverà la quantità massima di tossine dal corpo.
    2. A seconda delle condizioni, il secondo giorno, al gatto può essere dato un brodo a bassa percentuale di grassi o acqua di riso.
    3. Nei primi 2-3 giorni all'animale viene dato un mezzo per avvolgere l'intestino. Per fare ciò, utilizzare il muco di amido (amido di acqua bollente 1: 5).
    4. I latticini sono esclusi dalla dieta per 3-4 giorni per tutti i tipi di avvelenamento. Durante questo periodo, il latte viene somministrato solo su indicazione di un medico.
    5. Per un rapido recupero prescrivere la terapia vitaminica e tonica.

    Come proteggere gli animali dall'avvelenamento

    Il modo migliore per eliminare la possibilità di avvelenare non solo i gatti, ma anche altri animali domestici è prevenire il contatto con sostanze pericolose:

    • Tieni tutti i farmaci in armadi che non sono accessibili al tuo gatto. Se lasci cadere una pillola sul pavimento, assicurati di prenderlo.
    • Seguire sempre le istruzioni sull'uso dei preparati per pulci e zecche. Non utilizzare prodotti progettati per cani.
    • Alcuni "prodotti umani" sono tossici per i gatti (ad esempio, cioccolato, caffè, tè). Se non sei sicuro che il tuo cibo sia sicuro per il gatto - non darlo, alimentalo meglio con cibo per gatti industriale.
    • Assicurarsi che i rodenticidi siano tenuti sugli scaffali da dove gli animali non possono raggiungerli. State molto attenti nell'usare questi farmaci, poiché il gatto può essere fatalmente avvelenato quando mangia un roditore avvelenato.
    • Scegli quelle piante per la tua casa che sono sicure per il gatto se decide di provarle. Assicurati che le piante che sono velenose per gli animali domestici siano tenute in un posto dove gli animali non possano raggiungerle.
    • Conservare tutte le sostanze chimiche in luoghi difficili da raggiungere.
    • Prenditi cura della disponibilità di un kit di pronto soccorso veterinario con assorbenti e annota il numero del veterinario.

    L'avvelenamento da gatto è un evento frequente, spiacevole per il proprietario e pericoloso per il fenomeno dell'animale domestico. Il proprietario è la prima persona che può aiutare un animale in caso di emergenza. È responsabile della salute del gatto, quindi dovrebbe sapere come fornire assistenza di emergenza in modo competente rilevando i sintomi di intossicazione nei gatti. Spesso questo è ciò che salva la vita di un animale domestico in caso di avvelenamento.

    Avvelenamento nei gatti: cause e sintomi. Come salvare il tuo gatto preferito in caso di avvelenamento da prodotti chimici domestici o alimenti di bassa qualità

    I gatti possono essere considerati uno degli animali domestici più diversificati e curiosi, sono interessati letteralmente a tutto ciò che viene loro. Pertanto, a volte capita di avere a che fare con l'avvelenamento in un gatto. Questa breve revisione si concentrerà sulle cause che possono portare a conseguenze così tristi, oltre a sintomi e modi per eliminare efficacemente questa pericolosa malattia.

    L'avvelenamento da gatto è pericoloso a seguito di complicazioni. Molto spesso, questi animali dopo aver mangiato sostanze velenose possono ottenere l'epatite cronica. E questa è una malattia piuttosto grave, che praticamente fino alla fine della vita dell'animale richiede un monitoraggio costante da parte di uno specialista - un veterinario e una terapia di mantenimento.

    Quali sono i tipi di avvelenamento nei gatti?

    Veleno può entrare nel corpo di un animale domestico in due soli modi. L'intossicazione non alimentare può verificarsi a seguito di inalazione di vapori di qualsiasi sostanza o gas tossico. Ma con tale avvelenamento, sostanze tossiche possono entrare nel corpo non solo attraverso i polmoni, ma anche penetrare nelle mucose e nella pelle.

    L'avvelenamento da cibo nei gatti può contribuire ai veleni, intrappolati nel corpo allo stesso tempo con cibo o acqua. In questo caso, le tossine saturano gradualmente il sangue, causando cambiamenti irreversibili in molti organi vitali.

    Informazioni sulle cause dell'avvelenamento nei gatti

    A volte la causa dell'avvelenamento grave può essere estremamente banale. Stiamo parlando di mangiare cibo per gatti viziato. Dopotutto, la maggior parte dei fan di questi animali domestici, di norma, lascia loro del cibo tutto il giorno o la notte. Non è escluso che, specialmente nel calore, il piatto del gatto possa deteriorarsi in modo elementare e causare un grave avvelenamento. Un altro caso è colpa dell'animale stesso. Se il gatto è sempre per strada, sicuramente può succedere che non esiti a mangiare qualcosa di delizioso dal bidone della spazzatura, dal bidone della spazzatura o semplicemente prendere qualcosa per strada.

    I gatti che sono cacciatori attivi e camminano costantemente negli scantinati o in altri habitat di roditori possono essere minacciati di veleno per topi. In questo caso, l'animale può essere avvelenato sia direttamente dalla droga stessa, sia dopo aver mangiato il roditore, che in precedenza ha consumato il veleno.

    Sfortunatamente, i gatti sono avvelenati da prodotti chimici domestici. Succede che i proprietari premurosi cercano con molta attenzione di prendersi cura dei loro piatti personalizzati preferiti e dimenticano di risciacquare bene il detersivo. Ma poi il gatto ne sentirà l'odore, leccerà o addirittura mangierà. Lo stesso vale per bottiglie o flaconi lasciati imprudentemente con prodotti chimici di uso domestico.

    Accade che l'avvelenamento del gatto avvenga a causa dell'uso di droghe. A volte i proprietari "premurosi", notando il più piccolo disturbo, diagnosticano il gatto e cominciano a automedutarlo. A causa di un sovradosaggio, l'animale può soffrire di avvelenamento. Pertanto, è impossibile prescrivere farmaci agli animali a proprio rischio, solo un veterinario dovrebbe farlo.

    I gatti non sono sempre indifferenti alla flora circostante, che può nascondere vari pericoli, sia a casa che in natura. Ma ci sono persino piante al coperto che non sono sicure per i gatti. Pertanto, prima di iniziare la tua pianta preferita in casa, dovresti scoprire come può nascondere una minaccia a un animale domestico.

    Ci sono molte altre fonti che possono causare un grave avvelenamento nei gatti. Questi includono:

    • mezzi per combattere i parassiti del gatto, compresi i colletti;

    • vari insetti velenosi;

    I classici sintomi di avvelenamento nei gatti

    Nella maggior parte dei casi, un animale malato inizia a soffrire di sbavare, sviluppa diarrea e vomito. Se il veleno ha provocato danni al sistema nervoso, si notano segni di paralisi e respirazione molto frequente.

    Separatamente, si dovrebbe dire dei sintomi che si dichiarano in caso di avvelenamento con veleno per topi. Nei gatti, lo stomaco può gonfiarsi, l'animale reagisce dolorosamente a toccarlo. Le mucose sono estremamente pallide. L'avvelenamento è accompagnato da sanguinosa diarrea e vomito e l'animale stesso è molto debole e si comporta passivamente.

    Come trattare l'avvelenamento da gatto

    Per prendere una decisione sui metodi di trattamento, è importante conoscere la causa dell'intossicazione. Se l'avvelenamento è non alimentare, allora può esserci un solo trattamento: l'uso di un antidoto. Inoltre, dovrebbe essere somministrato esclusivamente da uno specialista, un veterinario, purché sia ​​in grado di determinare correttamente il farmaco e il dosaggio.

    La terapia intossicazione alimentare inizia con la lavanda gastrica. Questa procedura può essere eseguita solo in una clinica veterinaria, poiché richiede attrezzature speciali. Prima di lavare l'animale deve essere dato carbone schiacciato, che assorbe le tossine. Se possibile, dovresti provocare il vomito nel gatto. Per fare questo, preparare una soluzione di un cucchiaio di sale in un bicchiere di acqua tiepida e versarlo con forza nella bocca.

    Per neutralizzare le sostanze velenose, dovresti iniziare a utilizzare il carbone attivo al ritmo di una compressa ogni 10 kg di peso vivo il prima possibile.

    Per gli animali gravemente indeboliti, possono essere necessari fluidi per via endovenosa di glucosio. Con disturbi evidenti dell'attività respiratoria, è necessaria l'introduzione di atropina o dei suoi analoghi. Per liberare rapidamente il corpo del gatto velenoso prescritto diuretico.

    Se l'avvelenamento è di origine non alimentare, allora agisce in base alla causa. Quando le punture di insetti prima mettono il ghiaccio sul sito del morso, il veleno sarà assorbito più lentamente nel sangue. Dopodiché dovresti andare immediatamente dal veterinario.

    Se l'avvelenamento del gatto si è verificato attraverso la pelle, allora dovrebbe essere immediatamente riscattato, e più è abbondante e meglio è. L'automedicazione è estremamente pericolosa qui e se è necessario un antidoto, allora dovrebbe essere seguito immediatamente da un medico professionista.

    Se il gatto è avvelenato attraverso il sistema respiratorio, dovrebbe essere immediatamente portato all'aria aperta, indurre il vomito e il lassativo.

    Sintomi e trattamento dell'avvelenamento nei gatti

    Avvelenamento in un gatto domestico non è raro. Nessuno è assicurato - né il gatto, che cammina costantemente per strada, né l'animale domestico, che non ha mai visto cosa sta succedendo fuori dalle porte dell'appartamento. Avvelenamento accompagnatore in un gatto con sintomi evidenti e trattamento dovrebbe iniziare immediatamente, non appena appaiono. È necessario sapere cosa e come fare in caso di avvelenamento - per fornire il primo soccorso a casa o contattare immediatamente la clinica veterinaria.

    Intossicazione alimentare nei gatti

    Ci sono molte ragioni per cui un gatto può essere avvelenato. A volte l'avvelenamento del gatto può verificarsi a causa della sua curiosità, e talvolta - a causa della negligenza, inesperienza o negligenza del proprietario.

    L'intossicazione alimentare nei gatti è più comune:

    • cibo avariato che era rimasto in una ciotola per lungo tempo, specialmente in una stanza calda;
    • detriti alimentari che un gatto potrebbe trascinare fuori da un bidone della spazzatura;
    • cibo che la gente butta per strada;
    • alimentazione di alimenti preconfezionati di bassa qualità, venduti a peso, e non è noto da chi è fabbricato e quando;
    • cibo, durante il quale non sono state osservate le condizioni necessarie;
    • cibo umano contenente coloranti, additivi alimentari e spezie.

    L'opinione che i gatti amano il cibo leggermente guastato è sbagliata. I gatti che si nutrono dei rifiuti dei bidoni della spazzatura spesso muoiono per avvelenamento.

    Avvelenamento non standard nei gatti

    Altre cause di avvelenamento possono essere:

    • dosaggio scorretto del farmaco nel trattamento di eventuali malattie o automedicazione con farmaci controindicati negli animali;
    • veleni, il più delle volte ratto. Entrambe le esche con veleno e roditori che hanno ingoiato questa esca sono pericolose per i gatti;
    • piante velenose;
    • prodotti chimici, specialmente quelli che producono vapori. Si tratta di vernici e prodotti vernicianti, prodotti chimici domestici, pesticidi con cui vengono trattate le piante. L'avvelenamento si verifica attraverso il sistema respiratorio o le mucose;
    • overdose di droghe contro pulci, zecche o vermi;
    • punture di insetti o serpenti.

    A volte l'effetto di sostanze chimiche tossiche sul corpo avviene gradualmente, in questo caso, l'intossicazione è difficile da notare immediatamente. In un gatto avvelenato da sostanze chimiche, possono manifestarsi manifestazioni caratteristiche quando le conseguenze diventano irreversibili e in questa situazione non è sempre possibile salvare l'animale.

    Se il gatto è stato avvelenato da sostanze chimiche, è necessario, senza attendere l'insorgenza dei sintomi, contattare la clinica veterinaria il prima possibile. In alcuni casi, potrebbe essere necessario fornire al gatto un antidoto e quale - può essere installato solo nella clinica.

    Ci sono casi in cui l'avvelenamento di un gatto è dovuto all'alcool o al cioccolato, quando le persone li danno per il loro divertimento. Stare a lungo in una stanza dove le persone fumano spesso è altrettanto pericoloso per gli animali.

    Segni di avvelenamento

    I sintomi di avvelenamento nei gatti sono diversi, ma possono verificarsi solo alcuni di essi. Segni comuni di avvelenamento nei gatti:

    • nausea, che si esprime dal fatto che l'animale domestico lecca molto spesso il naso, mentre schiaffeggia;
    • sbavando;
    • vomito. Può essere mescolato con la bile o il sangue, oppure può essere privo di impurità;
    • diarrea;
    • mancanza di appetito;
    • respiro rapido, spesso superficiale;
    • dolore addominale, che può essere accompagnato da miagolare, e può essere percepibile solo premendo sullo stomaco;
    • aumento della temperatura;
    • pupille dilatate. A volte negli animali avvelenati la terza palpebra diventa evidente.

    Inoltre, cambiando il comportamento, le condizioni generali dell'animale domestico. Forse letargia o viceversa, sovraeccitazione. La coordinazione del movimento può essere compromessa. Nei casi più gravi, possono verificarsi tremore, convulsioni, paralisi.

    Se vengono rilevati sintomi e il gatto può averlo avvelenato, prima di iniziare a fare qualcosa a casa, è necessario accertarsi di ciò. Sintomi simili possono indicare non solo avvelenamento, ma anche altre gravi malattie. Scopri se il gatto ha avvelenato o no, è importante, il prima possibile. È necessario analizzare cosa potrebbe averlo causato. Se il motivo non viene trovato, è meglio contattare immediatamente un veterinario per la diagnosi e il trattamento.

    Il trattamento dell'avvelenamento nei gatti è diverso dal trattamento di altre malattie con sintomi simili. Se fai la conclusione sbagliata, puoi fare del male e perdere tempo. Un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta ai gattini, specialmente quando il gattino è stato avvelenato da una grande dose di veleno.

    Ciò che rende peggio l'avvelenamento

    Un gatto può essere curato solo quando le misure sono prese in tempo. In alcuni casi, l'intossicazione del corpo si verifica rapidamente. Ciò contribuisce a:

    1. Esaurimento del corpo;
    2. Immunità debole;
    3. La presenza di malattie croniche;
    4. L'età dell'animale. I piccoli gattini soffrono molto di avvelenamento. Se il gattino è avvelenato, è urgente contattare la clinica veterinaria. La probabilità di morte è grande, non devi auto-medicare e perdere tempo. Il trattamento di un gattino deve essere affidato a uno specialista.

    Inoltre, lo stato dell'animale dipende da che tipo di veleno è entrato nel corpo e in quale quantità. Più è pericolosa la sostanza, più è nel corpo, più è difficile trattare un gatto in caso di avvelenamento.

    Come aiutare il gatto a casa con l'intossicazione alimentare

    Indipendentemente da ciò che provoca l'intossicazione del corpo, un veterinario dovrebbe aiutare il gatto in caso di avvelenamento. Se possibile, dovresti contattare la clinica veterinaria il prima possibile. Se una visita dal medico è possibile solo dopo un po 'di tempo, è necessario adottare misure volte a ridurre l'assorbimento di veleno nel sangue.

    Cosa fare se il gatto è avvelenato:

    1. Scopri la causa dell'avvelenamento;
    2. Rimuovere la fonte di avvelenamento dalla zona di accesso dell'animale;
    3. Risciacquare lo stomaco. Per fare questo, usare acqua pulita, che viene versata nella gola del gatto, usando una siringa grande senza ago. Un tempo consentito di versare 250-500 ml di liquido. Dopo di ciò, indurre il vomito, spingendo il lato opposto della lingua;
    4. Prima di lavare lo stomaco, devi dare un adsorbente - il carbone attivato è adatto a questo scopo. Non consente alle sostanze tossiche di essere assorbite nelle pareti dello stomaco, portandole a se stesse. Ad una volta dovrebbe essere dato non più della metà di una pillola. Va schiacciato, diluito con una piccola quantità d'acqua e versare profondamente nella gola. Il vomito può essere chiamato solo dopo pochi minuti. È necessario attendere che il sorbente assorba sostanze tossiche;
    5. Se sono passate diverse ore dopo l'avvelenamento, puoi prendere un clistere per rimuovere le sostanze tossiche dall'intestino. Il volume di fluido iniettato nel retto non deve essere superiore a 50 ml;
    6. Per evitare la disidratazione, il gatto deve essere innaffiato. A rifiuto d'acqua, è necessario innaffiare forzatamente, con l'aiuto di una siringa senza un ago. Hai bisogno di bere un po ', con un intervallo di 15-20 minuti. Con il vomito frequente, sarà bene somministrare a un animale domestico una soluzione salina invece dell'acqua semplice, il che aiuta a ripristinare l'equilibrio salino.

    Con il vomito, non è possibile utilizzare farmaci antiemetici. Vomito - una reazione naturale del corpo, in cui la rimozione di sostanze nocive dallo stomaco.

    Pronto soccorso al gatto in caso di avvelenamenti non standard

    Avvelenamento diverso dal cibo, spesso richiedono l'intervento di un medico e l'introduzione di un antidoto. Per scoprire quale antidoto inserire e calcolare correttamente la dose, solo uno specialista qualificato può.

    Cosa si dovrebbe fare in caso di avvelenamento da gatto e come fornire il primo soccorso:

    • Se sei morso da insetti o serpenti, dovresti mettere un raffreddore sul punto del morso. Ciò restringerà i vasi sanguigni e impedirà che il veleno si diffonda ulteriormente in tutto il corpo.
    • Se il veleno arriva sulla pelle, l'animale domestico deve essere lavato sotto l'acqua corrente.
    • Se l'animale viene inalato da sostanze nocive, portarlo immediatamente all'aria aperta.
    • Se l'acido viene ingerito nello stomaco, è impossibile provocare il vomito.
    • In caso di avvelenamento con veleno per topi, è necessario chiarire la sua composizione e solo dopo può essere applicato l'antidoto. Se la composizione del veleno include un anticoagulante, la vitamina K viene prescritta per via intramuscolare, se nel veleno la vitamina D3 è diuretica. Se la composizione del veleno è sconosciuta, quindi utilizzare la vitamina K e diuretici nel complesso. Il dosaggio e il regime di trattamento possono essere prescritti solo da un veterinario, a seconda del peso e delle condizioni dell'animale.
    • In caso di avvelenamento con isoniazide (un rimedio per la tubercolosi), che viene utilizzato dai cacciatori di cani, la vitamina B6 viene utilizzata come antidoto.

    Se la causa dell'intossicazione è il veleno per topi o l'isoniazide, è necessario irrigare lo stomaco e somministrare un lassativo, proprio come nell'intossicazione alimentare.

    Se il gatto è avvelenato, quindi prima di trattare a casa e fornire il primo soccorso, è consigliabile contattare uno specialista qualificato e chiarire che cosa può essere applicato e in quali dosi di avvelenamento con una sostanza chimica specifica.

    Dopo aver fornito il primo soccorso per qualsiasi avvelenamento, è necessario condurre un esame dell'animale nella clinica veterinaria. Potrebbe essere necessaria una terapia aggiuntiva per ripristinare un animale domestico.

    Dieta per un gatto che ha sofferto di avvelenamento

    Dopo le procedure mediche, è necessario occuparsi di come nutrire il gatto dopo l'avvelenamento. La dieta per gatti dovrebbe essere delicata e frazionata. I primi 1-2 giorni non hanno bisogno di essere nutriti, puoi solo bere acqua. Se prima che l'animale domestico bevesse latte, dovrebbe essere escluso per un lungo periodo. Soprattutto questo dovrebbe essere ricordato nel caso in cui ci sia una domanda su come nutrire il gattino, che è indebolito dopo l'avvelenamento. Per i bambini, il latte è sostituito da prodotti a base di latte fermentato.

    Cosa dare al gatto dopo avvelenamento:

    • prodotti a base di latte fermentato;
    • brodo di pollo;
    • pollo tritato;
    • porridge liquido bollito da avena rotolata o riso bollito in acqua;
    • proteine ​​di pollo bollite.

    Se in precedenza l'animale domestico ha mangiato cibi pronti, è possibile acquistare alimenti dietetici di alta classe.

    Per migliorare il processo digestivo, il veterinario può prescrivere speciali enzimi al gatto.

    Come prevenire l'avvelenamento

    Se il gatto è a casa, non cammina per strada, quindi non è difficile prevenire l'avvelenamento:

    • tutti i prodotti chimici, medicinali, prodotti chimici domestici, cosmetici e profumi dovrebbero essere rimossi dalla zona di accesso. Gli armadietti delle porte devono avere un blocco affidabile, perché alcuni animali domestici possono facilmente aprirli con la zampa.
    • Devi essere attento alla nutrizione, non comprare mangimi di dubbia produzione e scaduto. Se l'animale è alimentato con alimenti naturali, la scelta dei prodotti deve essere affrontata chiaramente e il cibo non deve essere lasciato nella ciotola per lungo tempo;
    • rimuovere i fiori al coperto dalla casa, le foglie e gli steli dei quali sono velenosi;
    • rispettare il dosaggio dei fondi per pulci e vermi;
    • non auto-medicare sotto nessuna malattia

    Se l'animale domestico cammina per strada, tenetene traccia di lui più difficile. Si consiglia di acquistare e tenere a portata di mano le attrezzature di pronto soccorso - un lassativo, diuretico, vitamine K e D3, carbone attivo. Dovresti ricordare il numero di telefono del veterinario per poterlo contattare immediatamente.

    Sintomi e trattamento dell'avvelenamento nei gatti

    L'avvelenamento nei gatti è comune. Può portare a gravi complicazioni e processi patologici nel corpo di un animale. In questo articolo, abbiamo esaminato le cause e i sintomi di avvelenamento nei gatti, i metodi di primo soccorso e le componenti del trattamento domiciliare.

    Cause di avvelenamento felino

    L'intossicazione da gatto può svilupparsi per molte ragioni. Nonostante il fatto che questi animali siano molto esigenti nei confronti del cibo, spesso rifiutano di mangiare cibi che non gradiscono dall'odore, possono comunque essere avvelenati. Quello che segue è un elenco delle principali cause di avvelenamento felino.

    • Mangiare prodotti scadenti e scaduti. Questo può essere carne o latticini, pesce, cibo secco o umido.
    • Avvelenare con veleno per topi è una delle condizioni feline più pericolose. Un animale può ammalarsi mangiando direttamente il veleno stesso o il roditore avvelenato.
    • Intossicazione con vari prodotti chimici o detergenti. Ad esempio, i gatti amano l'odore della candeggina e possono bere la sua soluzione.
    • Trattare un animale con gocce di pulci porta spesso ad avvelenamento acuto.
    • Avvelenamento da teobromina. Questa sostanza è tossica e mortale per i gatti, ma per gli umani non è pericolosa. La teobromina fa parte del cioccolato nero e al latte. Avvelenandoli possono svilupparsi in gatti dolci.
    • Intossicazione da gas tossici o fumo di sigaretta. Il corpo di gatto reagisce bruscamente all'aria inquinata. Quando sono in una stanza piena di fumo o fumosa, sviluppano un avvelenamento acuto.
    • L'intossicazione da farmaci può svilupparsi in un animale che ha trovato le medicine lasciate dalla persona e le ha mangiate. Ci sono anche casi di avvelenamento nei gatti causati dai tentativi dei proprietari di trattarli da soli. Una dose felina di farmaco è significativamente diversa da quella umana.
    • L'avvelenamento da piante può essere fatale per un animale. Alcuni fiori interni sono velenosi per i gatti. Pesticidi e prodotti chimici che lavorano le piante sono anche pericolosi per l'animale.

    Sintomi e segni di avvelenamento felino

    I segni di avvelenamento nei gatti si sviluppano per 4-6 ore dopo aver consumato cibo di bassa qualità o velenoso. La gravità della condizione dell'animale e il decorso della malattia dipendono dalla sostanza che ha causato la malattia. Di seguito sono riportati i principali sintomi che possono manifestare l'avvelenamento da felini.

    • Sonnolenza e debolezza generale. L'animale mente, non cammina molto per casa, si rifiuta di giocare, dorme molto. Tali sintomi si sviluppano in seguito a grave intossicazione.
    • Anoressia - una completa mancanza di appetito.
    • Vomito mangiato o bile. Anche nel vomito, puoi vedere palle di lana lavorata a maglia.
    • Nausea. Il gatto non può lamentarsi della nausea, ma potresti notare questo sintomo dopo averlo osservato. Un animale che si sente male lecca spesso il suo naso e lo schiaffeggia.
    • Sbavare è un sintomo che può significare nausea, avvelenamento con droghe o veleni.
    • Il miagolio che si verifica con la sindrome del dolore. La testa o lo stomaco possono ferire.
    • La compromissione della coordinazione e lo scaglionamento di un animale domestico sono segni di intossicazione, danni al sistema nervoso centrale.
    • L'aspetto del terzo secolo è un segno di intossicazione nel corpo del gatto.
    • Starnuti, tosse secca, lacrimazione - sintomi che possono svilupparsi in un animale con gas tossici o avvelenamento da fumo.
    • Un aumento della temperatura corporea di diversi gradi può svilupparsi con l'infezione intestinale e un forte processo di intossicazione nel corpo. Quando si avvelena con alcuni veleni e sostanze chimiche, la temperatura può, al contrario, cadere.
    • Sgabello che si rompe Ci può essere un rilassamento o lo sviluppo di diarrea abbondante e ripetuta. Nelle masse fecali, puoi vedere le strisce di sangue e muco.
    • Le palpitazioni e la respirazione del cuore sono segni di disidratazione e sindrome da intossicazione. Inoltre, l'impulso è accelerato durante l'ipertermia.
    • Le convulsioni in tutti i gruppi muscolari che assomigliano all'epilessia si sviluppano con avvelenamento da veleni o sostanze chimiche. Durante un attacco, il gatto perde conoscenza, la sua testa viene gettata all'indietro e le sue gambe vengono tirate in avanti. Le convulsioni possono essere accompagnate da secrezione di urina e feci.
    • perdita di coscienza. In condizioni estreme, il gatto può essere caricato in uno stato comatoso profondo.

    Si prega di notare che l'avvelenamento dei gattini si verifica in una forma più grave. I sintomi possono essere più pronunciati e crescere più velocemente, peggiorando le condizioni dell'animale domestico.

    Fornire il primo soccorso a un gatto per intossicazione alimentare

    Salvare e curare un gatto dall'avvelenamento a casa è possibile solo con l'aiuto di un veterinario. Pertanto, quando compaiono i primi segni clinici di intossicazione, dovresti cercare aiuto in una clinica veterinaria. Il medico esaminerà l'animale e prescriverà un trattamento appropriato.

    Se non hai una clinica vicino a te o se è chiusa a quest'ora del giorno, nelle prossime ore non sarai in grado di portare l'animale da un medico, inizia a fornire il primo soccorso da solo. Con il suo aiuto, puoi rimuovere l'intossicazione e aiutare il tuo animale a vivere dal medico. Di seguito è riportato l'algoritmo per rendere il primo soccorso a un gatto avvelenato:

    1. Eseguire un lavaggio gastrico. Per fare questo, iniettare l'animale in bocca con 15-20 ml di acqua naturale. Questo può essere fatto con una siringa (senza ago) con un volume di 10-20 ml. Quindi devi premere il gatto sulla radice della lingua con il dito.
    2. Fai un clistere purificante a base di acqua a temperatura ambiente. Per i gatti vengono utilizzate pere da clistere da 50 ml.
    3. Dai al tuo animale un assorbente. Se non hai un farmaco veterinario di questo gruppo a casa, puoi usare il carbone attivo regolare. Schiacciare le mezze compresse di carbone e sciogliere in 5 ml di acqua naturale. Riempire il gatto ha ricevuto la soluzione di droga attraverso la bocca con una siringa senza ago.
    4. Dai da bere al gatto. Se non vuole bere da solo, versare 5 ml di liquido in bocca ogni 15 minuti. Questo può essere fatto con una siringa senza ago.
    5. Non lasciare che il tuo animale mangi. Nutrire il gatto dopo l'avvelenamento è possibile solo dopo aver consultato un veterinario che scriverà una dieta in dettaglio.

    Si prega di notare che l'auto-avvelenamento in un animale è pericoloso. Anche se hai mangiato, hai notato un miglioramento delle sue condizioni dopo il primo soccorso fornito da te, devi mostrare il tuo animale al dottore.

    Trattamento dell'avvelenamento da gatto

    Dopo il primo soccorso, portare l'animale per un controllo a un veterinario. Il medico controllerà la temperatura, il polso, la frequenza respiratoria. Digli in dettaglio dei sintomi che sono comparsi nel gatto, elenca i prodotti che ha mangiato nelle ultime 24 ore. Dovresti anche condividere con il tuo medico i tuoi sospetti sulla causa dell'avvelenamento. Forse il gatto era in una stanza piena di fumo o mangiava il topo il giorno prima.

    Un veterinario può curare un gatto da un ospedale o programmare un ciclo di terapia e lasciarlo andare a casa. Gli animali che sono in condizioni gravi, un catetere endovenoso è installato e prescritto un corso di contagocce. Dovrai portare il gatto in clinica con flebo IV al momento indicato dal medico, oppure lasciare l'animale in clinica per diversi giorni per cure ospedaliere.

    Oltre ai contagocce, il trattamento dell'avvelenamento da felini consiste in:

    • dieta alimentare. In caso di avvelenamento, puoi utilizzare feed speciali di classe premium, progettati appositamente per questa condizione o preparare da soli il cibo per l'animale. Se il gatto è avvelenato, puoi nutrirlo con farina d'avena bollita e carne di pollo a basso contenuto di grassi bollita;
    • enzimi - farmaci che migliorano la digestione;
    • farmaci antibatterici che sono prescritti per le infezioni intestinali;
    • antispastici;
    • assorbenti;
    • bevi molta acqua

    Per aiutare il gatto e fare una diagnosi accurata, potrebbe essere necessario un certo numero di esami:

    • emocromo completo;
    • analisi delle urine;
    • analisi del sangue biochimica;
    • ecografia degli organi interni.

    L'avvelenamento del gatto può verificarsi per molte ragioni. Può essere manifestato da disturbi dell'apparato digerente e nervoso, dalla debolezza generale dell'animale domestico, dalla mancanza di appetito. Quando gravi intossicazioni possono causare febbre, convulsioni, disturbi della coscienza. Il trattamento dell'avvelenamento nei gatti viene effettuato sotto la supervisione di un veterinario. Il primo soccorso può essere fornito dal proprietario dell'animale. Per la diagnosi e la prescrizione del trattamento, un medico può essere prescritto test ed ecografia.